Breaking News
CASA » PITTORI » DONALD FRIEND (1915/1989), PITTORE AUSTRALIANO – Il Duca di Bali

DONALD FRIEND (1915/1989), PITTORE AUSTRALIANO – Il Duca di Bali

Guidato dalla sensazione dell’insufficienza della vita

DONALD FRIEND 1/3 – Nato a Sydney in un giorno di febbraio, lui è stato un pittore, disegnatore e autore della metà del XX secolo. I suoi diari (che teneva a partire dall’età di 13), mostrano la sua determinazione a diventare un artista. Fu influenzato dalla scuola inglese di design, ma anche assorbì l’influenza di Georges Braque. Nel 1934 tornò a Sydney per studiare, e nel 1936 viaggiò a Londra come studente d’arte. A metà degli anni Sessanta era uno dei due migliori disegnatori del nudo in Australia. Gran parte della sua vita è stata trascorsa fuori dall’Australia, come in Nigeria e Italia (diverse visite negli anni ’50), Ceylon e Bali (dal 1968 fino al ritorno a Sydney nel 1980). A Canberra, visitando la National Gallery of Australia, https://nga.gov.au/ puoi ammirare alcuni dei suoi dipinti.

DONALD FRIEND 2/3 – Si vestiva come Oscar Wilde. “Il duca”, come è diventato noto, ha violato la convenzionalità per tutta la vita. Nato in una famiglia altamente colta, è cresciuto nell’odio della superficialità della società di Sydney, diventando non soltanto un famoso pittore decorativo, ma uno dei migliori artisti australiani. Si arruolò nel 1942, ma il servizio militare australiano non era il suo ambiente naturale. All’epoca, il suo psichiatra dell’esercito gli aveva prescritto dei week-end per andare a dipingere, trascorrendo così del tempo ad Albury con Russell Drysdale. Dopo la guerra, i due avevano scoperto insieme l’area mineraria abbandonata di Hill End (un villaggio vicino Bathurst, nel Nuovo Galles del Sud), che divenne una sorta di colonia di artisti.

DONALD FRIEND 3/3 – All’età di 17 anni visse per un periodo di tempo con una famiglia del Nord Queensland, iniziando una serie di disegni. Oltre ai paesaggi, dalla fine degli anni ’30 ha fatto molti disegni di giovani nudi maschili, che rimangono tra i suoi migliori lavori. Ammirava i bei ragazzi ed era infatuato dall’idea di disegnarli. Al suo ritorno in Australia nel 1953, stava spesso scappando dagli affanni amorosi, dipingendo a Hill End e nello studio di Drysdale a Sydney. Al momento della sua morte, la sua reputazione era caduta così basso che il suo lavoro è rimasto assente dalla mostra del bicentenario australiano del 1988. I suoi diari (che descrivono in mezzo milione di parole una vita popolata da molti artisti), sono stati pubblicati ben dopo la sua morte. Nella sua vita (così come nell’arte), si è divertito a fare scherzi. A Cowaramup, la collezione Holmes à Court (una galleria d’arte situata nell’originale cantina Vasse Felix), ha opere significative di questo pittore.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://jiudzal.net/the-controversial-art-and-lifestyle-of-donald-friend/

Controllate anche

I DIPINTI INTERCULTURALI DI UN ARTISTA FILIPPINO – Ronald Ventura e la sua fusione di realismo, cartoni animati e graffiti

Le complesse relazioni interculturali del paese in cui nasci Attraverso un approccio culturalmente permeabile, le …