Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » VIAGGIO D’AUTORE IN PENNSYLVANIA – Un itinerario dove il fantastico incontra l’inconsueto e il magico

VIAGGIO D’AUTORE IN PENNSYLVANIA – Un itinerario dove il fantastico incontra l’inconsueto e il magico

Quando persone creative fanno da cornice a un viaggio

Benvenuto nel nostro nuovo “viaggio d’autore”, qualcosa di originale che ti aiuterà a scoprire i luoghi con gli occhi di chi per nascita o per vocazione li conosce molto bene. Situata nel nord-est degli Stati Uniti, questa regione vanta grandi laghi, catene montuose e un tratto panoramico della costa del Lago Erie. Le migliori cose da fare in Pennsylvania https://www.touropia.com/best-things-to-do-in-pennsylvania/: Pittsburgh e Filadelfia ti offrono una vasta gamma di attrazioni turistiche, ma potresti anche scegliere di stare fuori città, visitare fattorie Amish e città fantasma.

Gli occhi di un pittore osservano luoghi e persone con passione, quasi come fossero dentro un suo dipinto, ed è proprio così che ci aiuta a osservare e percepire tutto ciò che ci circonda con occhi diversi. Da bambino aveva rivelato inclinazione per il disegno, perciò, venne incoraggiato dal padre che intuì il talento artistico del figlio. Nel 1976, girò gli Stati Uniti in autostop, per osservare da vicino i lavori degli artisti della scena americana. Non soltanto le immagini dei suoi omini stilizzati sono famose in tutto il mondo, ma i suoi lavori sono familiari anche a chi non sa niente dell’arte pop degli anni ottanta. Keith Haring https://www.haring.com/ nacque a Reading, in Pennsylvania, in un giorno di primavera del 1958, studiò grafica e alla School of Visual Arts di New York, dove iniziò iniziò a dimostrare interesse per graffiti e murales. Apprese l’arte di veicolare messaggi semplici e intellegibili.

Cantare diversamente, cercando la giusta scelta del ritmo e del timbro vocale. C’è una cantante che è riuscita a far sì che le sue strofe di parole cantate corrispondessero a ciò che percepiva dentro di sé. Un suonatore di banjo e una ragazzina tredicenne, una notte d’amore e un padre che continuare a suonare con orchestre itineranti, dimenticando tutto. Ecco perché quella bambina di natura fragile, nata in un giorno di primavera del 1915, sviluppò la capacità di esprimere risposte forti. Billie Holiday https://billieholiday.com/ seguì sua madre a New York, iniziò a prostituirsi in un bordello e venne arrestata. Uscita di prigione provò a lavorare come ballerina e cantò in vari club di Harlem. Cantare, per lei era come suonare uno strumento a fiato.

La poesia è una carezza per lo spirito, un modo per rigenerare l’anima, ma cantandola diventa un vero e proprio rifugio personale. Lei fa proprio così. Il suo modo di scrivere è alimentato anche da svariate forme musicali come blues e ragtime. Lei pensa, infatti, che sia possibile una musicalità della poesia, è convinta che le parole debbano coniugarsi con la voce. Yolanda Wisher http://www.yolandawisher.com/about spende la propria creatività in questo modo, fondendo attività artistiche che comunitarie. Dal suo punto di vista, ogni poesia è un vero e proprio atto performativo, cioè capace di produrre cambiamento in chi ascolta.

Se hai deciso di comprarti qualcosa da indossare, ricorda il consiglio di Coco Chanel: la moda non esiste soltanto sotto forma di abiti, perché a che fare con ciò che accade dentro di te, nel cielo e nelle strade della tua città. Nel cuore di Filadelfia, il Fashion District è un posto amabile per fare acquisti. Entrando in Skirt guardi le etichette: sono esposte in vetrine girevoli, dove puoi trovare una gonna per una ragazza o una giacca di pelle cropped Iro, ma non dimenticarti di buttarti addosso un abito floreale di Veronica Beard. Nella Gallery At Market East, un posto enorme, troverai anche negozi dell’usato ben organizzati e puliti. https://www.mallscenters.com/malls/pennsylvania/the-gallery-at-market-east.

Vedere il mondohttps://contrastobooks.com/in-parole/591-vedere-il-mondo.html, è un libro di Edoardo Boncinelli, genetista italiano che ti aiuta a riflettere sul rapporto tra scienza e fotografia. Vedere il mondo in modo originale, è anche ciò che fa una fotografa americana. Guarda bene: tutti i protagonisti delle sue immagini sembrano come mascherati, quasi iper-reali. Più che fotografie, le sue sono delle messe in scena che esplorano un mondo. Il suo modo di fotografare risale al modo in cui era usata la fotocamera nel XIX secolo. Le scene realizzate da Nadine Rovner https://www.nadinerovner.com/ trovano alimento nella fotografia in scena. Il suo modo di lavorare parte sempre da una percezione, e soltanto successivamente si trasforma in una scena da ritrarre. Osservando una qualsiasi delle sue fotografie, anche tu potrai immediatamente captare che dentro ci sono cristallizzati frammenti di significato, sospesi tra realtà e memoria.

Prova a immaginare che parte dei tuoi viaggi siano tra bocca e cibo, e che a questi itinerari corrispondano altrettante lezioni di gusto. Scegli bene dove mangiare e bere, anche viaggiando in Pennsylvania: il cibo fa la tavola, e la tavola celebra il cibo. Se anche tu sei un buon conoscitore della Pennsylvania, certamente hai imparato a non trascurare il “potere evocativo” delle cose che mangi e bevi. Esistono ristoranti dove puoi cenare in un’atmosfera meravigliosamente familiare, dove puoi gustare ingredienti stagionali che combinano le ricette di famiglia con l’elegante stile francese. Qui non dovrai preoccuparti di ciò che si mangia, ma con chi si mangia, dunque, scegli bene. Al Clifford’s Restaurant https://cliffordsrestaurant.com/ , per antipasto inizia con gamberetti marinati freschi alla griglia, poi del pesce fresco alla griglia, ma non dimenticare il loro pane fatto in casa!

L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/viaggi_dautore/.

Controllate anche

LASCIATI INCANTARE DA TORINO – Un’opportunità per chi ha in programma di muoversi all’insegna dell’arte

Persone da conoscere a Torino, per un vero amante della creatività Piccola e ben costruita, …