Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » IL TUO VIAGGIO RUSSO CREATIVO – La bellezza della natura, tra le dita di cinque persone che hanno impreziosito la storia del loro paese.

IL TUO VIAGGIO RUSSO CREATIVO – La bellezza della natura, tra le dita di cinque persone che hanno impreziosito la storia del loro paese.

Russia, dove per molto tempo le sensazioni potrebbero rimanere.

Questa volta, il nostro viaggio d’autore ti farà attraversare gran parte della Russia. A partire dalla lontana latitudine di Tiksi, nell’Artico, potremo arricchire la nostra esperienza con le gioie nascoste di Saransk, fino ad arrivare a Mosca, dove ci aspetta un vero e proprio “tuffo” nella bellezza più pura, tra boutiques e musei. Strada facendo, potrai anche leggere The Russian Journey https://www.amazon.com/Glenn-Gould-Russian-Journey/dp/B00009PY1W, il viaggio che Glenn Gould fece in Russia nel 1957, un evento che ebbe un effetto duraturo sull’artista, e che influenzò le future generazioni di musicisti russi.

Il poeta Mikhail Lermontov disse: L’amore, come il fuoco, si spegne senza carburante. Se vuoi arrivare in questo posto, non solo consumerai molto carburante, ma dovrai avere tantissimo amore per la natura. Il clima è proibitivo, ma se il tempo lo permette le passeggiate lungo la costa artica sono un buon modo per esplorare la zona. Il più facile modo per entrare in città è in aereo. Polar Airlines e Yakutia Airlines operano voli fino a qui. A circa 1.000 km dalla città più vicina, Tiksi https://visityakutia.com/tiksi-arctic-russia-summer-tour/, è un insediamento estremamente remoto in una desolata distesa artica. Si è sviluppato come avamposto commerciale lungo la costa artica settentrionale. Il Museo della Riserva di Ust-Lena è dedicato alla storia di Tiksi (luogo di nascita di una famosa fotografa).

Lavora come fotografa freelance ed è nata nel 1985 nella città di Tiksi (Artico russo). Nel 2009, EVGENIA ARBUGAEVA si è diplomata al Centro internazionale di fotografia documentaria di fotografia a New York. Nel suo lavoro guarda la terra natia, catturando i mondi remoti e le persone che abitano l’Artico. https://www.theguardian.com/artanddesign/gallery/2015/oct/26/evgenia-arbugaeva-weather-man-the-most-cut-off-man-on-earth-in-pictures.

I miei sogni, i miei sogni! Che ne è della loro dolcezza? Che cosa è diventato davvero della mia giovinezza? Ricordati di queste parole di Alexander Pushkin, camminando su questo pezzo di terra. Nel 2013, Gerard Depardieu ha scelto questo luogo come sua città di residenza, piena di gemme nascoste da offrire ai visitatori. Saransk è una piccola città, ma ospita cinque diversi teatri. Vai a un teatro e immagina di essere un personaggio di uno dei libretti di Ciajkovskij. Il suo Parco Nazionale Smolny, istituito per preservare la flora e la fauna tipiche della regione, è un luogo perfetto per rilassarsi. Il miglior caffè di Saransk? ProKoffi è un posto perfetto, un’accogliente caffetteria che serve una varietà di tipi di caffè (oltre a molte opzioni per il pranzo). Se hai fortuna, potresti anche incontrare una cantante russa che è nata sotto questo cielo.

I suoi genitori erano entrambi professori di musica. All’età di 15 anni, si è trasferita a Mosca per frequentare l’università per imparare il pianoforte. Nata a Saransk (Mordovia) in un giorno di febbraio del 1970, è diventata cantautrice e pianista. OKSANA GRIGORIEVA https://www.facebook.com/oksanagrigorievamusic/ ha studiato musica a Mosca, prima di trasferirsi alla Royal Academy of Music di Londra dove, per mantenersi, ha lavorato come modella. Poi, si è trasferita negli Stati Uniti, producendovi musica.

Con le parole di Nikolai Gogol, da Anime morte: una parola appropriatamente pronunciata o scritta non può essere tagliata via da un’ascia. Ci piace immaginare, qui a Mosca, che questo abbia valore per ogni forma di bellezza. Nel 1917, nella collezione della Galleria vi erano 4000 opere d’arte, nel 1975 circa 55.000. Si trova in un’antica residenza costruita verso la fine del XIX secolo dall’architetto Robert Klein. Il Museo Serpukhov https://www.tretyakovgallery.ru/en/ è il più grande museo di arti visive della regione di Mosca. Qui puoi ammirare i pittori Russi del XIX e XX secolo, come Pavel Fedotov.

Era nato a Mosca in un giorno di giugno del 1815, in una famiglia di un ex soldato dell’epoca di Caterina. Nel 1834, i suoi primi lavori furono dedicati a soggetti militari, la maggior parte con un focus satirico. Dopo aver presentato all’imperatore (nel Palazzo d’Inverno), il suo dipinto “Sbalordio di stendardi”, PAVEL FEDOTOV aveva acquisito il diritto di dedicarsi interamente all’arte. Nei primi anni del 1850 soffrì un crollo psicologico, ma continuò a dipingere fino alla sua morte, nel 1852, in un manicomio.

Immagazzina solo pelliccia della migliore qualità, in una varietà di colori. Qui, https://hg2.com/city/moscow/type/shops/, troverai cappelli di pelliccia, stole, gilet e cappotti a lunghezza intera (oltre a borsette e gioielli meravigliosi). Visitando Mosca, anche tu puoi scoprire una boutique incastonata nel Ritz-Carlton. È uno dei tre negozi di HELEN YARMAK in città. Non è economico, ma sai che la qualità è la più bella che puoi desiderare.

Nel 1900 era venerato dai simbolisti come autorità in materia di arte, diventando redattore di una influente rivista letteraria. Tra il 1885 e il 1893 ricevette un’eccellente istruzione, studiando nei ginnasci di Mosca. VALERY BRYUSOV, poeta e scrittore di prosa russo, era uno dei principali membri del movimento simbolista russo. Nacque a Mosca, in un giorno di dicembre del 1873, in una famiglia di mercanti.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare http://meetingbenches.com/category/author_travels/.

Controllate anche

TRA I GIOIELLI DI UNA TERRA ANTICA – Viaggio d’autore in Toscana, tra grilli parlanti e dolci romanze

Tra colline di velluto verde, nel teatro della creatività italiana Colline toscane di velluto d’erba, …