Breaking News
CASA » FOTOGRAFIE » RICORDANDO UN FOTOGRAFO PITTORIALE DEL XX SECOLO – Mary Devens, pioniera della fotografia moderna

RICORDANDO UN FOTOGRAFO PITTORIALE DEL XX SECOLO – Mary Devens, pioniera della fotografia moderna

Un fotografo pittorico dei primi del 20° secolo

Cambridge ha la sua identità e il suo fascino. Dalla rinomata Harvard University alle piazze, che tu sia interessato alla storia, all’arte o desideri provare i ristoranti della città. Il suo cimitero di Mount Auburn https://mountauburn.org/?cache è stato il primo cimitero da giardino dell’America, pieno di opere d’arte e paesaggi. Nomi famosi sepolti qui includono Winslow Homer e Amy Lowell. Una pioniera della fotografia moderna, nacque e visse qui.

Un album con stampe di albume, esposto da Mary Devens nel 1884 https://www.historicnewengland.org/explore/collections-access/capobject/?refd=PC009.051. Le fotografie di questo album sono di buona qualità pittorica. La maggior parte di queste immagini sono, come la 344 Beacon St. (Boston, MA) e la 101 Brattle St. (Cambridge, MA), datate e identificate. Le sue fotografie degli interni documentano elementi decorativi del periodo, compresi gli sfondi. A partire dal 1897, si esibiva regolarmente nelle presentazioni annuali, esponendo il suo lavoro sia in patria che all’estero. Nel 1902 era diventata membro del principale gruppo inglese di fotografi d’arte, la Linked Ring Brotherhood.

Prima di avventurarsi in opere pittoriche-fotografiche, del 1884 stava facendo fotografie di individui, paesaggi e architettura. Mai sposatasi, Mary Devens http://www.luminous-lint.com/app/photographer/Mary__Devens/ABCDEF/ era nata (e ha vissuto tutta la sua vita) a Cambridge, nel Massachusetts. Fece amicizia con un collega che promosse alacremente il suo lavoro, in conferenze e mostre. Nel corso degli anni, il suo lavoro è apparso in saloni fotografici, come a Chicago e Filadelfia. Nel 1905, iniziò a perdere la vista, facendola cessare di fotografare e perfino di esibirsi.

Abbracciando le sue fotografie su molti livelli, Camera Notes, periodico di Alfred Stieglitz, ha eseguito una fotografia della sua immagine con effetto carbone. È stata elogiata per i ritratti creativi, le stampe gommose e gli ozotipi (tipo di stampa che ha permesso il lavoro manuale sull’immagine). Nel 1895, Mary Devens http://www.photography-news.com/2011/05/remembering-early-20th-century.html si unì alla Old Cambridge Camera Club, viaggiò in Europa e apprese il processo del bicromato di gomma. Diventando una delle prime americane a dominarla, aveva condiviso informazioni su questa tecnica con il suo Club. Dal 1899, fu membro della Boston Society of Arts and Crafts, fino alla sua morte, avvenuta in un giorno di marzo del 1920, nella sua casa di Cambridge.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i racconti fotografici già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/fotografie/.

Controllate anche

ENIGMATICHE PRESENZE, DENTRO UNIVERSI SILENZIOSI – Riccardo Moncalvo, testimone della Torino industriale del ‘900

Figure senza volto Tra le piazze più belle della città c’è Piazza Castello, ma anche …