CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » L’UOMO CHE CONOSCEVA LE SILLABE DEL VENTO

L’UOMO CHE CONOSCEVA LE SILLABE DEL VENTO

Quel cantautore cileno era nato a San Ignacio (comune del Cile della provincia di Ñuble, Regione del Bío Bío), in un giorno di fine settembre del 1932. Luís Sepúlveda era stato suo amico, e di lui diceva: “a volte, quando la tua voce riempie la sala di casa mia, o quando pulisco i vecchi dischi, uno dei miei figli domanda chi canta, e la risposta è sempre la stessa, quest’uomo che canta è mio fratello, ed in ognuna delle mie carezze ci sono anche le sue mani.” E l’umanità era il tratto più evidente della sua personalità.

Le sue canzoni parlavano dell’amore e della vita della gente umile, ma anche dell’impegno civile. Figlio di una famiglia povera, frequentò la scuola di teatro a Santiago, interessandosi anche di musica popolare. Di se stesso, lui diceva: “ho conosciuto le sillabe del vento, della poesia bella e naturale della vita”. Le sue canzoni sono state fatte conoscere in tutto il mondo dagli Inti Illimani e da tanti altri musicisti. Victor Jara, ha legato la sua sorte personale a quella della sua gente. Era l’11 settembre 1973 quando venne arrestato, per poi essere ucciso dopo torture. Dopo averlo assassinato, i militari avevano anche proibito la vendita dei suoi dischi. https://matadornetwork.com/change/chile-inaugurates-museum-of-memory-human-rights/

TI RICORDO AMANDATi ricordo Amanda. La strada bagnata, la fabbrica dove lavorava Manuel. L’ampio sorriso, la pioggia nei capelli, nulla importava, stavi per incontrarti con lui. Sono cinque minuti, la vita è eterna in cinque minuti. La sirena suona per tornare al lavoro, e tu cammini a piedi lungo il tragitto. Cinque minuti ti fanno fiorire. Ti ricordo Amanda, la strada bagnata, alla fabbrica dove lavorava Manuel. L’ampio sorriso, la pioggia nei tuoi capelli, niente di importante, stavi incontrandoti con lui. E lui ha preso la montagna per combattere. Non aveva mai ferito una mosca, e in cinque minuti era tutto spazzato via. La sirena soffiò per tornare al lavoro, molti non tornarono, nemmeno Manuel. Ti ricordo Amanda. La strada bagnata che correva alla fabbrica dove Manuel lavorava.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.youtube.com/watch?v=NUAfWKLX438

Controllate anche

FAIZA KHAN (1975), PITTRICE PACHISTANA

FAIZA KHAN 1/3 – Già nel 1998, ha esposto con successo i suoi dipinti. E’ ...