CASA » SCRITTORI (page 27)

SCRITTORI

UNO SGUARDO IMPACCIATO – L’Ultima Voga / Pagina dal romanzo

……………………………………… << Ciao Jacopo, queste sono le foto della quercia caduta a Carignano e di quello che si vede nella spaccatura. Appena puoi, dacci un’occhiata e fammi sapere che ne pensi >>. Rivolgendole a bocca aperta uno sguardo impacciato, quasi per mimetizzare il mio turbamento d’animo richiamo la sua attenzione sui due medici che sono chini sul sarcofago di Pandolfo ...

Leggi di più »

SOTTO LE STELLE DI BRATISLAVA – Inghiottitoi: Capitolo Quattro / Paginadel romanzo

<< Quando questa notte siamo tornati al nostro accampamento ai bordi della foresta, ho osservato mentre ti addormentavi nel letto di stelle, poggiando il tuo capo nel cuscino di Luna. Mi sono sdraiato accanto a te, ma non troppo vicino, osservandoti attentamente: quando il tuo corpo ha indossato i sogni della notte le tue labbra si sono schiuse impercettibilmente e ...

Leggi di più »

PAGINA PER GLI AMANTI DELLA POESIA – Poesie di Aleksandr Pushkin

La maggior parte della sua poesia lirica è stata scritta tra il 1820 e il 1830. La sua vita personale è stata resa difficile dai suoi conflitti con le autorità, che disapprovavano le sue opinioni liberali. Lui è il più grande di tutti gli scrittori russi. Alcuni dei suoi capolavori poetici sono stati composti nel corso degli ultimi sette anni ...

Leggi di più »

MORTE – Poesia di Emily Dickinson

Emily Dickinson, la poetessa della vita interiore. Niente, del suo aspetto adulto o della sua abitazione, ha rivelato un’anima così militante. Solo le poesie, scritte tranquillamente in una stanza tutta per sé, spesso cucite a mano in piccoli volumi, poi nascosti in un cassetto, hanno rivelato la sua vera natura. Lei non ha vissuto nel tempo, ma nell’universale, una natura ...

Leggi di più »

ANCHE LORO ERANO DUE STELLE – Aspettando Austerlitz / Pagina del romanzo

……………………………………….. Didier e la sua compagna, avevano deciso di andare all’Operà Bastille, dove alle quattordici e trenta di quel pomeriggio avrebbero assistito al “Don Chisciotte”, un balletto che Austerlitz considerava assolutamente imperdibile. Sarebbero tornati a notte inoltrata, perché quella prima volta restasse speciale nei loro ricordi. Si erano riproposti di aggiungere una passeggiata ai Champs-Elysées, il più grande viale di ...

Leggi di più »

RISCHIANDO CONTINUAMENTE ASSURDITA’ – Poesia di Lawrence Ferlinghetti

Lawrence Ferlinghetti è uno dei più grandi poeti viventi, notissimo in tutto il mondo per essere stato il protagonista del dissenso e della controcultura americana fin dai tempi della mitica beat generation. Poesia come arte che insorge è dedicato all’impatto sociale della poesia e alla sua validità come strumento di liberazione individuale e collettivo. La raccolta comprende due parti (la ...

Leggi di più »

LASCIANDOCI TRASPORTARE DALLO SPLENDORE DELL’ORIZZONTE – LUltima Voga / Pagina del romanzo

……………………… L’orario della Biblioteca Federiciana mi consente quattro ore e mezzo di consultazione. Oggi è una strana giornata di primavera, niente vento e tante nuvole minacciose, come ormai da una settimana, che scaricano sulla vecchia Torre Carignano molta più acqua di quanta non se ne ricordi a memoria di paese, dove poche decine di famiglie abitano ininterrottamente da generazioni. Assieme ...

Leggi di più »

VOLA DA ME – Poesia di Alda Merini

Alda Merini è una poetessa italiana, nata a Milano nel 1931. Lei è la più piccola di tre fratelli, e nasce in una famiglia di modeste condizioni economiche, cosa che avrà conseguenze, quando lei chiede di essere ammessa presso il liceo Manzoni, dove non supera la prova di italiano. Lei ha la fortuna di conoscere un uomo di nome Giacinto ...

Leggi di più »

OGGI E’ UNA STRANA GIORNATA DI PRIMAVERA – L’ultima voga / Pagina dal romanzo

…………………………………….. L’orario della Biblioteca Federiciana mi consente quattro ore e mezzo di consultazione. Oggi è una strana giornata di primavera, niente vento e tante nuvole minacciose, come ormai da una settimana, che scaricano sulla vecchia Torre Carignano molta più acqua di quanta non se ne ricordi a memoria di paese, dove poche decine di famiglie abitano ininterrottamente da generazioni. Assieme ...

Leggi di più »

ODORE DI DUCHI, MARCHESI E CORTIGIANI – Emozioni Rinascimentali, primo itinerario: Fano e dintorni

PRIMO ITINERARIO RINASCIMENTALE > 106 km in poco più di 3 ore: Fano, Carignano, Mombaroccio (il periodo malatestiano segna l’assetto urbano con la costruzione delle mura fortificate esterne, ancora oggi ben conservate, alle quali appartiene il nucleo più antico della splendida Porta Maggiore. Nel 1445 gli Sforza di Pesaro subentrano ai Malatesta dopo 160 anni di loro signoria. Il contemporaneo ...

Leggi di più »