Settembre 24, 2021 12:02 am
Breaking News
CASA » POESIE » POESIA AMERICANA CONTEMPORANEA

POESIA AMERICANA CONTEMPORANEA

poetry-foundation-3-1Con un proprio bilancio (ma anche ricevendo donazioni), una fondazione culturale gestisce borse di studio e premi. Nella sua sede americana (precisamente a Chicago), esiste una associazione che si occupa di poesia. Il suo nome è Poetry Foundation https://www.poetryfoundation.org/ dove uno staff persone aggiorna l’orizzonte poetico nella vita dei suoi lettori. L’età d’oro della poesia americana? Gli anni Venti e Trenta. La corrente letteraria metafisica non riuscì a monopolizzare l’America. Tutto continuò nella tradizione, fatta eccezione degli epigrammi di di Hilda Doolittle, del nichilismo di Robinson Jeffers e degli scavi psicologici di Conrad Aiken. Ci piace identificare in Merrill, Merwin e Bishop, le voci dell’ultima generazione. Senza dimenticare Plath e Sexton. Un fatto positivo, è che alcuni poeti del nostro tempo sono pubblicati in edizioni a diffusione di massa (anche senza avere ricevuto un riconoscimento internazionale.marta-collins-1

LINEE – Martha Collins

Disegna una linea. Scrivi una linea. Là. Rimani in linea, tieni la linea, uno sguardo tra le righe è bene, ma non girare gli angoli, croce, tagliarci, andare oltre o fuori, tra due punti di non ritorno di una linea di volo, tra due punti di vista della visione di una linea. Ma una linea di pensiero è raramente diritta, in una linea aperta c’è linea di partito, però bene il tuo punto. Una linea di comunicazione di fuoco, ma cadono le armi e lascia la tua linea, prendi in considerazione la distanza più breve da X a Y, sia x me, sia y te essere. amy-clampitt-1

MATTINA DI PASQUA – Amy Clampitt

Una pietra all’alba, acqua fredda nel bacino. Ruvida e priva di immagini intonacate. Queste mura, dopo il martellamento di tanta insistenza sulla necessità di nominare, dopo i travestimenti che passavano come volti, la grazia: l’unzione di pura non esistenza risalita in questo fresco giacinto, del senza nome senza volto.julie-hill-alger-1

LEZIONE 1 – Julie Hill Alger

Almeno ho imparato questo: la vita non deve essere tutta poesia e rose. La vita può essere corse d’autobus, marciapiedi granulosi, bollette elettriche, lavastoviglie, labbra screpolate, opache matite tozze con le gomme masticate fuori, radio a basso costo che hanno giocato troppo forte, il grado d’odore di caffè stantio ma ancora brillante, con il fuoco interiore di un opale, assaporare ancora come miele.logo-meeting-benches

 

 

Controllate anche

LA PUREZZA DI UN’ATTRAZIONE IMPENETRABILE – Maria Luisa Spaziani, versi sommessi dentro l’inferno dell’indifferenza

Scrivere è vivere e viceversa Poco prima di morire, Virginia Woolf le ha inviato un …