Breaking News
CASA » MUSICA » UNA VOCE CHIARA E INTRANSIGENTE – Arne Dørumsgaard e il dibattito musicale scandinavo

UNA VOCE CHIARA E INTRANSIGENTE – Arne Dørumsgaard e il dibattito musicale scandinavo

Una collezione di dischi e lo sviluppo dell’arte vocale nel XX secolo

Nel 1950 esiliò a Parigi, dove studiò canto e sviluppò una voce uniforme che poteva passare dalla melodia naturale da baritono a quella da soprano. Vivendo in Francia ​divenne abile nella produzione e registrazione discografica. Famoso cultore norvegese di musica classica e amante della musica italiana, Arne Dørumsgaard https://arnedorumsgaard.com/ visse in Italia per trenta anni a Marzio. Dal 1975, è stato ricercatore è stato consulente culturale del governo norvegese. Nel 2001 inaugurò a Stavanger il Norsk Lydinstitutt, cui donò la propria collezione di dischi, videocassette e musicassette, nonchè libri di musica e attrezzature sonore.

Il musicista, compositore e cantante Arne Dørumsgaard https://snl.no/Arne_D%C3%B8rumsgaard nacque a Stavanger nel 1921. Dell’eclettico autore di varie composizioni musicali, la casa musicale “Chant Du monde” ha inciso molti brani cantati. Kullan Ylistys (La canzone dell’innamorato), un suo famoso brano di musica folk, è stato fonte di ispirazione del cantante Bjork in uno dei suoi album musicali. Lavorò sulla rivisitazione della poesia orientale, e pubblicandone il libro Fiori dai giardini imperiali, primo libro di una serie di oltre 20. Per il suo lavoro sulle rivisitazioni della poesia antica d’Oriente, è stato nominato dottore onorario in lettere presso l’Università di Tapei, in Cina.

Le sue composizioni musicali hanno linea melodica scorrevole e ritmo pregnante, nonché un’armonica fortemente radicata nelle correnti musicali norvegesi della sua epoca. Entrambi i suoi genitori erano insegnanti a Fredrikstad, dove lui mostrò la propria passione sia per i libri che per la musica. Arne Dørumsgaard https://it-it.facebook.com/arnedorums/ ha iniziato la sua educazione musicale con il pianista Jens Bugge Olsen, continuandone gli studi studi a Oslo con Ivar Johnsen. Ha studiato armonia e contrappunto e orchestrazione, debuttando come compositore all’età di 13 anni. Quando si trasferì nel nord Italia continuò il proprio lavoro sulla poesia orientale.

Ha iniziato come compositore, ma è meglio conosciuto per la sua passione per la poesia orientale, Fredrikstad per la sua collezione di registrazioni sonore di musicisti. Arne Dørumsgaard https://www.prestomusic.com/classical/composers/551–dorumsgaard ha tenuto la sua prima serata di composizione all’età di vent’anni. Fu insegnante presso il Barratt-Due Music Institute e critico musicale nel quotidiano Friheten. Scrisse perfino la colonna sonora per un film. Ha scritto canzoni per Ragnvald Vaage e Hans Henrik Holm, Arnulf Øverland e Knut Hamsun. Alcuni dei suoi brani per pianoforte sono basati su melodie popolari norvegesi. Sì sposò due volte: nel 1942 con la pianista Tora Øwre, e nel 1971 con la paroliera e pittrice Nella Valenza, con cui visse fino alla morte avvenuta nel 2006.

NEI BOSCHI E NELLA BRUGHIERAhttps://www.youtube.com/watch?v=ae5xX_AwUCs. Nei boschi e nella brughiera, lì cerco la mia gioia. Sono un cacciatore, sono un uomo cacciatore. Ad amare fedelmente le foreste, per uccidere il gioco, ne ho voglia, ho voglia di farlo. Halli ciao, ciao ciao, ho voglia di farlo. Porto in tasca una piccola pozione nella bottiglia, un pezzo di pane nero. Un pezzo di pane nero. La mia pipa sta bruciando allegramente quando giro per la foresta. Non c’è bisogno, non c’è bisogno lì. Halli ciao, ciao ciao, non c’è bisogno lì. Disteso nella foresta, copri il tavolo con il muschio la natura amichevole, la natura amichevole. Il cane fedele a parte, ora sto preparando il pasto. Nel corridoio aperto di Dio, nel corridoio aperto di Dio. Halli ciao, ciao ciao, nel corridoio aperto di Dio. Il pollo in volo, lo Schnepf ‘in linee a zigzag, sono sicuro di incontrarti, sono sicuro di incontrarti. Le scrofe, cervi e cervi uccido in cerca di preda. La volpe mi lascia il suo vestito, la volpe mi lascia il suo vestito. Halli ciao, ciao ciao, la volpe mi lascia il suo vestito. E se mi aggiro per i boschi, e vado per i campi solo tutto il giorno, solo tutto il giorno. Ma le ore per me stanno diminuendo, secondi istantaneamente fugaci se inseguo la natura selvaggia, inseguo il selvaggio. Halli ciao, ciao ciao, inseguo il selvaggio. Quando il sole cala, la nebbia umida sale, la mia giornata di lavoro è finita, la mia giornata di lavoro è finita. Poi mi sposto dall’erica per la quieta gioia domestica, un felice cacciatore, un felice cacciatore. Halli ciao, ciao ciao, un felice cacciatore.

 

 

 

 

 

 

Se ti piace approfondire la conoscenza dei musicisti che hanno contribuito ad arricchire il panorama mondiale della musica, puoi digitare: https://meetingbenches.net/category/musica/. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo di apprezzarne le opere.

Controllate anche

LA MADEMOISELLE DELLA CANZONE FRANCESE – Françoise Hardy, la generazione yéyé ed i successi musicali a 45 giri

Timida, icona di stile e narratrice di sofferenze d’amore Una scuola di musica privata, il …