CASA » BOUTIQUE DI VIAGGIO » VIAGGIO NELL’ARTE ITALIANA – Trasformare la tua vita in un capolavoro, passando da Portogruaro a Genova

VIAGGIO NELL’ARTE ITALIANA – Trasformare la tua vita in un capolavoro, passando da Portogruaro a Genova

Quando la creatività è una minestra di fagioli, con cavolo nero e farina gialla.

Visitando l’Italia, anche tu puoi creare qualcosa di unico, seguendo uno speciale itinerario d’arte che da Portogruaro ti accompagni ti conduce fino a Genova, tra capolavori originali e preziosi, romanzi e poesie. Vivere questo tipo di esperienza di viaggio, insieme ai frutti creativi di cinque famosi italiani, aggiunge significato alla tua vita, trasformando anche la tua esistenza in un vero capolavoro.

Il nostro itinerario d’arte comincia nel Veneto, dove il lavoro di SATURNO BUTTO, nato a Portogruaro (Venezia), è caratterizzato dalla sua interpretazione dell’arte sacra. Ciò che tu osservi dentro i suoi dipinti, è il suo approccio creativo e conflittuale dell’iconografia religiosa occidentale, rispetto al corpo umano. All’interno di un conflitto tra trasgressione ed estasi, dipinti viventi e altari neogotici, gli orizzonti surrealisti dell’artista esplorano i misteri di una indefinibile religione.

Stiamo andando a Venezia, dove ci attente una indimenticabile esperienza di soggiorno al San Clemente Palace Kempinski, https://www.kempinski.com/it/venice/san-clemente-palace-kempinski/ luogo di pace e tranquillità a dieci minuti in barca da Piazza San Marco. Potrai camminare tra i suoi giardini, lasciandoti catturare dal fascino dell’ex monastero. Qui potrai assaporare specialità culinarie italiane e veneziane, scegliendo se mangiare al ristorante La Dolce, all’Acquerello oppure all’Insieme. Prima di partire verso l’Italia Centrale, non dimenticare che l’isola ti offre una cornice speciale per rilassarti, con i suoi campi da tennis e da golf, una piscina all’aperto e trattamenti spa.

ORAZIO GENTILESCHI era un pittore attento nello studio delle composizioni dalle forme e dei colori. Le sue opere, avvolte in una luce calda, sono impregnate dalla ricerca dell’essenzialità. A Urbino, nella Galleria Nazionale delle Marche, hai la possibilità di aggiungere qualcosa ai tuoi ricordi, cioè un suo dipinto del 1619: “la Vergine che presenta il Bambino a santa Francesca Romana”.

Organizza i tuoi acquisti romani, cercando i migliori negozi e boutique, perché nessuno può negare il fascino che viene dalla moda italiana. Nel cuore di Roma, in Via Monserrato (a pochi passi da Campo de ‘Fiori), Nadia Mari http://www.nadiamari.it/ ha aperto un secondo flagship store. Il suo look esclusivo per la donna urbana è approdato in questo quartiere di eleganza italiana.

Dipingendo, ORAZIO GENTILESCHI riusciva a creare una dimensione poetica, sempre avvolta dentro una visione serenamente armoniosa. In Città del Vaticano, visitare la Pinacoteca Vaticana, per vedere un suo dipinto del 1611 (olio su tela,123x142cm): Giuditta e la schiava con la testa di Oloferne. ORAZIO GENTILESCHI era attento alle vicende artistiche a lui contemporanee. A Roma aveva osservato i dipinti di Caravaggio e gli affreschi di Annibale Carracci e quelli di Guido Reni. Per ammirare una sua “Madonna col Bambino” (olio su tela, 131x91cm, 1604), potrai andare alla Galleria nazionale d’arte antica di palazzo Corsini, in Roma.

Suo padre era un artista fiorentino che si era trasferito a Pisa, città dove lui era nato in un giorno di luglio. Ciò che ORAZIO GENTILESCHI ha dipinto rappresenta una sintesi creativa in perfetto equilibrio tra concretezza fisica e astrazione. Conosceva l’arte di Rubens. A Genova e Londra ebbe modo di approfondire la sua conoscenza con Van Dick.

Benvenuto a Pisa, dove il “bordatino alla pisana” è frutto di un’antica esperienza culinaria (una minestra della cucina povera), realizzata con passata di fagioli, cavolo nero e farina gialla. Dove mangiarlo a Pisa? Il posto ha archi di mattoni con cucina a vista, tavoli e sedie semplici e funzionali. Puoi andare al numero 5 di via Battichiodi, dove troverai il “Ristoro di Frate Cipolla“. https://it-it.facebook.com/pages/Il-Ristoro-Di-Frate-Cipolla-Via-Battichiodi-5/209189249213191

A Genova, d’inverno come d’estate, il lungomare di Quarto ti offre panorami dove lo sguardo si perde nell’orizzonte del Mar Ligure, quello che offre il meglio del pesce da portare in tavola. Proprio sul lungomare di Quarto ti aspetta il ristorante Olivè, quello che offre ai suoi clienti un menù variegato che sposa tradizione ligure e innovazione.

Quello che cantava era anche dedicato a quelli che viaggiavano in direzione ostinata e contraria, con il loro marchio speciale di speciale disperazione. FABRIZIO DE ANDRE’ è considerato uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. Era nato a Genova in un giorno di febbraio, morendo prematuramente a Milano in un giorno d’inverno.

Era nato Genova nel 1855 in una famiglia borghese, dividendo la sua vita tra il suo lavoro in banca e lo scrivere sui giornali dell’epoca. Se leggi una particolare sua poesia troverai la parola “gnàgnoa”. Quella è l’angoscia esistenziale che il poeta CARLO MALINVERNI riesciva a lenire con l’arte e il trascorrere il suo tempo in luoghi a lui cari.

L’Acquario di Genova è il primo in Europa per specie animali (secondo per superficie). Questo enorme acquario (vicino al porto), ha specie di pesci d’acqua dolce, in vasche che ne riproducono l’ecosistema. In questa città, non dimenticare di entrare nel Palazzo Ducale, uno dei suoi principali edifici storici, già sede del dogato dell’antica Repubblica.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://meetingbenches.net/2018/02/esperienze-viaggio-italia-trasformare-la-tua-vita-un-capolavoro/

Controllate anche

GLI STATI UNITI, LEGGENDO JAMES TATE E ASCOLTANDO ERIN ENDERLIN

Viaggio nel Paese che richiede tempo per conoscerne la natura composita Le proprietà intellettuali delle ...