ANG KIUKOK (1931/2005), PITTORE FILIPPINO – Uno stile che fonde influenze di cubismo, surrealismo ed espressionismo.

Quando l’intensità delle opere era in contrasto con la propria personalità.

Molte delle sue immagini più macabre sono state dipinte durante la regola della legge marziale di Ferdinando Marcos. Crescendo artisticamente, ha cristallizzato in figure cubiche l’angoscia dei suoi tempi, dove ha perseguito un’espressione intrisa di fervore nazionalista. Ha tracciato un percorso iconografico tutto suo, attraverso opere espressionistiche di grande impatto visivo. Nato da genitori cinesi immigrati, ANG KIUKOK è stata una delle figure più vitali e dinamiche emerse negli anni ’60.

Le sue opere possono essere trovate in molte collezioni d’arte (come il Centro Culturale delle Filippine e il Museo Nazionale di Singapore). In un giorno di marzo è nato a Davao City, dove si è specializzato in arti cinesi. Entrò all’Università di Architettura e Belle Arti dell’Università di Santo Tomas, e in seguito insegnò arte in una scuola per cinesi stranieri. Emerse non soltanto come un favorito dalla critica, ma anche come un artista commercialmente popolare. Alla sua morte, è stato riferito che divenne uno dei più quotati nelle aste.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere.

Instagram

Controllate anche

QUANDO LA NON ANTICHITÀ DIVENTA TESORO D’ARTE

Il genio e lo stile originale di un simbolo iconico della non violenza Meeting Benches …