CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » CUORE PERDUTO – Lynda Aguirre Thomas / La cantautrice con l’urlo nel cuore

CUORE PERDUTO – Lynda Aguirre Thomas / La cantautrice con l’urlo nel cuore

Influenze musicali di Peter Gabriel, Fiona Apple e Björk

È vicino a San Diego e facile da raggiungere. Andando a Tijuana, in Messico? Ecco le migliori cose creative da fare. Se si vuole prendere un taxi ignorare quelli gialli, scegliendo di trovare taxi con tariffa regolamentata (un Taxi Libre bianco e arancione). Avenida de la Revolucion è la principale strada turistica di Tijuana. I buongustai arrivano a Tijuana anche per provare la cucina “Baja Med” (che combina le tradizionali ricette messicane). https://www.youtube.com/watch?v=vFBWfwL8s2I Il Tijuana Cultural Center è un edificio interessante da esplorare, con molte buone opere in mostra. Il mercato El Popo è un piccolo mercato, se sei nel centro della città vai a dare un’occhiata! Stivali messicani e prezzi incredibili? Puoi acquistare gli stivali dal negozio di Casa Avestruz, perché sono sorprendenti per la loro qualità e vengono spediti direttamente a casa tua. Persone creative di Tijuana? I cantautori Julieta Venegas e Lynda Aguirre Thomas e il musicista Carlos Santana.

Ha prodotto e co-scritto canzoni per band e cantanti ed è stata coinvolta in campagne ambientaliste, sui diritti umani e sui diritti degli animali. Nel 2001 ha pubblicato il suo ultimo album in studio e si è ritirata poco dopo. LYNDA AGUIRRE THOMAS è nata a Tijuana (Baja California, Messico), il 21 dicembre 1981. È una cantautrice messicana professionalmente conosciuta come Lynda, e ha pubblicato il suo album d’esordio con l’etichetta major all’età di 13 anni. Nel 1986, si è lanciata in una carriera da solista. Nel 1989 aveva preso parte ad un concorso musicale di canto televisivo, presentato in Siempre en Domingo. Il suo “Cuore perduto” è stato uno dei suoi grandi successi degli anni ’90, e raggiunse il numero uno di gradimento in alcuni paesi dell’America del sud.

CUORE PERDUTOLa tua voce è una voce calda, se le cose non si muovevano abbastanza bastava sentire le tue parole a sufficienza per ascoltare, abbastanza da sentire. Mi fa male, perché mi manca quella dolce favola e piango sempre per niente. Era nell’ultimo caffè mentre parlavamo di amore o in quel bacio sulla piattaforma che lasciavo il mio cuore. Lasciare il mio cuore era in un volo di uccelli o nella luce fluorescente dei tuoi occhi di mirtillo che lasciai il mio cuore, il mio cuore perduto. Mi manchi, mi manchi con il tuo ciao hai preso il mio cuore perduto. Mi manchi, mi manchi con il tuo ciao che hai fatto. Ricordo bene ogni pomeriggio che guardavamo le stelle: la vita era perfetta mi faceva male, perché mi mancassero le tue labbra color ciliegia. Fa male anche se non lo volevi.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare:https://www.youtube.com/watch?v=ajYsqn5cl1Y

 

Controllate anche

LE MEMORIE – Carlo Malinverni / Come sola arte, l’arte cosiddetta pura, ammirare quella che trova suo fine in sè stessa

Ricordi, oltre infami rocce dolci. Era nato Genova nel 1855 in una famiglia borghese, dividendo ...