Breaking News
CASA » FOTOGRAFIE » PHILIPPE HALSMAN, FOTOGRAFO AMERICANO – Quando chiedi a una persona di saltare.

PHILIPPE HALSMAN, FOTOGRAFO AMERICANO – Quando chiedi a una persona di saltare.

Il fotografo che ha sviluppato la jumpologia, una filosofia della fotografia di salto.

Per ogni età e ogni corpo. Dal momento in cui varchi la porta, qui puoi trovare uno staff che ti supporta. Si trovano nella 267 Pacific Street, la storica “brownstone di Brooklyn“. Il “Metodo Bar New York City – Cobble Hill” è un centro fitness boutique che offre lezioni di sbarra, per studenti di tutti i livelli. Il loro metodo di firma non solo rimodella tutto il tuo corpo, ma ti permette di canalizzare la tua forza interiore.

Andò alla deriva nella fotografia per compiacere se stesso, poi lo fece per compiacere i suoi amici, e alla fine lo fece per soldi. Vuoi fotografare? La sua idea era che la testa del fotografo fosse più importante della sua macchina fotografica. Quando la Francia fu invasa dai Nazisti, lui riuscì ad ottenere un visto negli Stati Uniti, dove divenne un fotografo famoso. Nato in un giorno di maggio del 1906 (nella parte dell’Impero russo che in seguito divenne la Lettonia), si era trasferito in Francia. PHILIPPE HALSMAN https://mizelmuseum.org/exhibit/phillipe-halsman-photographs/ iniziò a collaborare con riviste di modaparigine, guadagnandosi la reputazione come miglior ritrattista. Il suo libro sulla creazione di idee fotografiche, ha discusso modi per i fotografi di produrre pezzi di lavoro insoliti. Utilizzando un’innovativa fotocamera reflex a doppia lente (che ha progettato da sé), ha aperto uno studio di ritrattistica a Montparnasse. A proposito di collezioni permanenti, anche il Brooklyn Museum (Brooklyn, New York), ospita i sogni fotografici creativi di questo artista.

Mentre il fotografo sonda l’interno, l’obiettivo vede solo la superficie. Spesso gli veniva chiesto chi era il soggetto più difficile da fotografare, ma per lui la sua domanda era come chiedere a una madre quale figlio le piace di più. Nel 1941 iniziò a collaborare alla fine degli anni ’40 con l’artista surrealista Salvador Dalì. Nel 1947 PHILIPPE HALSMAN realizzò le sue foto più famose di Albert Einstein. Quattro anni dopo, è stato incaricato dalla NBC di fotografare vari comici popolari dell’epoca, catturando molti comici a mezz’aria. Perché? “Quando chiedi a una persona di saltare, la sua attenzione è principalmente rivolta all’atto del salto e la maschera cade in modo che la persona vera appaia In seguito ha fatto molte foto di personaggi famosi (come Il Duca e la Duchessa di Windsor, Marilyn Monroe e Richard Nixon). Visitando l’International Center of Photography (New York), anche tu puoi vedere i suoi lavori fotografici.

La fotografia è la forma d’arte più giovane, e tutti i tentativi di allargare le sue frontiere sono importanti e dovrebbero essere incoraggiati. È stato affascinato dalla fotografia all’età di 15 anni, quando ha trovato una macchina fotografica in un negozio. Nel 1972, PHILIPPE HALSMAN ha parlato del suo fascino per il volto umano, perché per lui “ogni volto che vedo sembra nascondere il mistero di un altro essere umano. Il suo grande interesse per la vita è stato la gente, perché per lui un essere umano cambia continuamente per tutta la vita, e l’immagine più bella rivela completamente sia l’esterno che l’interno del soggetto. Nel 1975 è stato premiato con il Lifetime Achievement in Photography Award dell’ASMP. All’età di 73 anni, morì nel giugno del 1979, a New York City. Duraturo o destinato a durare o rimanere invariato a tempo indeterminato, puoi ammirare il suo lavoro al Metropolitan Museum of Art (New York).

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://philippehalsman.com/career/biography/

 

Controllate anche

INTORNO A MATRIMONI, RITRATTI E STRADE – Ugo Baldassarre, la capacità di andare oltre la fotografia

Quando scrivere con la luce è dirlo in immagini Visitare Parma è una bella esperienza, …