Breaking News
CASA » POESIE » VEDO IL MIO PERCORSO, MA NON SO DOVE PORTA – Rosalía de Castro: esprimere con le poesie la propria anima celtica e misteriosa.

VEDO IL MIO PERCORSO, MA NON SO DOVE PORTA – Rosalía de Castro: esprimere con le poesie la propria anima celtica e misteriosa.

Felicità, so che esisti e non sei un sogno futile.

Nel nord-ovest della Spagna, Santiago di Compostela è famosa per essere la destinazione finale del cammino di Santiago www.camminosantiagodecompostela.it, conserva una cattedrale del 1211, la cui facciata decorata con statue di pietra si apre verso una grande piazza racchiusa dalle mura della città vecchia. Le strade francesi e spagnole che compongono l’itinerario (800 km per la durata di 1 mese), sono state dichiarate Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Uno degli hotel più lussuosi e belli della catena dei Paradores è questa città, meta di milioni di pellegrini. Il Parador de Santiago https://www.parador.es/en/paradores/parador-de-santiago-de-compostela, è una miscela di arte e tradizione storica, situata vicino alla cattedrale. Qui, una donna speciale ha riscoperto la lingua galiziana.

La maggior parte della sua vena creativa è stata dedicata allw narrazioni romantiche in lingua castigliana. Condusse una vita funestata da malattie e problemi psicologici. Nel 1837, era stata registrata come figlia di sconosciuti all’ufficio anagrafico di Santiago de Compostela. Nel 1858, ROSALIA DE CASTRO si sposò con il giornalista Manuel Murguía, editore dei libri redatti dalla moglie. Manifestò il timore della morte e l’ineluttabile destino con la pubblicazione di tre libri di poesie, riscoprendovi la lingua galiziana. Morì nel 1885. https://www.amazon.com/gp/product/B00ATFPQ32/ref=dbs_a_def_rwt_bibl_vppi_i4

OMBRA NERA – Quando penso che tu ti sei separato, un’ombra nera mi sovrascrive ai piedi dei miei cuscini, tu ritorni a prendermi in giro. Quando penso che tu sia andato, dal sole stesso mi prendi in giro, e tu sei la stella che brilla, e tu sei il vento che geme. Se cantano, sei tu che canti, se piangono sei tu che piangi, e tu sei la voce del fiume, la notte e l’alba. Ovunque tu sia in tutto, per e dentro di me vivi e non mi lascerai mai, ombra che mi fa sempre ombra.

Per conoscere altri scrittori, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/scrittori/. Per tonalità di poesia provenienti da tutto il mondo, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/poesie/. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori.

Controllate anche

SCRIVERE, ALL’OMBRA DELLA MORTE – Poeti che raccontano il dolore, tra scetticismo e meschinità

Eppure, torneranno nuove primavere Come sono stati raccontati, in letteratura, gli elementi ricorrenti nelle realtà …