Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » SU CON IL BURRO! – Viaggio in Islanda: buon inizio e un buon finale, insieme a quattro islandesi creativi.

SU CON IL BURRO! – Viaggio in Islanda: buon inizio e un buon finale, insieme a quattro islandesi creativi.

Quante meraviglie, anche in una testa di mucca.

Questo è un itinerario di https://meetingbenches.net/, dove luoghi e persone creative ti invitano al viaggio. Dopo il nostro viaggio d’autore nelle Isole Azzorre https://meetingbenches.net/leden-che-non-vorresti-mai-lasciare-isole-azzorre-la-destinazione-al-tuo-punto-di-non-ritorno/, il tuo cestino dei ricordi si arricchirà con qualcosa di nuovo, questa volta attraversando l’arcobaleno creativo che abbraccia l’Islanda. City Walk Reykjavik https://citywalk.is/, è un tour gratuito a piedi per annusare la città. In tutte le sue piscine pubbliche, grazie all’abbondanza di energia geotermica, è possibile nuotare all’aperto durante tutto l’anno. Una delle poche spiagge dove la temperatura dell’acqua permette di nuotare senza muta protettiva, è quella di Nautholsvik (a Sud-ovest della collina di Oskjuhlid). La Galleria nazionale d’Islanda custodisce opere d’arte di artisti locali, comprese quelle di Gunnlaugur Scheving, un islandese molto creativo, nativo di questa città.

Una grande collezione di sue opere, è conservata nella National Gallery of Iceland http://www.listasafn.is/english/. Lui è conosciuto per le sue immagini realistiche del settore imprenditoriale islandese. Ha vissuto a lungo a Seyðisfjörður, ma ha dimostrato stbilmente a Reykjavík. Il suo lavoro può essere trovato in numerose collezioni nei paesi nordici. GUNNLAUGUR SCHEVING ha realizzato per la prima volta una mostra a Charlottenborg nel 1929, poi tenendo mostre personali a Reykjavik e Copenaghen.

Quando quella serata culturale fu inventata, nessuno poteva immaginare che sarebbe diventata così famosa. Il primo Sabato dopo il 18 del mese di agosto, a Reykjavík si celebra la Menningarnótt, un evento che è diventato il più grande festival in Islanda. Anche tu potrai unirti alle tante persone che celebrano la creatività della vita attraverso una giornata all’insegna di musica, danza e arte. Nelle piazze e nelle strade, nei cortili e nei musei, potrai regalarti l’indimenticabile ricordo di questa città, dove Svala Björgvinsdóttir aveva iniziato a cantare all’età di 16 anni.

Essendo vocalist di supporto di suo padre, ha iniziato a cantare in tenera età. È diventata famosa grazie alla sua canzone “The Real Me”, che ha rappresentato l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2017 a Kiev. SVALA BJORGVINSDOTTIR https://www.instagram.com/svalakali/è una cantante e compositrice islandese nata a Reykjavík in un giorno di febbraio del 1977. Ha avuto il suo primo successo in Islanda quando ha cantato un duetto natalizio con suo padre.

Quale modo migliore per conoscere un paese che tuffarsi a capofitto nel suo mondo letterario? Immergersi nella ricca storia letteraria islandese, ascoltando uno scrittore ispirato all’Islanda? Puoi scegliere un bookstore nel centro di Reykjavik. Ti consigliamo di scegliere un romanzo di Halldór Laxness, molto utile per conoscere i paesaggi dell’anima dell’Islanda. Mál og Menning http://www.bookstoreguide.org/2008/06/ml-og-menning-reykjavik.html, è una delle librerie più grandi dellacittà (anche con un sacco di selezioni in inglese). Ha un ottimo caffè al piano superiore, con pareti decorate da artisti locali.

Le sue principali influenze includono Sigmund Freud, Bertold Brecht e Ernest Hemingway. Nato a Reykjavík in un giorno di aprile del 1902, è stato l’unico premio Nobel islandese. HALLDOR LAXNESS ha scritto romanzi e poesie, diari di viaggio e racconti. I suoi genitori si sono trasferiti in una fattoria quando aveva tre anni, dove ha iniziato a leggere libri e scrivere storie in tenera età. Ha frequentato la scuola a Reykjavík. Nel momento in cui il suo primo romanzo aveva iniziato i suoi viaggi nel continente europeo. Nel 1922, decise di entrare in un convento del Lussemburgo. Durante la permanenza presso l’abbazia, esercitava l’autoapprendimento, leggeva libri e studiava.

Se non metti in valigia gli articoli giusti, ti trasformerai in un ghiacciolo di carne. Cosa indossare e cosa portare (indipendentemente dalla stagione), in visita in Islanda? Gear termico e scarpe comode, leggere e resistenti all’acqua. Flip Flops, perfette per quando hai bisogno di fare la doccia. Una giacca calda, una giacca a vento e una giacca antipioggia. Una maglia? Un semplice gilet foderato in pile o piumino può aiutarti a mantenerti al caldo. Starai bene con i jeans (ma solo indossando qualcosa sotto). Non dimenticare un costume da bagno e un pareo (ci sono meravigliose opportunità per godersi le acque geotermiche). Prima di partire, dove comprare a Reykjavik vestiti che ti ricordano la tua vacanza islandese? Entrare in una boutique a Skólavörðustigur 22b.

È nata a Reykjavik in un giorno di dicembre del 1983. Ha studiato alla Scuola d’arte islandese, trascorrendo alcuni anni presso la scuola d’arte di Berlino. Dai un’occhiata alla sua meravigliosa collezione Euphoria https://www.hilduryeoman.com/euphoria. Bellezza e primavera, sono gli aspetti fondamentali della sua collezione di Venere. Traendo ispirazione dalla dea dell’amore, la stilista islandese HILDUR YEOMAN http://www.hilduryeoman.com/, ha celebrato stilisticamente il suo grande amore per la natura.

Se vuoi conoscere i nostri “viaggi d’autore” già pubblicati, puoi digitare http://meetingbenches.com/category/boutique_travel/. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere.

Controllate anche

SURREALISTICAMENTE, COME IN NESSUN ALTRO LUOGO – Modi per creare originariamente? In Belgio sappiamo che ci sono

Dove apprezzerai di farti dire amami poco, ma originalmente Originalmente, lo scopo del museo era …