Settembre 23, 2021 11:22 pm
Breaking News
CASA » POESIE » IL RITMICO FLUSSO DEI SENTIMENTI INTENSI – Ascoltando poesie indiane

IL RITMICO FLUSSO DEI SENTIMENTI INTENSI – Ascoltando poesie indiane

logo-meeting-benchesKamala Das è il più famoso poeta femminile di lingua inglese in India. Sempre alla ricerca di amore puro, senza restrizioni, il suo lavoro è l’espressione ardente di un animo sensibile. Molti critici hanno osservato che la sua scrittura può essere definita femminista. In molte università internazionali, le sue poesie appaiono nel curricula di studi corsi letterari. La caratteristica più significativa della letteratura indiana è la sua diversità. Rabindra Nath Tagore, è stato uno dei più grandi scrittori nella storia della letteratura indiana. Fu il primo poeta indiano ad ottenere un posto permanente nel canone della letteratura mondiale. Ha scritto in quasi tutti i generi di letteratura, come poeta è stato riconosciuto a livello internazionale. Le sue poesie esprimono sensibilità romantiche e mistiche.meeting-benches-agra-india-1

CANZONE D’AUTUNNO – Sarojini Naidu

Come una gioia nel cuore di un dolore, il tramonto si blocca su una nuvola. Una tempesta d’oro di fasci scintillanti, di fragili foglie svolazzanti, vento selvaggio che soffia in una nuvola. Ascolta la voce che chiama al mio cuore, nella voce del vento. Il mio stanco cuore è triste e solo, i suoi sogni come foglie svolazzanti sono andati, e perché dovrei rimanere dietro? meeting-benches-agra-india-3

FACCIA A FACCIA – Rabindranath Tagore

Giorno dopo giorno, o Signore della mia vita, devo stare davanti a te, faccia a faccia. Con le mani giunte, o Signore di tutti i mondi, devo stare davanti a te, faccia a faccia. Sotto il tua grande cielo in solitudine e nel silenzio, con cuore umile devo stare davanti a te, faccia a faccia. In questo tuo mondo laborioso e tumultuoso, con fatica e con la lotta, tra la folla che si affrettava devo stare davanti a te, faccia a faccia. E quando il mio lavoro è fatto in questo mondo, o Re dei re, da solo e senza parole, devo stare davanti a te, faccia a faccia.meeting-benches-agra-india-4

O JASMINE – Mohanchand

O Jasmine, bella Jasmine, milioni di cuori tu vinci. Come balli in brezza mite, come ti pavoneggi con ronzio di api rubando il mio sguardo con sorriso birichino. Come vino la rugiada del mattino, come ti brilli in tonalità serali che sembrano così divine per tutto il tempo. Fiorendo e arrossendo sotto il pergolato, ogni profumo si fa doccia, deliziando tutti i cuori di umore opaco. In pochi istanti ti pongono più applausi che le stelle scintillanti per milioni di anni, nell’enigmatico fascino covata. O Jasmine, bella Jasmine. Milioni di cuori così tu vinci.

Controllate anche

LA PUREZZA DI UN’ATTRAZIONE IMPENETRABILE – Maria Luisa Spaziani, versi sommessi dentro l’inferno dell’indifferenza

Scrivere è vivere e viceversa Poco prima di morire, Virginia Woolf le ha inviato un …