Settembre 27, 2021 12:42 am
Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » QUALUNQUE COSA LA MENTE POSSA CONCEPIRE E CREDERE – Visitando Seoul, non importa quanto lentamente vai, purché il tuo orizzonte sia vasto.

QUALUNQUE COSA LA MENTE POSSA CONCEPIRE E CREDERE – Visitando Seoul, non importa quanto lentamente vai, purché il tuo orizzonte sia vasto.

In Corea del sud, non lasciare che i ricordi siano più grandi dei sogni.

La mente del viaggiatore https://archive.org/details/isbn_9780465046218, è un libro scritto da Eric J. Leed nel 1991. Ti suggeriamo di leggerlo, prima del tuo prossimo viaggio. Con i suoi “viaggi d’autore“, http://meetingbenches.com/category/author_travels/ ti propone l’acceso ad alcuni itinerari speciali, seguendo le strade della mente umana. Decidendo di visitare la Corea del sud, potrai percorrere le strade della creatività di questa terra, lasciandoti guidare da cinque persone che sono nate sotto questo cielo. Tutti loro, con il loro modo di percepire l’arte, ti accompagneranno in un viaggio indimenticabile.

Pasti tradizionali della Corea del Sud che vorresti provare? Ramen piccante (condito con formaggio fuso), banchan o involtino di riso ripieno, pancake salati e zuppa. Il banchan si riferisce a quei deliziosi contorni serviti all’inizio di un pasto. In Itaewon, Sigol Bapsang http://www.heytheresia.com/2014/07/sigol-bapsang-itaewon.html, serve come piatto principale. Lì troverai almeno 20 diversi tipi di banchan, gli stessi apprezzati da un pittore coreano di pop art.

Il suo stile combina l’estetica militare del realismo socialista con la pop art, con un tocco quasi Disney. Invece del suo vero nome, usa lo pseudonimo di “Sun Mu” e non consente foto del suo viso. Questo pittore coreano ha lavorato come artista di propaganda nella Corea del Nord, prima di fuggire durante una grave carestia in Corea del Sud. SUN MU https://sunmuart.com/ fu addestrato dall’esercito nordcoreano come artista di propaganda e in seguito studiò arte al college.

Le linee sono numerate e tradotte in inglese, quindi trovare la tua destinazione non ti farà venire il mal di testa. Visitando Seoul https://english.visitseoul.net/tourist-information-centers, puoi prendere la metropolitana, più veloce, economico e più conveniente. Mentre aspetti il treno, guardati intorno, perché ci sono molte cose da vedere nella stazione, come K-Star Road (via Apgujeong Station sulla linea 3 della metropolitana, uscita 1). Girovagare per i vicoli rivelerà ogni sorta di punti di interesse musicale, tranne l’incontro con il cantautore Lee Donghae.

Cantautore, ballerino e attore, nonchè modello sudcoreano, LEE DONGHAE https://www.facebook.com/SJ13DonghaeLee/ è membro di una boy band. Nato a Mokpo (Jeolla Meridionale, Corea del Sud), in un giorno di ottobre del 1986, dopo aver vinto un premio al SM Youth Best Contest nel 2001, nel 2005 ha debuttato come membro del gruppo Super Junior. Fa parte della Unit “SM The Performance”, composta dai migliori ballerini dell’agenzia.

Scopri la vista dalla torre o trascorri un’intera giornata al Museo Nazionale della Corea. Fai una pausa al Bukhansan National Park o conosci le strade di Itaewon. Perché non divertirsi nelle sale da canto coreane? Il tempio Jogyesa https://english.visitseoul.net/attractions/Jogyesa-Temple_/2586 è uno dei più antichi e importanti edifici buddisti di Seul, un luogo speciale dove rimanere un poco più a lungo, vivendo Dado, la tradizionale cerimonia del tè coreano, mentre leggi alcune poesie di Choi Young-mi.

Alla fine degli anni ’80, il suo lavoro testimoniava un’aspettativa di cambiamento che si tradusse in disillusione. Nata a Seoul (Corea del Sud), nel 1961, ha studiato storia occidentale e storia dell’arte all’Università di Hongik. Tra le figure che hanno incendiato il movimento #MeToo, CHOI YOUNG-MI è una poetessa e scrittrice della Repubblica di Corea, nota per la sua raccolta di poesie “At Thirty, the Party is Over”.

Vouoi cercare qualcosa su moda coreana e abbigliamento a Seoul? Prova dentro il Distretto di Dongdaemun, https://www.agoda.com/it-it/hotels-near-dongdaemun-market/attractions/seoul-kr.html?cid=-218, con oltre 25 centri commerciali e 30.000 boutique locali dove troverai di tutto (dai tessuti di seta ai prodotti per animali domestici). Di notte, la zona offre una vivace vita notturna con spettacoli musicali e persino sfilate di moda. Non dimenticare i centri commerciali vicini, come Doota Mall e Migliore Dongdaemun.

Accompagnare il padre durante i suoi viaggi di ispirazione è stata una parte importante della vita di LEE CHUNG CHUNG. Nato nel 1967 a Seoul, inizia la sua carriera nel design nel settore dell’abbigliamento maschile, dove consolida le sue capacità sartoriali. Gli piace mescolare concetti contrastanti. Dopo l’introduzione della sua prima collezione, ha ricevuto il plauso della critica da importanti riviste di moda. Ora, la sua linea https://liecollection.com/about/ è distribuita attraverso conti all’ingrosso in tutto il mondo.

Nonostante la guida a sinistra, ti renderai conto che la Corea del Sud è perfetta per chi ama i viaggi su strada, dove ci sono molte cose da vedere lungo le rotte costiere, cercando la bellezza di Geoje https://english.visitkorea.or.kr/enu/TRV/TV_ENG_3_7.jsp?gotoPage=3&cid=2405054svilivi, dalle sue infinite coste allineate, con insenature sulla spiaggia e scogliere boscose. Osservando questo sconfinato paesaggio, certamente anche tu comprenderai i motivi che hanno alimentato la creatività fotografica di un uomo nativo di questi luoghi.

Ha esposto le sue opere a livello internazionale. È nato sull’isola di Geoje (Corea del Sud) nel 1956, diventando fotografo attivo dalla metà degli anni ’80. Mentre l’acqua diventa nuvole per evaporazione e diventa la vita del terreno per pioggia, per ATTA KIM https://web.archive.org/web/20071103024145/http://www.icp.org/site/c.dnJGKJNsFqG/b.1706759/k.9A54/Atta_Kim_OnAir.htm, il ghiaccio è un materiale affascinante che si riflette tra infinito e finitezza. Racconta la regola di base del mondo: nulla è eterno. Il ghiaccio diventa acqua e l’acqua diventa vita.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare http://meetingbenches.com/category/author_travels/.

Controllate anche

UNA LUNGA STRISCIA CREATIVA, DALLA CALIFORNIA A NEW YORK – Sei modi per dire io creo

Dove l’immaginazione vale più della conoscenza La composizione razziale della città era nel 2007 afroamericana …