Settembre 26, 2021 11:00 pm
Breaking News
CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » INFINITAMENTE, TRA SENSUALITA’ E DISPERAZIONE – La poetica di Emile Verhaeren

INFINITAMENTE, TRA SENSUALITA’ E DISPERAZIONE – La poetica di Emile Verhaeren

Nel sud-ovest della provincia di Anversa, puoi visitare Sint-Amands https://www.belgium.be/nl/contactinfo_en_sites/Gemeenten/sint-amands dove lo Schelde determina naturalmente il confine della città. Questo confine è una vera attrazione turistica, con dighe dove puoi andare in bicicletta (oppure camminare per miglia), con l’acqua che è ideale per canoeisti o sciatori d’acqua. Émile Verhaeren – un poeta che scriveva in francese – ha un museo a lui dedicato http://www.emileverhaeren.be/fr che ti introdurrà alla sua attività letteraria.

Per lui, l’obiettivo immediato del poeta era quello di esprimersi, mentre l’obiettivo mediatico era quello di raggiungere il bello. Il poeta belga Émile Verhaeren era nato a Sint-Amands in un giorno di maggio del 1855. All’età di undici anni era stato inviato a Gand, per studiare in un collegio dai Gesuiti, poi laureandosi in giurisprudenza all’Università di Louvain (provò solo due casi in un’aula di tribunale), dedicando il suo tempo alla letteratura. https://www.poemhunter.com/poem/celui-du-rien/

Émile Verhaeren divenne presto una delle figure più importanti del rinascimento letterario belga, con una poetica che si muoveva tra sensualità e disperazione https://www.youtube.com/watch?v=YPtbR3wNl8c Aveva conosciuto il successo attorno alla metà del 1890, con poesie che vennero tradotte in tutto il mondo. Successivamente, aveva tenuto conferenze in tutta Europa. Nel novembre 1916 morì alla stazione di Rouen, dopo essere caduto sotto un treno sul quale stava cercando di salire.

INFINITAMENTEI cani della disperazione, i cani del vento autunnale, rosicchiano con il loro ululato i suoni neri delle serate. L’oscurità, immensamente, si nasconde nel vuoto attraverso la luna, vista dalla luce dell’acqua. Da punto a punto, laggiù, le luci lontane, e nel cielo, sopra, spaventose voci, venendo e andando dall’infinità delle paludi e degli aerei, all’infinito delle valli e dei boschi. E le strade che si estendono come le vele, e passano l’un l’altro, venendo spiegati in lontananza, senza suono, mentre si allunga sotto le stelle, attraverso le ombre e il terrore della notte.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.amazon.com/Poesie-complete-3-Emile-Verhaeren/dp/2804016560

Controllate anche

NELLE SUE PAGINE, NON ASPETTARTI MAI UN BRANCO DI BUFALI – Meena Kandasamy, la donna che mostra cicatrici all’interno di cornici espositive

Dirti qualcosa che va contro la saggezza popolare Se ti piace sfogliare i libri e …