Breaking News
CASA » FOTOGRAFIE » QUANDO IL TEMPO SI FERMA IN UNA FOTO – Dorothea Lange: la gente non se ne rende conto. La vita comincia a sbriciolarsi ai suoi bordi.

QUANDO IL TEMPO SI FERMA IN UNA FOTO – Dorothea Lange: la gente non se ne rende conto. La vita comincia a sbriciolarsi ai suoi bordi.

La fotocamera, uno strumento che insegna alle persone a vedere senza fotocamera.

Nel 1940, un’immagine fu esposta al Museo di Arte Moderna: Migrant Mother, Nipomo, California. All’epoca, DOROTHEA LANGE stava lavorando come fotografa per un’agenzia governativa dell’era della Depressione. Era nata a Hoboken (New Jersey, Stati Uniti), in un giorno di maggio del 1895, diventando fotografa documentarista americana. Aveva incontrato una madre disperata, che con i suoi bambini viveva di verdure del campo circostante.

A New York, ha studiato fotografia alla Columbia University. Poi, ha deciso di viaggiare per il mondo, guadagnando soldi mentre vendeva vendendo le sue fotografie. Durante la Grande Depressione, DOROTHEA LANGE iniziò a fotografare gli uomini disoccupati che vagavano per le strade di San Francisco. Le sue immagini avevano portato all’attenzione del pubblico le condizioni dei poveri rurali. Le sue fotografie di lavoratori migranti, sono state presentate con didascalie con le parole degli stessi lavoratori.

Dopo la sua prima esibizione nel 1934, la sua reputazione di fotografo documentarista fu consolidata. Dopo l’attacco del Giappone a Pearl Harbor, nel 1942 registrò l’evacuazione di massa dei giapponesi americani nei campi di detenzione. Dopo la seconda guerra mondiale, DOROTHEA LANGE ha creato una serie di saggi fotografici per la rivista Life. Ha viaggiato per il mondo, documentando fotograficamente paesi in tutto il Sud America. Nel 1965, trascorse la maggior parte del suo tempo a lavorare su una mostra retrospettiva del suo lavoro per essere presentata al MoMA l’anno successivo. Morì a San Francisco (California), in un giorno di ottobre del 1965.

Controllate anche

INTORNO A MATRIMONI, RITRATTI E STRADE – Ugo Baldassarre, la capacità di andare oltre la fotografia

Quando scrivere con la luce è dirlo in immagini Visitare Parma è una bella esperienza, …