Breaking News
CASA » POESIE » SFUMATURE DI POESIA PORTOGHESE

SFUMATURE DI POESIA PORTOGHESE

poets-2-1Gli inizi della poesia portoghese? Devi tornare indietro, al 12 ° secolo, nel periodo in cui la contea del Portogallo era stata separata dal Regno di Galizia (nel nord-ovest della penisola iberica). Molti poeti e parolieri, prima della Rivoluzione dei Garofani nel 1974, sono conosciuti per opere create come canzoni rivoluzionarie che rappresentavano lo spirito della rivoluzione, come Zeca Afonso e Sérgio Godinho.                     poets-1-1Anni anni prima, il modernismo era stato responsabile della liberazione della complessità del panorama portoghese da sè stessi, soprattutto grazie a Fernando Pessoa. Nel XIX secolo, Almeida Garrett (con la sua poesia Camões), con il romanticismo e le sue conseguenze, si è affermata nel Portogallo. Era stato con il Rinascimento che i poeti portoghesi avevano intrapreso una nuova letteraria, a causa delle influenze provenienti dall’Italia, ma anche per effetto delle scoperte geografiche portoghesi. Movendo indietro nel tempo medievale, era stata prodotta la poesia epica romantica. Con l’espansione portoghese nel Sud, la poesia ha conservato alcune di queste principali caratteristiche. https://www.amazon.com/Rain-Portugal-Poems-Billy-Collins/dp/0679644067

portogallo-8-1IO VADO – Renata Correia Botelho

Al pianoforte, un corpo educato per tutto a nascere di nuovo, alla promessa di dita che ritornano a quel luogo di incontro, dove non ricordiamo più chi siamo, nè per chi abbiamo pianto. Ci riscaldiamo le nostre le mani al vento che sferza, la pelle gradualmente fondendosi nelle ali, il sangue in foreste e fiumi. Questo è come si inizia, vediamo la mattina da lontano e attendere un volto da elaborare per noi.

portogallo-13-1IL PESO DEI LIBRI – Filipa Leal

Stavo pensando che i che i libri sono senza peso. Voglio dire, che galleggiano sulla comprensione. Sulla memoria. O ancora meglio: essi sono costanti perché non sono persone. Non hanno notti, nessuna insonnia. Non hanno il sonno in loro. Stavo pensando che i libri sono meno complicati di noi. Anche quando siamo a corto di una linea, di una parola. Anche quando non riusciamo a respirare. Quando ho pensato che avevo una vaga nozione di diritto e un respiro pallido che desidera essere una pagina.

portogallo-18-1STANNO ARRIVANDO ADESSO – Alberto Pimenta

Stanno arrivando adesso, arroccati su camion. Il loro unico contatto con la terra è quando saltano giù a calpestarlo. Hanno cuori che devono essere ciechi, perché poggiano sulle pistole, come i ciechi su canne. Camminano portando morte dalla testa ai piedi: molti hanno inciampato già nel terreno disturbato. Quelli non vedranno nuovamente il disco dell’alba. Altri seguiranno uno per uno. Questa è la parola di un cuore che vede.logo-meeting-benches

Controllate anche

UN POETA, GIORNALISTA E LIBRETTISTA DELLA VITA BREVE – Carlos Fernández Shaw

Alla fine di rapidi schizzi, ripetendo una frase delle sue zarzuelas Tra i ricordi di …