Breaking News
CASA » DIPINTI » TRA L’OSSERVATO E L’IMMAGINATO – Peter Booth: gestionalità e rilascio di forme, dal subconscio dell’artista.

TRA L’OSSERVATO E L’IMMAGINATO – Peter Booth: gestionalità e rilascio di forme, dal subconscio dell’artista.

Quando la visione rimane desolata.

Un odore, o un gusto appena colto, può risvegliare dettagli e dettagli visivi (ma anche emozioni) collegati a quelle espressioni sensoriali. Questo succede anche anni dopo, quindi non dimenticare di aggiungere questi “ricordi di viaggio” quando arrivi a Melbourne. Qui, puoi provare ricotta hotcakes, baller bucket e lamington jaffles. Benvenuto in 658 Church Street. Al Top Paddock di Richmond https://toppaddockcafe.com/, la focaccia con mirtilli e ricotta sembra troppo buona per essere mangiata. Servono i soffici hotcakes con frutta e bacche di stagione. Guarda che capolavoro di profumi e sapori; sembra quasi un dipinto. Certamente, insieme alle espressioni della creatività del pittore Peter Booth, contribuirà a lasciare un durevole ricordo del tuo viaggio in Australia.

Gli piaceva trascorrere i fine settimana con suo padre, andando in bicicletta oltre la città alla serenità della brughiera. Nato in Inghilterra nel 1940, conosceva perfettamente il panorama industriale dell’Inghilterra settentrionale. È emerso per la prima volta come pittore di opere astratte, ispirate dai suoi primi anni nella città industriale di Sheffield (Inghilterra). Alla fine degli anni 70, il lavoro di PETER BOOTH si è evoluto in immagini neo-espressioniste. Prima che la sua famiglia emigrasse in Australia nel 1958, frequentò il Sheffield College of Art. Entrò alla National Gallery School di Melbourne. Laureato nel 1965, ha continuato a insegnare disegno alla National Gallery of Victoria Art School, fino al 1967. All’inizio degli anni ’70, inizia a dipingere astrazioni dai bordi duri di rettangoli scuri (principalmente in nero). Il suo lavoro è caratterizzato da un intenso potere emotivo di narrazioni e simbolismo esoterico.

Ha iniziato a tenere un diario dei sogni nel 1973, ed il disegno è stato fondamentale nella sua pratica di visualizzazione delle immagini, registrate con qualsiasi pezzo di carta. In molti dei suoi paesaggi, guarda al terreno preistorico dell’entroterra australiano. La sua immagine influenzata da precedenti movimenti artistici (come le opere di Francisco Goya e l’Espressionismo astratto). Nel 1977 PETER BOOTH aveva iniziato a lavorare in immagini figurative e paesaggistiche, esplorando entrambe le direzioni. In alcune opere, i suoi paesaggi sono popolati da strane figure umanoidi. In altre opere, i suoi paesaggi sono pieni di forme ricorrenti. Come anche tu puoi percepire, in gran parte del suo lavoro ha evocato un mondo speciale, tra l’osservato e l’immaginato. Durante gli anni ’80, iniziò a illustrare allo stesso modo fiocchi di neve che vagavano su figure e paesaggi. Cercando di acquistare le sue opere, puoi digitare https://www.invaluable.com/artist/booth-peter-ahnrc2jja1/sold-at-auction-prices/.

L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. Per ampliare il tuo orizzonte di conoscenza su altri pittori, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/pittori/.

Controllate anche

LIBERO DI TROVARE GIOIA, NELLA TRASFORMAZIONE – Nikos Ghikas: come tutti i grandi artisti, è stato un ispiratore.

Una pittura elegante, strutturale e informativa. Anche in un bar di Piazza Syntagma puoi bere …