Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » LA SPONTANEITÀ CREATIVA TELUGU – Dove la poesia è arte, insieme a suono e ritmo

LA SPONTANEITÀ CREATIVA TELUGU – Dove la poesia è arte, insieme a suono e ritmo

La percettività degli artisti Telugu, dentro un diario di viaggio

Tra le più antiche civiltà del mondo, questa è un mosaico multiculturale. Con un ricco patrimonio, l’India è una destinazione turistiche che si estende dall’Himalaya alle foreste pluviali tropicali. Sull’altopiano del Deccan, il Telangana https://www.telanganatourism.gov.in/ è uno stato situato sul tratto centro-sud della penisola indiana. Il suo terreno è costituito da colline, catene montuose e fitte foreste. Hyderabad e Warangal, suoi cuori culturali, sono famosi per le loro strutture storiche. La sua cultura combina le tradizioni persiane con quelle dell’India meridionale. Qui puoi trovare una ricca tradizione nella musica classica, nella pittura e nelle arti popolari.

Durante la dominazione di Kakatiya, una città era denominata con parole che significano “una singola pietra“, in riferimento a un enorme masso di granito sovrastante la città. Ora, Warangal https://www.holidify.com/places/warangal/sightseeing-and-things-to-do.html è una città nello stato indiano di Telangana, la regione di Hyderabad che parla Telugu. Lo stato di Telangana è stato formato nel 2014. La cucina della città è principalmente a base di piatti Deccan, come Chapati, Puri e Biryani. Tra i suoi personaggi illustri, il poeta Kaloji Narayana Rao, il regista Sandeep Vanga e il cantautore Karthik Kodakandla.

Nel 1990 è nato a Warangal, nello stato indiano di Telangana. Karthik Kodakandla https://www.facebook.com/Iamkkstudios/ ha inizia con cortometraggi Telugu fino al 2012, che segna il suo primo cortometraggio, Anukokunda. Successivamente, ha creato il cortometraggio 1973, nominato per festival cinematografici nazionali e internazionali. Andham Dhaagina /La bellezza è nascosta https://www.youtube.com/watch?v=kSIlks9M72E, è una delle sue canzoni di maggior successo.

Il Telugu è la lingua ufficiale, ma l’Urdu è parlato da un gran numero dei suoi abitanti. Nello stato indiano dell’Andhra Pradesh e Telangana, la lingua Telugu è parlata da 70 milioni di persone. Nel distretto di Warangal, troverai rovine di un tempio costruite nel XII secolo da Kakatiya a Ghanpur. Il palazzo Chowmahalla era la casa dei Nizam di Hyderabad. Paladugu https://paladugu.weebly.com/ è un villaggio nello stato indiano dell’Andhra Pradesh. Non c’è stazione ferroviaria, a meno di 10 km. Tra i personaggi famosi del Telugu ricordiamo il cantante di riproduzione Nagoor Babu, i poeti Bammera Pothana e Suddala Hanmanthu.

Aveva imparato le istruzioni degli strumenti da cantanti e artisti professionisti. I suoi temi erano la libertà, la democrazia e l’uguaglianza. La sua poesia ha ispirato il popolo dei Telangana a partecipare alle lotte contadine contro il dominio oppressivo dei signori feudali. È nato nel villaggio di Paladugu, nello stato di Telangana, in India. Suddala Hanmanthu https://www.facebook.com/pages/Suddala-Hanmanthu/105654226133841 era un poeta indiano della metà del 1900. La sua canzone popolare Telugu Palletoori Pillagada https://www.youtube.com/watch?v=RRhv1DElVuI, inclusa nel film del 1980 Maa Bhoomi, mobilitò la gente della sua regione. La sua visione sociale e politica è stata proiettata in molte delle sue canzoni, come nella canzone Pratina (giuramento).

Qui puoi ammirare i blackbucks al pascolo, nel Mahavir Harina Vanasthali National Park. Ad un’altitudine media di 542 metri, lungo le rive del fiume Musi, Hyderabad http://www.hyderabadtourism.in/places_visit.php è la capitale e la città più grande dello stato indiano di Telangana https://www.telanganatourism.gov.in/. Le sue tombe di Qutb Shahi a Ibrahim Bagh sono le tombe dei sette sovrani di Qutb Shahi. Non dimenticare il Chowmahalla Palace, un palazzo principale dei Nizam, costruito da Salabat Jung nel 1750. Per i tuoi negozi di souvenir, visita i negozi di abiti da sposa a Laad Bazaar, vicino al Charminar. La cucina di Hyderabad comprende un vasto repertorio di piatti a base di riso, grano e carne e varie spezie. I suoi popolari piatti nativi includono nihari, chakna e baghara baingan. Tra i suoi personaggi illustri, la cantante Rashid Ali, la poetessa urdu Jameela Nishat e la stilista Sonali Pamnani.

