Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » PER CONOSCERLA , GIRA DA SOLO A ISTANBUL, SMARRENDOTI – Una serata sul Bosforo, con la sua atmosfera languida, dove vivere momenti rari che dipendono dalla creatività umana.

PER CONOSCERLA , GIRA DA SOLO A ISTANBUL, SMARRENDOTI – Una serata sul Bosforo, con la sua atmosfera languida, dove vivere momenti rari che dipendono dalla creatività umana.

Per un unico sguardo sul mondo, è Istanbul che devi guardare.

La somma di energia e di vita che c’è nell’aria, lo stile e il comportamento delle persone, rendono Istanbul speciale https://www.istanbultouristpass.com/tourist-attractions-in-istanbul. Qui, le rovine convivono con la città, affascinando viaggiatori e scrittori di viaggi. Con le parole di un poeta turco, gli occhi di chi ami qui diventano come i castagneti autunnali di Bursa, scintillanti sulle foglie dopo la pioggia. Prova a sperimentare la città insieme a quattro donne ed un uomo che qui hanno le radici della loro creatività artistica.

Tutte le sue mostre sono accompagnate da libri e cataloghi. È un museo che collabora con istituzioni di arte e istruzione, per tenere mostre che sostengono i giovani artisti. Situato nel quartiere storico di Tepebaşı, il Museo Pera www.peramuseum.org è un museo privato con l’obiettivo di offrire una vasta gamma di servizi artistici al pubblico. Per un momento indimenticabile, puoi provare il suo Pera Café https://www.peramuseum.org/Visit/7, progettato come un caffè “art déco”. Il menu comprende insalate, panini e paste speciali con pasticcini di alta qualità.

Ciò che è importante del suo lavoro, è che mostra una versione molto diversa dell’Islam, dell’Impero ottomano e del Medio Oriente. Nel corso della sua carriera professionale, ha continuato a dipingere nello stile dei suoi insegnanti. Suo padre apparteneva a una famiglia di Chios e cercava sempre di cancellare il suo passato greco. OSMAN HAMDI BEY https://www.youtube.com/watch?v=Lq08-P0QKFo nacque ad Istanbul in un giorno di dicembre del 1842. Era una figura culturale di spicco della prima occidentalizzazione turca. Mentre i suoi soggetti erano per lo più unici nella cultura urbana orientale, pittore di spicco, ha lavorato in stile occidentale.

Camminando per le strade di Istanbul, potrai vedere molti rivenditori di libri di seconda mano, dove potrai anche tu frugare negli scaffali, cercando qualcosa di speciale. Homer Kitabevi http://www.homerbooks.com/anasayfa, è invece la più grande libreria inglese della Turchia, la migliore risorsa della città per i libri sugli studi mediorientali, di storia e di politica, dove acquistare un foto-libro di una donna nativa di questa città

Illegal è un suo libro di fotografie del 2006, che documenta la vita di due giovani donne africane che cercano di sopravvivere a Istanbul. Dagli anni ’90 ha lavorato con agenzie di stampa, essendo selezionata anche come fotografa del mese da European Press Network World Reporter. È conosciuta per il suo lavoro sulle migrazioni forzate. Nata nel 1971 a Istanbul, BIKEM EKBERZADE http://www.oocities.org/bikem71/agree.html è una fotografa documentarista turco. Nel 2004 le è stato conferito un premio per il suo lavoro documentario sui rifugiati dell’UNHCR.

I concept store più cool di Istanbul? Se cerchi giovani designer che creano di tutto, ti suggeriamo un luogo dove poter acquistare oggetti deliziosi. Nel Centro commerciale Kanyon, Souq Dükkan https://www.souqdukkan.com/en/home ha i migliori oggetti dei designer locali, in uno alto spazio che ti fa sentire come dentro un insolito itinerario d’acquisto, tra abbigliamento vintage e portafogli in pelle, bikini e ceramiche, libri ed una collezione di LP. Per qualcosa di speciale, puoi contattare una fashion designer che è nata e cresciuta sotto questo cielo.

Progetta “sport-couture” per Muuse. Sicura e misteriosa, crea collezioni per alcune altre boutique locali. Dal 2009 ha sviluppato la sua carriera professionale lavorando per il marchio Hakaan Yıldırım come senior designer. ECE GOZEN https://it-it.facebook.com/EceGozen/ sta lavorando a capsule per il suo marchio. Immagina donne sicure, nascondendo la loro femminilità tra sguardi sportivi. Ciò che la ispirò fu il lavoro di Escher e l’abile combinazione di questo lavoro con l’arte. Attualmente vive e lavora per il suo marchio “Ece Gozen” a Istanbul, una strada incredibile da percorrere, quando il futuro sembra così luminoso.

A Istanbul, Gergedan Kitabevi https://www.facebook.com/gergedankitap/, è la Google del mondo dei libri. È sorprendente che ci sia un posto così importante dove se non riesci a trovare il libro che stai cercando potrai farti aiutare, altri lo troveranno per te. La repulsione di fronte alla violenza maschile è stata un comune denominatore dei suoi scritti. La sua vita era sospesa tra il sentimento materno e l’urgenza di essere partecipe di quanto stava accadendo nel suo tempo.

Lei aveva visto uomini dagli occhi inquietanti che calcavano la terra, per distruggere la propria specie. Ha svolto un ruolo importante nei club dei Giovani turchi, che erano stati progettati per incoraggiare il progresso sociale ed economico della nazione. Novellista e pioniere nell’emancipazione delle donne in Turchia, HALIDE EDIB era nata nel 1883 a Istanbul. Si impegnò attivamente nei movimenti letterari e sociali turchi, divorziando anche dal suo primo marito perché rifiutò di esserne la seconda moglie.

Il suo primo maestro di composizione era stato il professor Boris Zeidman, la leggenda. Era innamorata della Turchia nel momento in cui vi era arrivata, già dalla prima volta. Quel talentuoso pianista, ora ha il suo show televisivo che va in onda settimanalmente su TRT 2. Se desideri la sua musica, entra nel Mephisto Kitabevi https://www.mephisto.com.tr/&Kafe, il miglior negozio di musica e DVD in Istanbul.

All’età di 4 anni fu ammessa a una scuola per bambini prodigio, attirando l’attenzione dei musicisti del Conservatorio di Stato di Mosca. Sua madre era una musicista professionista e suo padre era un filosofo che dirigeva anche un’orchestra. Nata nel 1969 a Karaganda (ex Unione Sovietica), ANJELIKA AKBAR http://www.anjelikaakbar.com/ è una compositrice, pianista e scrittrice turca. Ha completato il suo Master in composizione e direttore d’orchestra in Turchia, dove è arrivata per scrivere la colonna sonora di un film sull’ecologia mondiale.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare http://meetingbenches.com/category/boutique_travel/.

Controllate anche

DOVE L’ATTEGGIAMENTO CREATIVO È UN LUNGA ABITUDINE – Un viaggio d’autore in Grecia.

Da Creta a Preveza, scoprendo che la creatività greca non è soltanto scolpita nella pietra. …