Breaking News
CASA » MUSICA » NON GUARDARE SE È CORRETTO O NO – Faye Wong: affrontare testardamente il problema.

NON GUARDARE SE È CORRETTO O NO – Faye Wong: affrontare testardamente il problema.

Facendo ciò che vuole, un miracolo di successo.

Qui potrai ascoltare canzoni di Faye Wong, la  cantante cinese che ama Hong Kong. Mangiar qui? Ristorante Sham Shui Po (gioiello della zona), che offre alcuni dei migliori “dim sum“. Il suo trasporto storico porta i locali tra Kowloon e l’isola di Hong Kong. Usando Star Ferry (da non perdere le viste dal ponte superiore), anche tu puoi ottenere le migliori viste sullo skyline di Hong Kong, lungo Victoria Harbour. Alla ricerca di souvenir? Rovistare per le gemme nascoste, al Temple Street Night Market (un bazar notturno), dove centinaia di bancarelle spuntano dopo che il sole tramonta.

Divenne cantautrice e attrice cinese, spesso definita “la Diva”. Dal 1985 al 1987 (mentre era ancora al liceo), nonostante l’opposizione di sua madre ha pubblicato 6 album di copertina a basso costo. Era nata a Pechino in un giorno di agosto del 1969, proprio nel mezzo della rivoluzione culturale cinese, figlia di un ingegnere minerario e di un soprano musicale. Come studente, FAYE WONG è stata coinvolta nel canto e ha attratto l’interesse di diversi editori. Si è trasferita a Hong Kong, nel 1987, dove è arrivata all’attenzione pubblica nei primi anni ’90 cantando in cantonese. Nel 1993, scrisse testi per la sua ballata “No Regrets”, che portò molti a lodarla come paroliere di talento.

Nel 2009, l’ex presidente della CCTV ha rivelato che FAYE WONG era stata bandita dalla stazione radiofonica per un po’ di tempo, dopo che lei aveva rifiutato di cambiare il testo di una canzone. Rappresenta una certa era della musica pop e una visione dell’essere unico. Nel 2004 e nel 2005, oltre che nel 2011 e nel 2012, è stata classificata tra le prime 5 della Forbes China Celebrity 100. Uno dei suoi concerti ad Hong Kong è stato pubblicato su CD, VHS e Laserdisc.

OCCHI SU DI ME – Ogni volta che cantavo le mie canzoni sul palco, da solo, ogni volta che dicevo che le mie parole avrebbero voluto essere ascoltate, ti ho visto che mi sorridevi. Era reale o solo la mia fantasia. Saresti sempre lì nell’angolo di questo piccolo bar, la mia ultima notte qui per te, le solite vecchie canzoni, ancora una volta la mia ultima notte con te? Forse sì forse no. Mi è piaciuto a modo tuo come hai timidamente messo gli occhi su di me. Oh, hai mai saputo? Che io abbia il mio su di te cara, così eccoti con quello sguardo sul tuo viso, come se non ti ferissi mai, come se non fossi mai giù. Devo essere io per te che ti pizzica dolcemente ma sicuro, se viene mostrato il cipiglio allora saprò che non sei un sognatore. Quindi lascia che ti avvicini a te perché voglio essere abbastanza vicino per me, per sentire il tuo cuore battere forte e rimanere.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.youtube.com/watch?v=i1iwe6JQAGI

Controllate anche

NASCERE MUSICALMENTE, NEI VERDI PASCOLI DELLA HARVARD UNIVERSITY – Eric von Schmidt, un musicista dallo spirito selvaggio

Con Bob Dylan e Joan Baez, nella scena folk dell’est americano Cantante, chitarrista e cantautore, …