Breaking News
CASA » BOUTIQUE DI VIAGGIO » QUANDO TRATTI LA PELLE COME FOSSE TESSUTO – Sophia Kokosalaki: progettare capi funzionali che permettano anche di apparire interessanti.

QUANDO TRATTI LA PELLE COME FOSSE TESSUTO – Sophia Kokosalaki: progettare capi funzionali che permettano anche di apparire interessanti.

Combinando la propria estetica creativa con l’identità degli altri.

Il suo stile di marchio caratterizza il classico drappeggio greciano combinato con elementi fatti a mano. Ha ricevuto il premio Elle Designer e l’Art Foundation Award per la moda nel 2002. Nata in un giorno di novembre del 1972, SOPHIA KOKOSALAKI https://www.sophiakokosalaki.com/ è cresciuta ad Atene (Grecia), dove ha studiato letteratura, per poi laurearsi in un College of Art and Design a Londra, dove ha creato e diffuso la sua etichetta nel 1999.

Curiosamente, la sua bisnonna cretese era una famosa guaritrice religiosa, riconosciuta dalla Chiesa ortodossa. Mentre è nota per gli abiti che scorrono dolcemente sulla pelle, i suoi disegni possono essere pesantemente strutturati, anche in pelle e tessuti resistenti. Nel 2004, SOPHIA KOKOSALAKI https://www.facebook.com/sophiakokosalakiofficial/ è stata incaricata di progettare abiti per le cerimonie dei Giochi olimpici di Atene 2004. Tra il 2006 e il 2007, è stata direttrice creativa della casa di moda Vionnet. Nel 2010 è stata nominata head designer del Diesel Black Gold Label.

Permette sempre che il tessuto e il drappeggio diventino il centro dell’attenzione nei suoi progetti. SOPHIA KOKOSALAKI https://www.wildbride.us/blog/2018/4/11/sophia-kokosalaki è stata costumista per l’opera classica Antigone, prodotta nel 2005 nell’anfiteatro greco di Siracusa. I suoi disegni femminili e di ispirazione ellenica, sono regolarmente indossati da Kirsten Dunst, Christina Ricci e Jennifer Connelly. Nel 2007, è entrata nell’orbita di un gruppo diretto da Renzo Rosso.

Se vuoi conoscere altre persone creative che hanno contribuito ad arricchire il panorama della moda, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/boutique_di_viaggio/. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori.

Controllate anche

MENO, MA MEGLIO – Sid Neigum, il designer canadese più eccitante ad aver sfilato in passerella

Creare un guardaroba, ma a partire da una ricerca intellettuale Un rapporto con la stilista …