Breaking News
CASA » POESIE » A TRENTA, LA FESTA E’ FINITA – Choi Young-mi: l’accusa sotto forma di poesia. Sei stanze. Ventisette righe.

A TRENTA, LA FESTA E’ FINITA – Choi Young-mi: l’accusa sotto forma di poesia. Sei stanze. Ventisette righe.

Scrivere poesie che hanno fatto crollare il poeta più venerato della Corea.

Scopri la vista dalla torre o trascorri un’intera giornata al Museo Nazionale della Corea. Fai una pausa al Bukhansan National Park o conosci le strade di Itaewon. Perché non divertirsi nelle sale da canto coreane? Il tempio Jogyesa https://english.visitseoul.net/attractions/Jogyesa-Temple_/2586 è uno dei più antichi e importanti edifici buddisti di Seul, un luogo speciale dove rimanere un po ‘più a lungo, vivendo Dado, la tradizionale cerimonia del tè coreano, mentre leggi alcune poesie di Choi Young-mi.

Alla fine degli anni ’80, il suo lavoro testimonia un’aspettativa di cambiamento che si traduce in disillusione. Nata a Seoul (Corea del Sud), nel 1961, ha studiato storia occidentale e storia dell’arte all’Università di Hongik. Tra le figure che hanno incendiato il movimento #MeToo, CHOI YOUNG-MI è una poetessa e scrittrice della Repubblica di Corea, nota per la sua raccolta di poesie “At Thirty, the Party is Over”.

Nel 1981, ha partecipato a una protesta studentesca, poi detenuta presso la stazione di polizia ed è stata sospesa all’università per un anno. CHOI YOUNG-MI faceva parte di un gruppo segreto che ha osato tradurre il Capitale, di Karl Marx, dopo la guerra di Corea. A seguito del declino del comunismo alla fine degli anni ’80, ha cercato di esprimere quel cambiamento significativo, sia dentro che fuori di sé. Nel 2006 le è stato assegnato un premio letterario per il suo libro di poesie “Ai maiali”, che ha esposto le condizioni umane con un linguaggio satirico.

Vive a Seoul e scrive poesie che spesso combinano realismo urbano con contenuto erotico. Ora conosciuta come poetessa, scrittrice e critica d’arte, CHOI YOUNG-MI ha iniziato la sua carriera come poetessa nel 1992, quando ha pubblicato la sua raccolta di poesie “At Thirty, the Party is Over“. Nel 2017, l’editore di una rivista le chiese di scrivere una poesia sul femminismo. Accettando questa richiesta, scrisse la poesia “Mostrohttps://www.facebook.com/KoreaJoongAngDaily/posts/in-her-poem-monster-choi-young-mi-recounts-the-sexual-abuse-that-new-writers-fac/1531116627007534/, che esponeva le molestie e gli abusi sessuali di un vecchio poeta.

Per conoscere altri scrittori, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/scrittori/. Per tonalità di poesia provenienti da tutto il mondo, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/poesie/. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori.

Controllate anche

SCRIVERE, ALL’OMBRA DELLA MORTE – Poeti che raccontano il dolore, tra scetticismo e meschinità

Eppure, torneranno nuove primavere Come sono stati raccontati, in letteratura, gli elementi ricorrenti nelle realtà …