Breaking News
CASA » PITTORI » FRANCOIS BOUCHER (1703/1770), PITTORE ROCOCO’ FRANCESE – L’importanza del tratto fluido e dei colori solari

FRANCOIS BOUCHER (1703/1770), PITTORE ROCOCO’ FRANCESE – L’importanza del tratto fluido e dei colori solari

Dipingere alla corte del re, rappresentando il gusto francese all’estero

FRANCOIS BOUCHER aveva innalzato il livello del disegno preliminare per la pittura da studio, portandolo ad arte autentica e finita a pieno titolo. Tra i suoi ritratti, il più celebre è quello della Pompadour, realizzato nel 1755. All’apice del successo, accolse vari pittori nel suo atelier (tra i quali Fragonard e David). Con l’opera “Venere che ordina a Vulcano le armi per Enea”, aveva incominciato una serie di trattazioni mitologiche, con figurazioni eleganti e sensuali, colori chiari e forme avviluppate. Era nato a Parigi in un giorno di settembre, apprendendo da suo padre le prime tecniche pittoriche e di stampa. https://www.youtube.com/watch?v=8UHNWwW30cM

Nel 1727, a sue spese e come allievo libero, FRANCOIS BOUCHER fu accolto all’Accademia di Francia. Nello stesso anno aveva soggiornato a Roma, dove rimane impressionato dallo stile pittorico del Veronese, Guercino e Tiepolo. Il suo strumento prescelto per il disegno variava dalla matita, al carboncino, alla penna e all’inchiostro, al pastello, al lavaggio ad acquerello, fino a vari gessetti di diversi colori. Si era sposato nel 1733 con Marie Jeanne Buseaux (intelligente ed essa stessa artista), che prese spesso come modella. Nel 1734 è nominato membro dell’Académie royale de peinture et de sculpture, ottenendo anche l’incarico di primo pittore del re oltre. Lavorò per le dimore dei ricchi aristocratici e per quelle dei finanzieri, ma la più illustre delle sue clienti fu la marchesa di Pompadour (la favorita di Luigi XV). https://www.youtube.com/watch?v=fp7Dop66nTE

Aveva una fecondità creativa prodigiosa, perciò la sua produzione è sterminata. Tra le sue più belle opere a sfondo mitologico, “Il trionfo di Venere” e “Diana uscita dal bagno”. FRANCOIS BOUCHER lavorò per piacere alla corte di Luigi XV, giungendo a rappresentare il gusto francese all’estero. Ha dominato la pittura francese fino all’emergere del neoclassicismo, quando le critiche si sono accumulate su di lui. Morì a Parigi gli ultimi giorni di maggio, all’età di sessantasei anni. https://www.youtube.com/watch?v=4PbaAvNcGRY Tra i musei che espongono sue opere, la Alte Pinakothek di Monaco di Baviera, il Musée du Louvre di Parigi e la Wallace Collection a Londra.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.youtube.com/watch?v=7PItExN1akM

Controllate anche

I DIPINTI INTERCULTURALI DI UN ARTISTA FILIPPINO – Ronald Ventura e la sua fusione di realismo, cartoni animati e graffiti

Le complesse relazioni interculturali del paese in cui nasci Attraverso un approccio culturalmente permeabile, le …