CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » DAL PALMO DELLA MIA MANO – Víctor Terán / Quando l’amore fiorisce incessantemente, come una malattia

DAL PALMO DELLA MIA MANO – Víctor Terán / Quando l’amore fiorisce incessantemente, come una malattia

Quando l’amore è più grande di una nuvola

Una tipica città messicana? Con un mercato vivace, Juchitán de Zaragoza è una città speciale per il viaggiatore, semplicemente perché pochi altri gringo fanno. Circa la sua gente creativa, trovi il poeta Víctor Terán. Ci sono molti festival e celebrazioni in questa città che ha una comunità Muxe con uomini cisgender che si vestono tradizionalmente di sesso femminile. Intorno alla piazza principale, si trovano stand che offrono la migliore gamma di piatti messicani e cibo da strada. Sul lato di Benito Juarez della piazza, puoi trovare un ristorante in una finta casa coloniale. Il tuo miglior modo di dormire? Casa de Huespedes (sulla piazza principale), ottima posizione ed economico.

Fu tre volte destinatario della borsa nazionale per scrittori di lingue indigene, e il suo primo libro “Barefoot Words” fu pubblicato nel 1997. Lavora come insegnante di educazione media a livello secondario, sull’istmo di Oaxaca. Dal 2000, è comparso in antologie poetiche in Italia e negli Stati Uniti. Lui è nato a Juchitán de Zaragoza nel 1958. Il suo lavoro è stato ampiamente pubblicato su riviste e antologie in tutto il Messico. VICTOR TERAN è il poeta più personale dell’istmo zapoteca di Oaxaca. I suoi libri di poesie includono Like a new sun e The spine of love.

DAL PALMO DELLA MIA MANODal palmo della mia mano il pomeriggio mangia il suo rancio: cavallo magro abbandonato per essere vecchio cavallo fastidioso, cavallo sporco. C’è una pista dietro la collina che vedi lì. Nel cielo aperto tre tessuti bianchi si allontanano, dicendo addio. La nostalgia ha appeso l’amaca nel mio cuore e i miei rancori affilano le loro armi in fretta. Qui la terra è spezzata, terra di acacie e pietre. Nel cielo sono visibili fumo e nuvole, nuvole, fumo e dolore. Il sentiero che zigzaga dietro quel pendio porta a casa tua. La lunga nuvola che si estende oltre l’orizzonte, forse la stai guardando, forse la guardi ora. Il mio amore per te non è la dimensione di quella nuvola, non quella dimensione.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere.

Controllate anche

LE MEMORIE – Carlo Malinverni / Come sola arte, l’arte cosiddetta pura, ammirare quella che trova suo fine in sè stessa

Ricordi, oltre infami rocce dolci. Era nato Genova nel 1855 in una famiglia borghese, dividendo ...