CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » QUALCUNO CHE UN TEMPO CONOSCEVO – La storia di un brano musicale di Gotye, il cantautore che ama Depeche Mode e Kate Bush

QUALCUNO CHE UN TEMPO CONOSCEVO – La storia di un brano musicale di Gotye, il cantautore che ama Depeche Mode e Kate Bush

La sua inconfondibile voce è simile a quella di Sting. Come cantante solista, lui ha pubblicato diversi album, vincendo cinque ARIA Music Awards e ha ricevuto una nomination come miglior artista per l’Asia e il Pacifico, agli MTV Europe Music Awards. Il suo nome è Wouter Wally De Backer, ma tutti lo conoscono con il suo nome d’arte: Gotye. Quel cantautore naturalizzato australiano è nato a Bruges (Belgio), il 21 maggio 1980. Quando aveva due anni, la sua famiglia si era trasferita a Melbourne (in Australia), mostrando passione per la musica. Depeche Mode e Kate Bush erano tra i suoi artisti preferiti, ecco perché con tre suoi amici del liceo aveva formato la band dei Downstares, esibendosi nei sobborghi nord-orientali di Melbourne.

Nel 2001, quando i suoi genitori traslocarono, lui rimase nella casa di Montmorency (Victoria). Quella casa divenne un porto di mare, dove molti amici andavano e venivano. Nel 2003, venne commercializzato “Boardface”, il suo album di debutto. Cinque anni dopo arrivò il seconso album “Like Drawing Blood”, nominato agli J Award, nello stesso anno. In n granaio della fattoria, nel 2010 aveva creato uno suo studio di registrazione, dove registrare il suo terzo album. Il suo singolo “Somebody that I Used to Know” (al top delle classifiche in 24 paesi), è stato visto su YouTube oltre 400 milioni di volte. Luiz Bonfà, un raffinato interprete della bossa nova brasiliana, nel lontano 1967 scrisse e lanciò il suo 45 giri “Seville” (la somiglianza tra i due brani è impressionante).

QUALCUNO CHE UN TEMPO CONOSCEVODi tanto in tanto penso a quando stavamo insieme, come quando hai detto che eri felice da morire. Ho detto a me stesso che eri giusta per me, ma mi sentivo così solo in tua compagnia. Ma quello era amore ed è un dolore che ricordo ancora. Si può diventare dipendenti da questo tipo di tristezza, come la rassegnazione alla fine, sempre alla fine. Perciò quando abbiamo scoperto che non eravamo fatti l’uno per l’altro, beh, hai detto che potevamo comunque essere amici, ma ammetto che ero contento che fosse finita. Ma non dovevi tagliarmi fuori, far finta che non fosse mai successo e che noi non fossimo stati niente. Non mi serve neppure il tuo amore, ma tu mi tratti come un estraneo, e sembra così brutale. No, non dovevi abbassarti a tanto, permettere ai tuoi amici di collezionare le tue registrazioni e poi cambiare numero. Credo di non aver bisogno di questo, anche se adesso sei solo qualcuno che un tempo conoscevo.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.youtube.com/watch?v=8UVNT4wvIGY

Controllate anche

MASACCIO (1401/1428), PITTORE – Rivoluzionare l’arte, in soli 27 anni di vita

DAL VERO, AL MISTICO MASACCIO 1/3 – Lui è unanimemente considerato l’iniziatore del Rinascimento. Tommaso ...