Amante dei telai a mano, i suoi capi si concentrano su comfort e stile. Viene da una famiglia di affari e ha sempre voluto fare vestiti. Nella sua ultima collezione, ha sperimentato la tecnica della stampa a blocchi manuale. Fondata da Sonali Pamnani https://sonalipamnani.com/, con sede a Hyderabad, l’etichetta indipendente nazionale The Meraki Project non solo ha svelato una nuova collezione, ma ha anche lanciato una rivista digitale. Attraverso stampe stampate a blocchi, hanno creato stampe geometriche personalizzate su tessuto mulmul super morbido.

Mahavir Harina Vanasthali National Park https://www.hyderabadtourism.travel/mahavir-harina-vanasthali-national-park-hyderabad è il luogo ideale per gli amanti della natura e degli animali. Golkonda Fort https://www.p4panorama.com/Gallery.aspx/golkonda-fort-hyderabad-360-virtual-tour/ ha attirato tantissimi turisti, perché amato dai fotografi. Tra i migliori posti per la fotografia a Hyderabad la Strada della Collana https://www.youtube.com/watch?v=f7OxjVXjjB4, luogo con ambiente ben mantenuto, considerato la posizione ideale per gli amanti della fotografia. Non dimenticare Chowmahalla Palace https://www.tourism-of-india.com/chowmahalla-palace.html, tra le principali attrazioni di Hyderabad, un magnifico palazzo in cui i Nizam intrattennero i loro ospiti e visitatori ufficiali. Tra i personaggi illustri della città, il fotografo Prabhakar Kusuma.

Attraverso una estetica raffinata che nasceva dalla sua esperienza nell’arte, ha sempre continuato il suo impegno verso l’eccellenza fotografica. Preferendo lavorare in silenzio, Prabhakar Kusuma https://www.deccanherald.com/sunday-herald/heart-lens-705874.html non pubblicava le sue fotografie sui social media, ma lasciava che il suo lavoro parlasse da solo. Le fotografie che lo hanno portato a vincere l’ambito premio fotografico risalivano a 25 anni addietro, ed erano nate a Warangal, la sua città natale. Alterando i colori e prendendo ispirazione da famosi pittori, usava il mezzo fotografico ridisegnando le forme.

L’arte vernacolare indiana, basata sulle tradizioni e sulla religione, si basa sulla memoria collettiva. La pittura ha una lunga storia nell’arte indiana. I primi dipinti furono quelli rupestri nei rifugi rocciosi di Bhimbetka http://www.mptourism.com/tourist-places/bhimbetka-caves-rock-shelters.html. I dipinti indiani possono essere classificati come murali, miniature e dipinti su tela. Tracce di murali, con tecniche simili ad affreschi, sopravvivono alle Grotte di Ajanta. I dipinti su tela venivano spesso prodotti per recitatori di poesie epiche in viaggio o acquistati come souvenir di pellegrinaggi. Puoi trovare stili indiani moderni a costi accessibili, acquistando dipinti fatti a mano, stampe su tela o cornici online dall’India www.fizdi.com. Tra i famosi pittori indiani desideriamo che tu ricordi Hemen Majumdar, Amrita Sher-Gil e Krishna Hawlaji Ara.

Ha trovato la sua strada per l’arte alla fine degli anni ’30. Nato vicino a Hyderabad nel 1914, Krishnaji Howlaji Ara https://www.invaluable.com/artist/ara-krishnaji-howlaji-3gizmq4ium/sold-at-auction-prices/ era orfano e lavorava come pulitore di auto. Ha ottenuto la sua prima mostra personale nel 1942. Volendo guardare il mondo da un punto di vista indiano, è diventato un membro del rivoluzionario gruppo di artisti progressisti. Inizialmente, i suoi media erano acquerelli e guazzi. Successivamente ha lavorato con oli, dove la pigmentazione ricordava la sua precedente preferenza per l’acquerello.

L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/viaggi_dautore/.

Controllate anche

SULLE STRADE DEL PENSIERO CREATIVO – Cinque tonalità d’arte, da San Francisco a Long Island

Sensibilità, capacità di produrre idee e originalità nell’idearle Con la parola latina viatĭcum, si intendeva …