Breaking News
CASA » MUSICA » L’EFFETTO NOLWENN – Nolwenn Leroy: fare musica che sembra avere un effetto diverso sulla modulazione basata sul cervello, rispetto ad altra musica.

L’EFFETTO NOLWENN – Nolwenn Leroy: fare musica che sembra avere un effetto diverso sulla modulazione basata sul cervello, rispetto ad altra musica.

Musica studiata per il suo impatto neurologico.

A causa dei traslochi familiari, visse tra la Bretagna, l’Île-de-France e il Nord-Pas-de-Calais. All’età di 11 anni, è a Saint-Yorre, dove impara a suonare il violino. Figlia di un ex calciatore, è nata a Saint-Renan in un giorno di settembre del 1982, NOLWENN LEROY https://it-it.facebook.com/nolwennleroyofficiel/ è diventata cantante, cantautrice e musicista, anche seguendo corsi di canto lirico, al fine di perfezionarsi. Assistendo ad una trasmissione televisiva, rimane affascinata dall’insegnante di canto, decidendo di iscriversi alla sua scuola parigina.

Una ricerca medica ha scoperto che le sue registrazioni potrebbero avere un effetto più benefico rispetto ad altre musiche. Nel 2003, esce il suo primo album, classificato al primo posto nelle vendite in Francia e Belgio, doppio disco di platino per più di 600.000 copie vendute. Nello stesso anno, NOLWEEN LEROY http://nolwennleroy.com/ si aggiudica il NRJ Music Awards, come Rivelazione Francofona. Dopo una tournée in Francia e Belgio, pubblica il suo primo DVD che viene certificato DVD d’Oro. Nel 2012, esce il suo quinto album, certificato triplo disco di platino tre mesi dopo la sua uscita.

CANZONE DEL MARE – Zitta ora, chiudi gli occhi e dormi ballando tra le onde, tuffandoti nel profondo. Le stelle brillano, il vento si alza sussurrando parole di ninne nanne perdute da tempo. Oh, non verrai con me, dove la luna è fatta d’oro, e al sole del mattino. Andremo in barca a vela. Oh, non verrai con me, dove l’oceano incontra il cielo, e mentre le nuvole scorrono. Canteremo la canzone del mare. Ho fatto un sogno la scorsa notte, e ho sentito il suono più dolce. Ho visto una grande luce bianca e ballerini a tutto tondo. Castelli nella sabbia, culle tra gli alberi. Non piangere, ci vediamo presto. Oh, non verrai con me, dove la luna è fatta d’oro, e al sole del mattino. Andremo in barca a vela. Oh, non verrai con me, dove l’oceano incontra il cielo.

Se ti piace approfondire la conoscenza dei musicisti che hanno contribuito ad arricchire il panorama musicale mondiale, puoi digitare: https://meetingbenches.net/category/musica/. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo di apprezzarne le opere.

Controllate anche

NASCERE MUSICALMENTE, NEI VERDI PASCOLI DELLA HARVARD UNIVERSITY – Eric von Schmidt, un musicista dallo spirito selvaggio

Con Bob Dylan e Joan Baez, nella scena folk dell’est americano Cantante, chitarrista e cantautore, …