Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » DOVE L’ESPRESSIONE CREATIVA DELLA GENTE NON CONOSCE CONFINI – Tra Saga e Tokyo, Kyoto e Osaka, con sapore di foglie d’acero fritte in bocca

DOVE L’ESPRESSIONE CREATIVA DELLA GENTE NON CONOSCE CONFINI – Tra Saga e Tokyo, Kyoto e Osaka, con sapore di foglie d’acero fritte in bocca

Tra storia, religione, musei e le anime creative

Il Giappone https://www.japan-guide.com/e/e623.html è una terra che suscita ammirazione da parte delle persone che sono attratte da una tradizione che non è composta soltanto da samurai e cartoni animati. Quando arriverai non potrai fare tutto, ma alcune possibilità sulle attività da fare possono essere ispirate da cinque giapponesi creativi che ti guideranno nei luoghi dove la loro indole artistica è nata e fiorita. Benveuto nel nostro viaggio d’autore giapponese.

Questa parte del Giappone è famosa per i suoi articoli in ceramica decorata. La prefettura di Dainty Saga si trova sull’isola di Kyushu, nota per la sua capitale, chiamata anche Saga. Il suo parco Yoshinogari è una delle principali meraviglie archeologiche, dove troverai insediamenti del periodo Yayoi (dal 300 a.C. al 300 d.C.). Questa terra è nota per la sua deliziosa carne di manzo Saga, che di solito viene grigliata per preservarne il sapore e la consistenza. Seguendo le tendenze della sua epoca, sotto questo cielo è nato il pittore Okada Saburōsuke.

Tra i suoi studenti c’era il grande paesaggista e disegnatore di stampe Kawase Hasui. Sotto il suo pennello le donne erano ritratte con calde trame della pelle, lineamenti eleganti e tratti delicati. Frequentò una scuola che insegnava pittura in stile occidentale. È diventato un famoso pittore e professore alla Tōkyō School of Fine Arts. Precursore dell’Università delle Arti di Tokyo, Okada Saburōsuke http://www.myjapanesehanga.com/home/artists/okada-saburosuke-1869-19139- nacque a Saga in un giorno di gennaio 1869.

I suoi negozi di dischi prosperano, insieme ad aree di nicchia dedicate a generi oscuri. Tower Records https://tower.jp/store/Shibuya, gigantesco negozio di Shibuya, è uno dei maggiori rivenditori di CD al mondo. Per gli amanti della musica a Tokyo, la musica pop domina con AKB48 e Utada Hikaru (tra i più famosi artisti della città). A Ebisu, Liquidroom https://www.liquidroom.net/ è il posto giusto per assistere a un concerto. Forse troverai un concerto dal vivo di Haruomi Hosono.

Il suo focus come etichetta è il lavoro d’archivio. Nel 2019, ha pubblicato Hochono House, un album di canzoni dal suo debutto solista nel 1973. Oltre al suo lavoro elettronico con i suoi compagni di band, è rimasto attivo componendo colonne sonore e tornando al pop acustico con molti album. Ha iniziato la sua carriera da solista con il soft pop di Hosono House del 1973. Nato a Tokyo nel 1947, Haruomi Hosono https://frieze.com/article/unparalleled-innovation-musician-haruomi-hosono ha studiato sociologia, formando diverse band mentre era ancora a scuola.

Qui ammirerai i giardini più belli del Giappone. Spostandoti per le strade cittadine, troverai un enorme mix di posti dove mangiare (dall’alta cucina ai gnocchi bucati nel muro). Approfitta del tuo viaggio a Kyoto, entrando in un Ryokan, locanda tradizionale giapponese, un’esperienza per eccellenza da non perdere. Se hai bisogno di un poco di tempo da solo, prova un itinerario fuori di città, dove iniziare a leggere un romanzo di Risa Wataya.

Il suo breve romanzo Kereta senaka ha vinto un prestigioso premio, vendendo oltre un milione di copie. Risa Wataya https://seitekishoudo.wordpress.com/2012/06/12/the-back-i-want-to-kick/, nata nel febbraio 1984, è una scrittrice di Kyoto. Ha anche svolto diversi lavori a Kyoto, tra cui la vendita di vestiti in un grande magazzino e la cameriera d’albergo. Nel 2010, il suo romanzo Tremble All You Want è diventato un best-seller in Giappone, e il suo adattamento cinematografico è stato presentato in anteprima al Tokyo International Film Festival.

Una passeggiata lungo la strada per il Minoo National Park è un modo semplice per sfuggire all’espansione suburbana della città. Non perdere l’occasione, perché anche tu puoi qui mangiare una delle sue foglie di acero fritte, vendute dai venditori sul lato della strada. Dalla cucina di fama mondiale ai castelli storici, ti divertirai moltissimo a Osaka https://www.japan-guide.com/e/e2157.html. Probabilmente, in ricordo del tuo viaggio vorrai comprare qualcosa da indossare. Prova a sfogliare il catalogo online di Michiko Koshino, una donna creativa nata sotto questo cielo.

La sua attenzione creativa, negli anni 2000 è stata su tre linee: Main Collection, Yen Jeans e la sua linea 100. È nata a Osaka nel 1950, diventando stilista con negozi di fascia alta in Giappone e Londra. Nel 1974, si è laureata in un college di design. Per proseguire la sua carriera come stilista di moda, dopo la laurea Michiko Koshino https://www.fashionmodeldirectory.com/designers/michiko-koshino/ si è trasferita a Londra. Per quanto riguarda l’abbigliamento da club, il suo nome è il primo nella mente dei consumatori.

La maggior parte del museo si trova nel sottosuolo, ma è facile da trovare grazie alla sua architettura drammatica e molto distintiva. Il National Museum of Art di Osaka https://www.osakastation.com/the-national-museum-of-art-osaka/, è un museo che ospita un’importante collezione d’arte sull’isola di Nakanoshima (centro di Osaka). Qui esplorerai le nuove tendenze dell’arte nazionale e internazionale. Prova a cercare la sezione dedicata a Daidō Moriyama, un fotografo che respira da sempre l’aria di questa città.

La sua prima serie principale è stata incorporata nel libro fotografico Japan: A Photo Theater in 1968. Le sue raccolte di fotografie ritraggono una vivida sensibilità fisica. Iniziò a produrre la propria collezione di fotografie sulle aree dimenticate e sul lato oscuro delle città. Nato nel 1938 a Osaka (dove ha studiato fotografia prima di trasferirsi a Tokyo), Daido Moriyama https://www.moriyamadaido.com/en/ ha lavorato come assistente di un fotografo e regista giapponese. Negli anni settanta fu afflitto da problemi personali, riacquistando creatività soltanto nei primi anni ’80.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/viaggi_dautore/.

Controllate anche

QUALUNQUE COSA PUOI DESIDERARE, QUI LA TROVI – Viaggia a San Paolo, scoprendo che ha una sua identità creativa

Dove vedere idee di lavoro in corso d’opera Il Museo di Arte Contemporanea dell’Università di …