Breaking News
CASA » FOTOGRAFIE » PERSONIFICARE NUOVE ESPERIENZE FOTOGRAFICHE – Horacio Coppola: un instancabile osservatore del mondo

PERSONIFICARE NUOVE ESPERIENZE FOTOGRAFICHE – Horacio Coppola: un instancabile osservatore del mondo

Quando le fotografie sono attente costruzioni e trasfigurazioni della quotidianità

La maggior parte dei suoi ristoranti è concentrata nel quartiere Palermo. La carne è l’alimento principale (preparata alla griglia e alla brace), è la regine delle tavole argentine e dei ristoranti di Buenos Aires. L’Asado con Achuras è un piatto a base di carne di manzo cotto alla brace. Per la sua preparazione, viene utilizzato il taglio da brodo, gustoso e saporito. La Parrilla è una grigliata mista di carne, in cui vengono utilizzati diversi tagli, posizionati sulla griglia dopo salatura. Ubicato nel suggestivo quartiere Palermo, La Cabrera http://lacabrera.com.ar/ è un ristorante squisitamente argentino, così come lo era Horacio Coppola, un fotografo nato qui.

La sua visione di avanguardia, si era sviluppata attraverso la riscoperta della vita quotidiana, per mezzo delle stranezza della realtà. Lui, nato a Buenos Aires nel 1906 da genitori italiani, iniziò a fotografare fin dalla tenera. Horacio Coppola https://www.bauhaus100.com/the-bauhaus/people/students/horacio-coppola/ divenne un fotografo dopo essersi dedicato inizialmente al cinema, come regista. Dal 1927 applicò le esperienze cinematografiche alla fotografia, raggiungendo grande maestria nella gestione degli effetti di luce.

Come puoi immaginare, per lui vi è un profondo studio del soggetto, prima di procedere allo scatto.  Viaggiando in Europa, Horacio Coppola https://www.michaelhoppengallery.com/artists/80-horacio-coppola/overview/#/artworks/11386 acquistò una fotocamera Leica che diventerà il suo inseparabile strumento di lavoro. Studiò alla Bauhaus, realizzando a Berlino un film sperimentale. Fuggito a Londra con una donna di origine ebraica (a causa della minaccia nazista), la sposò, tornando a Buenos Aires, dove aprì uno studio fotografico. Dopo aver divorziato, sposò una pianista.

Negli anni Sessanta e Settanta inizia a fotografare a colori, scrivendo e curando mostre sulla fotografia. Una sua retrospettiva viene organizzata nel 1984 (nel centro culturale della Plaza Dorrego), dove Horacio Coppola https://utopica.photography/collection/nggallery/collection-home/Horacio-Coppola/ aveva fotografato pittori e ballerini di danza. Vinse il prestigioso premio della fondazione nazionale Argentina per le arti, morendo nel 2012, all’eta’ di 105 anni. Le sue immagini documentano il contrasto tra il vecchio e il nuovo che avanza, in Buenos Aires. Diffondendo avanguardie, ha viaggiato in numerosi angoli del mondo, immortalando luoghi e persone, personificando nuove esperienze fotografiche.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i racconti fotografici già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/fotografie/.

Controllate anche

UN PIONIERE DELLA FOTOGRAFIA A COLORI – Fred Herzog, una prefigurazione dei fotografi New Colour anni ’70

Un pioniere della street photography a colori Come i personaggi dipinti da Jan Vermeer anche …