Breaking News

1JEAN CALOGERO 1/3 – Le prime sue mostre sono del 1945 in Sicilia, e lui è ben conosciuto per i suoi pezzi surrealisti. Nato in Sicilia nel 1922, lui proviene da un ambiente familiare modesto, ma ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Catania, e l’Accademia delle Belle Arti di Parigi, vivendo e lavorando molti anni a Parigi e in Italia (con opere esposte anche a Los Angeles, San Francisco e New York).

9JEAN CALOGERO 2/3 – Il surrealismo delle sue tele, come puoi percepire di primo acchito, si fonde con i paesaggi che gli furono più cari, mostrando scenari e personaggi immersi negli ambienti siciliani e parigini. Pitturando, lui realizzava un mondo irreale, ascoltando musica classica ad alto volume, dentro un ambiente creativo pieno di acri odori di acqua ragia e pittura fresca.17

JEAN CALOGERO 3/3 – Qualcosa di straordinario, estremamente colmo di significati, accade quando si osserva uno dei suoi dipinti. In qualsiasi sua tela, tu trovi messaggi da decodificare. Se il tempo della tua osservazione si prolunga, accade un fatto insolito: a dismisura si espande la tua capacità di immaginazione. Certamente, anche tu non dimenticherai i suoi cesti colmi di frutta o fiori. Le sue donne dal viso elegante, oppure le fiere amazzoni troveranno un posto nei tuoi ricordi, insieme alla delicatezza di una Natività, dove il piccolo Gesù ha il viso di suo figlio.logo-meeting-benches

Puoi trovare di più in Meeting Benches, digitando http://meetingbenches.net/2016/09/jean-calogero-19222001-pittore-italiano-pezzi-surrealisti-sicilia-parigi/

 

Controllate anche

UN BOSCO INCANTATO, PIENO DI DELICATEZZA – Elfi e Fate, omaggiati anche su un francobollo

Ida Rentoul, magia creativa per poche persone Quella che ti raccontiamo è una storia di …