CASA » VIAGGI » LA MAGIA DELLA TURCHIA – Viaggio d’autore attraverso luoghi d’arte, natura e creatività umana

LA MAGIA DELLA TURCHIA – Viaggio d’autore attraverso luoghi d’arte, natura e creatività umana

Con monumenti antichi lasciati da una sfilata di conquistatori, la Turchia è una destinazione abbagliante. Nel corso degli ultimi anni, questo paese ha creato una vasta gamma di opportunità turistiche, anche per conoscere musei e luoghi d’arte. http://www.gototurkey.co.uk/index.html Fino al XVIII secolo, la pittura di questo paese era sotto forma di miniature, ma nel XVIII secolo la pittura ad olio allargò l’orizzonte espressivo degli artisti turchi. Ovviamente, anche la letteratura è uno specchio della Turchia. Iniziando il tuo viaggio d’autore, ti consigliamo di aggiungere ai tuoi bagagli un romanzo di Orhan Pamuk (Il Castello Bianco), una raccolta poetica di Can Yücel https://www.amazon.com/Poetry-Yucel-Feyyaz-Kayacan-Fergar/dp/9757432296 ed una selezione musicale di Emre Aydin. Tutti loro, nati in questa terra, ti faranno percepire il respiro di dove occidente ed oriente si fondono.

Il nostro viaggio inizia a Istanbul, dove ti aspetta la gloria bizantina del Hagia Sophia Museum http://ayasofyamuzesi.gov.tr/en una delle cose più belle di questa città, ed il Palazzo Topkapı http://topkapisarayi.gov.tr/en quello che ti porterà nel fantastico e opulento mondo dei sultani. Nel ricercare l’anima della sua città natale, scoprendo simboli che rappresentassero scontri e legami fra diverse culture, lo scrittore ORHAN PAMUK nel 2006 lui è stato insignito del Premio Nobel per la Letteratura. Trascorrere la sua vita sulla riva europea di Istanbul, guardando l’altro continente sulla riva di fronte, gli ricordava sempre il suo posto nel mondo. Un giorno è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo, e lui aveva capito che la cosa migliore era quella di essere un ponte fra due rive.

Anche il poeta CAN YUCEL è nato in questa città nell’estate del 1926, diventando famoso e ben apprezzato per l’uso del suo linguaggio colloqiale. Per vivere lui aveva lavorato come guida turistica, proprio in questa città dove aveva iniziato a scrivere le sue poesie, con una voce già matura. Entrando nel Museo Sakip Sabancidi, http://www.sakipsabancimuzesi.org/en potrai vedere un famoso dipinto di HOCA ALI RIZA (Istanbul, olio su tela 61×43,5 cm). Lui è stato il primo pittore turco a dipingere da impressionista.La storia dell’arte turca conserva intatto il ricordo di questo artista nativo di Istanbul. Per tutta la sua vita, lui aveva amato dipingere assolate rocce costiere e gli angoli tranquilli dei caffè.

Da Istanbul ad Ankara – 450 km (280 miglia) in 5 ore – arriverai nel cuore della Turchia. https://www.insightguides.com/destinations/europe/turkey/ankara/overview Entrando nel Museo della Pittura e della Scultura di Ankara, tra i suoi capolavori potrai anche anche apprezzare i dipinti di CALLI IBRAHIM. Come artista, lui aveva iniziato (per primo in Turchia), il lento processo di avvicinamento verso soggetti civili nella pittura turca, utilizzando una tecnica di impressionista che evocava i segni del realismo accademico. Quando camminerai nelle strade di Ankara, datti tutto il tempo necessario per visitare le molte belle cose di questa città, senza dimenticarti di andare al Teatro Kucuk.

La strada che da Ankara ti condurrà fino a Goreme – 310 km (193 miglia) in 3 ore e 30 minuti – entrando nelle surreali valli rocciose della Cappadocia (il sogno di ogni fotografo). Le sue creste collinari ospitano panorami di roccia ondulata e pinnacoli, meraviglie della natura che sono stati formati da millenni di azione di vento e acqua. Questa è una delle destinazioni principali del mondo per fare un giro in mongolfiera. Ma se hai paura di volare, resta in queste valli, dove troverai nella roccia anche chiese affrescate dell’epoca bizantina.Una esperienza speciale? Alaturca House http://goremealaturcahouse.com/ un luogo che ti farà respirare l’atmosfera di questi luoghi pietrosi dove in una terrazza potrai bere il tuo tè, osservando i camini fiabeschi di questa regione.

