Breaking News
CASA » POESIE » LA FRANCA RAPPRESENTAZIONE DELLA SESSUALITÀ E DELLA FORZA FEMMINILE – Dorothy Hewett, un’aspirante scrittrice durante la Seconda Guerra Mondiale

LA FRANCA RAPPRESENTAZIONE DELLA SESSUALITÀ E DELLA FORZA FEMMINILE – Dorothy Hewett, un’aspirante scrittrice durante la Seconda Guerra Mondiale

Quando la poesia cresce tra pecore e grano, a sud est di Perth

Bobbin Up, il suo primo romanzo pubblicato nel 1959 e basato sulle sue esperienze di lavoro in una filanda; venne perfino tradotto in russo ed acclamato come esempio di narrativa realista sociale. Quando è nata a Perth (Australia occidentale), in un giorno di maggio del 1923, Dorothy Hewett http://www.womenaustralia.info/leaders/biogs/WLE0507b.htm non poteva immaginare che sarebbe diventata una scrittrice. Dopo quasi sessanta anni di attività e sei figli, morì a Springwood (Nuovo Galles del Sud), nell’agosto del 2002. Attorniata da mandrie di pecore e vaste distese di grano, fino all’età di 12 anni lei visse a Lambton Downs, in una fattoria dell’Australia occidentale.

Dopo essere stata inizialmente educata attraverso una scuola per corrispondenza, non soltanto attorno all’età di sei anni iniziò a scrivere poesie, ma durante i viaggi a Perth rimase affascinata dal mondo che ruotava attorno al teatro. Nella sua vita Dorothy Hewett https://www.search.org.au/dorothy_hewett creò 22 opere teatrali, nove raccolte di poesie e tre romanzi. Associatasi al Partito Comunista d’Australia e scrivendo per un paio d’anni propri articoli sul The Workers’ Star, rifiutò lo stile di vita dei suoi ricchi genitori.

Nel 1935, a Perth, dove la sua famiglia aprì un teatro, lei frequentò il locale Ladies College; tuttavia, essendo una timida campagnola, le venne affibbiato il nomignolo di Eremita Hewett. Dorothy Hewett https://neripozza.it/autori/dorothy-hewett, una delle scrittrici australiane più amate e rispettate, ha ricevuto otto borse di studio che hanno contribuito a generare i suoi premi letterari, come il premio di poesia Meanjin del 1940 e il premio Christopher Brennan del 1996. Nel 1986, è stata nominata membro dell’Ordine dell’Australia per il servizio alla letteratura.

Dopo un tentato suicidio, dovuto a cause sentimentali, con la poesia Testament vinse l’ABC Poetry Prize del 1945, sposandosi immediatamente con un avvocato. Circondata da ammiratori e amici, timida e divertente, scrisse il suo primo romanzo soltanto in otto settimane. Lottando con problemi di salute per gran parte della sua vita, e dovendo accudire una famiglia numerosa, Dorothy Hewett https://uwap.uwa.edu.au/pages/dorothy-hewett-award-for-an-unpublished-manuscript diventò scrittrice a tempo pieno soltanto dall’età di 51 anni. Nel 1960 si sposò nuovamente, questa volta con un poeta, taglialegna e marinaio con cui pubblicò What About the People, un volume congiunto di loro poesie.

Tra l’altro, lei scrisse Clancy and Dooley e Don McLeod, epica ballata che contribuì ad accrescere la sua vocazione di protettrice diritti degli indigeni. Partecipò alla vita universitaria dell’Australia occidentale, dove, insieme ad amici, fondò la University Drama Society. A Perth, Woollahra e South Perth, radunava scrittori, musicisti e artisti, così, incoraggiando il lavoro dei giovani poeti, ne accolse i più bisognosi anche a casa sua. Così come gli abitanti di Redfern, Dorothy Hewett http://jacketmagazine.com/09/moor-iv-hewe.html amava le città rurali della sua giovinezza e le comunità universitarie.

FESTA DEL TÈ A NULLARBOR – Distendendo i nostri ombrelloni giapponesi nel deserto, disponiamo il servizio da tè delle nostre bambole su una scatola di burro capovolta. Abbiamo invitato il ragazzino il cui padre tiene il bowser a benzina. Pedala lungo la pista vuota, un principe sul suo triciclo. Versiamo dalla teiera di porcellana, con un dito teso come dame. Dietro di noi le case di pietra della stazione telegrafica abbandonata stanno scomparendo sotto le dune. Un camino si erge come un grido d’aiuto. La luce del vetro rotto danza come un semaforo. Il cortile è disseminato di cadaveri di vipere uccise in qualche epidemia cosmica; le loro pelli secche sbattono nel vento caldo. Non c’è altro suono, se non la spinta della risacca dall’altra parte delle dune, le pelli secche delle vipere della morte che girano, il rivolo di sabbia che aspetta di coprirci.

Se vuoi conoscere scrittori puoi digitare https://meetingbenches.net/category/scrittori/, mentre per i per i poeti di tutto il mondo https://meetingbenches.net/category/poesie/. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di questi artisti e che altre persone apprezzino le loro opere. La proprietà delle immagini che compaiono in questo blog corrisponde ai loro autori.

Controllate anche

UN LEGAME TRA LA POESIA ITALIANA E QUELLA ESPAGNOLA – Adagio ma non troppo, insieme a Inma J. Ferrero

Se la poesia ci rende consapevoli di ciò che ci circonda Dal suo punto di …