PAGINA PER GLI AMANTI DELLA POESIA – Poesie di Aleksandr Pushkin

La maggior parte della sua poesia lirica è stata scritta tra il 1820 e il 1830. La sua vita personale è stata resa difficile dai suoi conflitti con le autorità, che disapprovavano le sue opinioni liberali. Lui è il più grande di tutti gli scrittori russi. Alcuni dei suoi capolavori poetici sono stati composti nel corso degli ultimi sette anni …

Leggi di più »

PRENDITI UN VIAGGIO NELL’ANIMA – Arunas Zilys, la guida per riemergere con occhi nuovi

ARUNAS ZILYS 1/3 – Le speciali visioni di Zilys, una volta viste, restano in modo indelebile tatuate sul cuore. Simboli e miti, turbinano in un mosaico di significati. Essi sono eco di un antico sogno. Arunas Zilys, pittore lituano, crea dipinti misteriosi di struggente bellezza. Alcuni suoi titoli, sono molto popolari (Birdman, Angelo Custode e le offerte), e ti invitano …

Leggi di più »

MORTE – Poesia di Emily Dickinson

Emily Dickinson, la poetessa della vita interiore. Niente, del suo aspetto adulto o della sua abitazione, ha rivelato un’anima così militante. Solo le poesie, scritte tranquillamente in una stanza tutta per sé, spesso cucite a mano in piccoli volumi, poi nascosti in un cassetto, hanno rivelato la sua vera natura. Lei non ha vissuto nel tempo, ma nell’universale, una natura …

Leggi di più »

CAPOLAVORI D’ARTE NEI SECOLI / Buffalo, New York – Albright-Knox Art Gallery: Convergenza, di Jackson Pollock

Alla fine del 1940, Jackson Pollock ha sviluppato una tecnica speciale, meglio conosciuta come “drip painting”. Dopo aver messo la tela sul pavimento, aveva affermato: “in questo modo posso camminare intorno ad essa, lavoro dai quattro lati e posso letteralmente essere nel dipinto.” Quel lavoro astratto di Pollock era difficile da decifrare, ma la sua natura ribelle, insieme alle espressioni …

Leggi di più »

BISOGNO DI DIMENTICARE E VOGLIA DI VIVERE – Viaggio a Riga, senza dimenticare il bar PinUp e la spiaggia di Jūrmala

Il capitalismo cannibalizza anche questa città, come accade nel resto d’Europa, ma la capitale lettone non nasconde le cicatrici di un passato travagliato. Non bisogna farsi ingannare dalla sua apparenza austera o dalle sue piccole e silenziose strade fatte di ciottoli. Riga è un calderone di vita e divertimento, piena di locali stravaganti, centri d’arte moderna e contemporanea, ristoranti, e natura …

Leggi di più »

CONFINI TRA OPERE D’ARTE E OGGETTI D’USO QUOTIDIANO – Marcel Duchamp

MARCEL DUCHAMP 1/3 – Quattro dei sei figli del signor Duchamp sono diventati artisti, ma lui è quello che è nato in un giorno d’estate. Lui è l’artista francese che ha incrinato i confini tra le opere d’arte e gli oggetti di uso quotidiano. La sua irriverenza per gli standard estetici convenzionali, lo ha portato a ideare i suoi famosi …

Leggi di più »

RISCHIANDO CONTINUAMENTE ASSURDITA’ – Poesia di Lawrence Ferlinghetti

Lawrence Ferlinghetti è uno dei più grandi poeti viventi, notissimo in tutto il mondo per essere stato il protagonista del dissenso e della controcultura americana fin dai tempi della mitica beat generation. Poesia come arte che insorge è dedicato all’impatto sociale della poesia e alla sua validità come strumento di liberazione individuale e collettivo. La raccolta comprende due parti (la …

Leggi di più »

GLI OCCHI CHE CONOSCEVANO COSI’ BENE LA LUCE – Giovanni Segantini e il Puntinismo di fine ottocento

GIOVANNI SEGANTINI 1/3 – Guardando le opere di Segantini, sempre immerse tra atmosfere intense e quiete, ancora oggi noi possiamo vedere quell’uomo – un pittore italiano vissuto dentro la fine dell’ottocento – che contempla le montagne, un artista che percepiva la potenza della natura. Lui è considerato tra i migliori pittori della corrente divisionista italiana (una tecnica di pittura, che …

Leggi di più »

VOLA DA ME – Poesia di Alda Merini

Alda Merini è una poetessa italiana, nata a Milano nel 1931. Lei è la più piccola di tre fratelli, e nasce in una famiglia di modeste condizioni economiche, cosa che avrà conseguenze, quando lei chiede di essere ammessa presso il liceo Manzoni, dove non supera la prova di italiano. Lei ha la fortuna di conoscere un uomo di nome Giacinto …

Leggi di più »

MUSICA RINASCIMENTALE ITALIANA – In Epiphania domini, Sebastiano Occhino

La musica più importante del primo Rinascimento fu composta per l’utilizzo da parte della chiesapolifonica (composta da più melodie simultanee), messe e mottetti in latino, per importanti chiese e cappelle di corte. Entro la fine del XVI secolo, il patrocinio è stato diviso tra molti settori: Chiesa cattolica e protestante, le corti e i ricchi dilettanti (tutti erano fonti di …

Leggi di più »