Breaking News
CASA » PITTORI » PRECETTI OCCIDENTALI E BASI DELLA PITTURA PLEN-AIR – Kuroda Seiki

PRECETTI OCCIDENTALI E BASI DELLA PITTURA PLEN-AIR – Kuroda Seiki

Tra i leader del movimento in stile occidentale, nella pittura giapponese degli inizi del XX secolo.

In Giappone, quando il padre della moderna pittura in stile occidentale morì nel 1924, lasciò in eredità una parte del suo patrimonio da utilizzare per la promozione dell’arte. Nel 1928, con questo lascito si formò la Kuroda Memorial Hall. In riconoscimento delle sue realizzazioni artistiche, sono esposti mostre di dipinti ad olio, schizzi e opere simili donate dalla sua famiglia. Nel 2007, due istituzioni nazionali si sono fuse e il Memorial è stato trasferito al Museo Nazionale di Tokyo. http://www.tobunken.go.jp/kuroda/index_e.html

A Tokyo, puoi ammirare il suo “Lakeside“, al Kuroda Memorial Hall. Era stato scelto da suo zio come erede. L’anziano Kuroda fu esposto a molte delle idee di modernizzazione che venivano in Giappone, così come il suo erede. Nato a Kagoshima in un giorno di giugno del 1866, diventò un pittore e insegnante. KURODA SEIKI, divenne famoso per aver portato le teorie occidentali sull’arte  in Giappone. Aveva deciso di abbandonare lo studio della legge per una carriera come pittore, frequentando nel 1866 la legazione giapponese per i cittadini giapponesi a Parigi, dove incontrò alcuni pittori.

Nel maggio del 1886 entrò nello studio di un noto pittore accademico che aveva lavorato in diversi saloni di Parigi. Durante questi anni ha iniziato a maturare come pittore, seguendo il corso di studi in arte accademica, alla scoperta della pittura plein air. KURODA SEIKI si trasferì da Parigi al villaggio di Grez-sur-Loing (una colonia di artisti), dove trovò ispirazione nel paesaggio. Ritornato a Parigi, inizia a lavorare a “Morning Toilette“, il suo dipinto più importante, accettato con grande lode dall’Académie des Beaux-Arts. Partì per il Giappone, arrivando nel 1893.

Il suo stile di toni di colore brillanti, che sottolineavano i cambiamenti di luce e atmosfera, erano considerati rivoluzionari. Attraverso le lezioni che aveva imparato, era anche pronto a insegnare la pittura a una nuova generazione di pittori. Dopo aver trascorso un intero terzo della sua vita all’estero, arrivando a casa, si è recato a Kyoto per immergersi nella cultura locale, che aveva perso, realizzando uno dei suoi migliori dipinti, “A Maiko Girl“. Nel corso del tempo, KURODA SEIKI stava assumendo un ruolo sempre più importante come riformatore, davvero qualificato per insegnare ai suoi compatrioti cosa stava accadendo nel mondo dell’arte occidentale. Realizzò la scuola di pittura Tenshin Dojo, modellata sui precetti occidentali e le basi della pittura plein air.

Nel 1896, fu formato un Dipartimento di Pittura Occidentale. KURODA SEIKI fu invitato a diventare il suo direttore, ma insistette anche che i corsi di anatomia e il disegno di una modella dal vivo fossero inclusi nel curriculum. Le sue opere plein air sono meno rifinite delle sue composizioni più formali. Stilisticamente, si può dire che debba molto alla scuola di Barbizon. Nel 1922, fu nominato capo dell’Accademia di Belle Arti Imperiale, ricevendo anche la Gran Croce francese della Legion d’Onore. Morì a casa ad Azabukogaicho in un giorno di metà luglio 1924. Il suo studio per “Talk on Ancient Romance“? Ti aspetto al Kuroda Memorial Hall, a Tokyo.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.tnm.jp/?lang=en

 

Controllate anche

UN PITTORE DALL’OCCHIO INTROSPETTIVO E PROFETICO – Victor Brauner, tra prospettive appiattite e colori vividi

L’uso eclettico delle immagini, tra religione e misticismo Il suo Prelude to a Civilization, rappresenta …