L’ARTE SUPREMA DELL’ANTICIPAZIONE

Il biliardo: come la vita dipende da un soffio, un istante, un incontro fatale

Si tratta di un gioco antico, un esercizio fisico che richiede ferrea disciplina, cui si dedicano bambini o adulti. Tra gli appassionati di questo genere di competizione regolata da norme convenzionali e il cui esito dipende in maggiore o minor misura dall’abilità o dalla fortuna, c’è chi vi si accosta per passatempo, divertimento o per ricostituire le proprie energie fisiche e spirituali. Stiamo parlando del gioco del biliardo, un gioco da tavolo che si pratica con una stecca e delle palle su un tavolo coperto di panno verde. Esistono diverse varianti del gioco, ciascuna con regole e obiettivi diversi, ma tutte richiedono abilità, precisione e strategia. Che tu decida di giocare a snooker o boccette, carambola, goriziana o cinque birilli, lo dovrai fare sopra di un tavolo rettangolare ricoperto da un panno verde. All’interno scorrono biglie colorate che il giocatore colpisce con un’asta, oppure lanciandole con le mani, cercando di capire il punto da colpire. Tic-tac. La fantasia delle geometrie possibili a volte gli fa trattenere il fiato.

Sia snooker che biliardo si giocano con una stecca e delle palle su quel tavolo coperto di panno verde, ma ci sono alcune differenze tra i due giochi. Lo snooker prevede l’utilizzo di 21 palle, di cui 15 rosse e sei di altri colori; il biliardo americano utilizza solo 16 palle, di cui sette a strisce, sette a quadri, una nera e una bianca. Anche lo scopo del gioco è diverso: nel biliardo devi imbucare tutte le palle, indipendentemente dal loro ordine, e infine la palla nera; nello snooker dovrai segnare più punti possibile, cercando di imbucare le palle colorate nell’ordine prestabilito, a partire dal nero e fino al giallo, dopo aver colpito una palla rossa. Nel gioco di snooker, con 15 palle rosse posizionate in un triangolo sulla parte superiore del tavolo, hai la palla nera posta sulla linea centrale del tavolo; quelle colorate sono posizionate in posizioni specifiche del tavolo, ciascuna ad una distanza fissa dalla palla nera. Nel biliardo americano, invece, le palle sono disposte in un triangolo, con la palla nera posta al centro del triangolo.

Angelo Branduardi, un cantante italiano che ha dedicato una propria canzone a chi gioca a biliardo, ha catturato con parole e note musicali non soltanto le complesse geometrie delle palle colorate sopra il panno verde, ma anche quelle del giocatore di biliardo. Ti-tac. Ha immaginato un pescatore che rimette in acqua il pesce pescato, un bambino che regala al cielo la sua preziosa palla e un padre con gli occhi tristi, seduto al tavolo di un ristorante, mentre guarda i suoi figli. In quei gesti, il cantautore ha immaginato di vedere il gioco della vita, ha sovrapposto al colore delle palle quello dei desideri, delle emozioni e delle speranze. Rifletti un attimo: quante volte hai dovuto trattenere il fiato anche tu, nella vita, di fronte a geometrie invisibili e inaspettate? Leggendo il testo di questa canzone, scoprirai che l’erba verde dell’altopiano è la tua vita, quella dove allunghi le mani cercando di comprenderne le geometrie quando il gioco si fa duro.

IL GIOCATORE DI BILIARDOhttps://www.youtube.com/watch?v=1Rzexu1zfrc Soltanto l’erba sull’altopiano è verde un po’ di più, ma non c’è da pensarci su non c’è da stenderci su la mano, cercando di capire quale è il punto dove colpire. Tic-tac tic-tac. Per ogni geometria, tic-tac tic-tac, ci vuole fantasia. C’è una luce che luna non è, in un buio che notte non è, e una voce che voce non è, che non parla ma parla di me. D’improvviso mi brucia la mano, l’aria verde del panno sul piano. Tic-tac ed il gioca si porta via rotolando la vita mia. Ecco perché si trattiene il fiato finché si resta giù, e per sempre vuole dire mai più. Tic-tac tic-tac per ogni geometria. Tic-tac tic-tac, ci vuole fantasia. Se vuoi conoscere la scena musicale internazionale, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/musica/. La proprietà delle immagini che appaiono in questo blog corrisponde ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di questi artisti e che altre persone apprezzino le loro opere.

Instagram

Controllate anche

UNA FARFALLA FELICE, SCINTILLANTE NEL VENTO – Kouji Wada e la sua adorata sigla Butter-Fly

Esecuzione di sigle per un franchise anime  Morì in una domenica d’aprile; aveva 42 anni …