Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » CALCUTTA, LA CITTÀ DELLA GIOIA – Calcutta non è una città, ma un’emozione

CALCUTTA, LA CITTÀ DELLA GIOIA – Calcutta non è una città, ma un’emozione

Come un’opera d’arte moderna, non ha senso, ma esiste per qualche motivo impercettibile

Con Meeting Benches https://meetingbenches.net/category/boutique_di_viaggio/, alcune guide creative ti accompagneranno nella visita alle opere d’arte e luoghi speciali di Calcutta, illustrandotene le caratteristiche prima di iniziare a camminare nella città. Queste cinque persone amano l’arte in tutte le sue espressioni, non utilizzano microfoni, videocamere o mappe, ma sono tutte accomunate dall’identico modo di percepire la vita come un walking tour nell’immaginazione. Città del traffico selvaggio e dei santi, sede di interessanti festival e di una vivace comunità artistica, potrai percepirla meglio lasciandoti aiutare da alcune persone creative che sono nate qui. Prima di partire, leggi La città della gioia https://www.amazon.it/citt%C3%A0-della-gioia-Dominique-Lapierre/dp/8804667435, e comprenderai perché Calcutta è unica https://www.viator.com/it-IT/Kolkata-tours/Private-Sightseeing-Tours/d4924-g26-c116. Victoria Memorial è uno dei luoghi simbolo di questa città, ma troverai anche il tempo per visitare il suo mercato di fiori, sotto il ponte Howrah. Quando la realtà di Calcutta entra in un’immagine, essa diventa rappresentazione. Noi la percepiamo con occhi diversi. Un’immagine vale più di mille parole, perchè le nostre passioni comprendono meglio attraverso le immagini. Noi siamo molto più sensibili ai segnali visivi, rispetto a qualunque altro tipo di segnale.

Dunque, il nostro viaggio nella creatività di Calcutta http://www.transindiatravels.com/west-bengal/kolkata/museums-in-kolkata/ comprenderà cose visibili, come fotografie di Ranjan Bhattachraya o dipinti di Ganesh Pyne. Il suo primo dipinto lo ritraeva mentre andava a scuola insieme a suo fratello. Raramente teneva mostre personali, sebbene partecipasse a mostre collettive. Dopo la laurea in Arte e Artigianato, ha lavorato come illustratore, unendosi alla Society of Contemporary Artists. È stato influenzato dall’arte dei pittori Abanindranath Tagore, Rembrandt e Paul Klee. Nato nel 1937 a Calcutta, Ganesh Pyne https://www.saffronart.com/artists/ganesh-pyne produsse arte inquietante, in acquarello e tempera. Lavorando alla tempera, per il suo periodo di lavoro astratto e surrealista, dipinse in tonalità ocra, nera e blu.

A volte ci addormentiamo rapidamente, altre volte il sonno è lento ad arrivare. Nessun problema: sintonizzati su una stazione radio locale https://onlineradiofm.in/west-bengal/kolkat e leggi un romanzo di Vikram Seth. Strumenti vocali, armonium e chitarra. Musica classica indiana, musica nachiketa. Per la tua colonna sonora, trovi la musica di Nachiketa Chakraborty anche su Amazon https://www.amazon.com/Shunbo-Na-Gaan-Shunbona/dp/B078J2FJLZ. Nel 1993 fu pubblicato il suo primo album, ma componeva già da studente universitario. Il suo linguaggio colloquiale ha colpito la musica bengalese nei primi anni ’90. Nachiketa Chakraborty https://www.hungama.com/artist/nachiketa-chakraborty/13506/ è nato a Calcutta, dove ha attirato gradualmente ascoltatori di tutte le età.

Le prime opere della letteratura indiana furono trasmesse oralmente, mentre le epopee sanscrite Ramayana e Mahabharata apparvero verso la fine del II millennio a.C. Combinando le diverse tradizioni linguistiche e culturali, la tradizione letteraria dell’India è una delle più ricche al mondo. Ciò che è comune ai suoi scrittori è un sentimento profondo per un paese la cui diversità e problemi si riflettono nelle loro finzioni. Per il tuo miglior libro a Calcutta, entra nella Earthcare Books https://earthcarebooks.com/, una piccola libreria di Middleton Street, dove per conoscere lo stile di vita indiano puoi acquistare un romanzo di Vikram Seth.

Per i protagonisti dei suoi libri, spesso lui trae ispirazione dalla sua famiglia. Per tecnica utilizzata e tematiche, le sue opere hanno concorso ad arricchire il romanzo indo-inglese. Vikram Seth https://www.thriftbooks.com/a/vikram-seth/211027/, nato a Calcutta nel 1952, è uno scrittore e poeta. Ha ricevuto molti premi, con poesie che hanno contribuito al canone poetico della lingua inglese in India.

Quelli fatti con stupenda seta sono indossati per feste o cerimonie religiose. Questo pezzo di stoffa, largo 1,2 metri e di lunghezza preferibile di 5,5-6 metri, è di cotone o cotone misto sintetico. Per essendo l’abito tradizionale delle donne indù, il sari https://www.quora.com/Which-are-the-best-places-to-buy-sarees-in-kolkata è anche indossato da donne di altri gruppi religiosi. Associato alla grazia, è considerato simbolo di femminilità. Oggigiorno, è l’indumento indossato da tre quarti della popolazione femminile dell’India. Camminando nella creatività di Calcutta, non potrai però sfuggire all’acquisto di un’accattivante maglietta ideata da Prateek Kayan. Molte etichette di moda stanno lavorando verso un obiettivo a spreco zero. Lui passa dall’India a New York, ama dedicarsi alla fotografia, alla moda e al design. Prateek Kayan https://www.linkedin.com/in/brownboy ha lasciato il lavoro bancario a New York, per iniziare il marchio di abbigliamento più felice del mondo: BrownBoy. Questa etichetta del commercio equo e solidale ha una gamma di genere realizzata esclusivamente con cotone biologico. Le loro stampe sono create per spingere i confini e per essere coinvolgenti.

Victoria Memorial Hall e Mother House, Dakshineswar Kali Temple, Park Street e Science City. Questi sono cinque luoghi dove l’utilizzo della tua macchina fotografica subirà un’improvvisa accelerazione. Tra le cose da fare e vedere a Calcutta, entra in un luogo che era stato inaugurato nel 1767 per accogliere i britannici morti servendo il loro Paese. Adesso, il Cimitero di Park Street http://kolkatacitytours.com/park-street-cemetery/ è un luogo di pace, dove nel silenzio ti aspettano mausolei di ogni forma, come quello di Job Charnock.

Per produrre fotografie efficaci, lui unisce la tecnica all’intuizione estetica. Ha sede nella città della gioia, Calcutta, pronto a girare in tutta l’India. Ranjan Bhattacharya https://www.facebook.com/ranjanb.in/videos/wedding-rituals-ashish-shanoli/268505833846015/ capisce quanto significano le nozze. Catturando tutti i grandi movimenti e le piccole cose di cui è composto un matrimonio, crede nel ritrarre tutte le emozioni di quel giorno speciale. Con una prospettiva diversa, usa una sensibilità per catturare le espressioni dell’amore. Lui ama rubare tutte le emozioni del matrimonio, creando una storia da esse.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/viaggi_dautore/.

Controllate anche

FIRENZE, COME DENTRO A UN SOGNO – Viaggio d’autore nella creatività fiorentina

Dove spira e bellezza, nel più alto grado Se adori l’arte devi andare a Firenze …