Un lungo tratto di strada ti condurrà da Goreme a Aspendos – 500 km (311 miglia) in 6 ore e 30 minuti – a sud di Antalya. Il suo teatro romano celebra ancora il dominio imperiale dell’imperatore romano Marco Aurelio. Questo è il miglior esempio sopravvissuto di un teatro classico ancora in piedi, una meta irrinunciabile per che ama l’arte dell’antichità. Con un viaggio di mezza giornata, puoi anche arrivare fino alla vicina Antalya, con molte rovine da esplorare su una vasta area collinare. http://www.polarwest.com.tr/en/tours

Da Aspendos fino a Isparta – 150 km (93 miglia) in due ore – dove nel 1981 è nato EMRE AYDIN, un famosissimo cantautore turco. I suoi rock album hanno avuto successo in Turchia, anche con prestigiosi riconoscimenti. Questa è la città nel distretto dei laghi, dove si incontrano le regioni egee, mediterranee e anatoliche interne, ed Eğirdir è la porta di Isparta per il turismo, offrendoti escursioni in montagna, trekking, windsurf, parapendio e campeggio. https://www.tours4turkey.com/Tours/Airplane_Tours/

Da Isparta a Cal – 150 km (93 miglia) in due ore – la città dove era nato CALLI IBRAHIM, un ragazzo che sarebbe diventato molto popolare per la sua capacità di dipingere. Era stato invitato dalla sua famiglia ad entrare nella scuola militare, ma aveva preferito coltivare l’antica passione per l’arte, prendendo lezioni private di pittura. Durante i suoi anni in Francia, abbracciò un suo personale stile vicino all’impressionismo.

Da Cal a Pamukkale – 50 km (31 miglia) in 1 ora d’auto, per arrivare in una delle meraviglie naturali della Turchia: le terrazze di travertino bianco puro di Pamukkale, quelle che scivolano lungo un pendio che sembra un campo di neve. http://www.turkeytravelplanner.com/go/Aegean/Pamukkale/ Anche le rovine immense della romana città di Hierapolis, antica città termale, si trovano sulla cima di questa collina di calcite, ma se ti piace fare fotografie è preferibile arrivare sulla collina al crepuscolo, mentre il sole scende sotto l’orizzonte, quando i travertini si illuminano.

Da Pamukkale a Datca – 275 km (171 miglia) in 4 ore – dove il poeta Can Yücel aveva deciso di trasferirsi. Qui lui è morto in un giorno d’agosto, e qui ti aspetta la sua tomba, molto visitata. Soprattutto per il suo mare, http://www.cntraveller.com/guides/europe/turkey/datca-peninsula/tourist-info la penisola di Datça è in una posizione privilegiata se tu pensi di visitare questa regione, con la bellezza delle numerose baie e porti, lungo la spettacolare costa sud-occidentale della Turchia.

L’ultima parte del nostro viaggio nella creatività turca, da Datca ci accompagnerà fino a Efeso – 220 km (137 km) in 3 ore e 30 minuti – una delle città romane più complete e ancora in piedi nella regione mediterranea. Qui puoi comprendere come la vita deve essere stata nell’epoca dell’impero romano. http://www.ephesus.us/ Un giro turistico di mezza giornata, ti darà la opportunità di conoscere i principali punti salienti (tra le rovine, che ne fanno uno dei più noti siti archeologici del Mar Mediterraneo, il Teatro, il piccolo tempio di Adriano e la Biblioteca di Celso), ma dovrai ben pianificare la tua visita, perché ci sono veramente tante belle cose da vedere.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://meetingbenches.net/2017/07/immagini-dellorizzonte-creativo-turco/

 

Controllate anche

VIAGGI D’AUTORE – L’ultima aggiunta creativa ai viaggi in Olanda

Avrai bisogno di un’autovettura e di nove ore di tempo, per creare un indimenticabile viaggio ...