Breaking News
CASA » POESIE » LA DISPONIBILITÀ DI CONFRONTARSI CON L’ORRIBILE – Louise Glück, intuizione e grave lirismo poetico.

LA DISPONIBILITÀ DI CONFRONTARSI CON L’ORRIBILE – Louise Glück, intuizione e grave lirismo poetico.

Scrivere intorno al difficile ed al doloroso

Fu inventato negli anni ’30, durante il periodo del proibizionismo, utilizzando tantissime componenti alcoliche, ma con l’aggiunta di coca-cola, per farlo sembrare un te freddo. Il suo aspetto finale all’odore assomiglia a quello del tè al limone. Il Long Island Iced Tea è un cocktail a base di vodka, gin, rum bianco e triple sec. A pochi minuti da New York ti aspetta Long Island https://www.discoverlongisland.com/, luogo che nel XIX secolo rappresentava il rifugio ideale per artisti e poeti, un posto dove il tempo sembra essersi fermato e dove è cresciuta la poetessa Louise Glück.

Nata in un giorno d’aprile a New York, è cresciuta a Long Island, soffrendo di anoressia durante l’adolescenza. Nel 2014 ha vinto il National Book Award per la poesia. Louise Glück https://openlibrary.org/authors/OL216783A/Louise_Gl%C3%BCck insegna poesia all’Università di Yale. Nel corso della sua carriera ha pubblicato molte antologie poetiche, vincendo un Premio Pulitzer per la poesia. Pur non laureandosi, si formò sotto la supervisione di Leonie Adams. Leggendo le sue opere, puoi scoprire versi affamati di aggettivi. I suoi primi libri presentano personaggi alle prese con relazioni amorose fallite e disperazione esistenziale. Considerata da molti uno dei poeti contemporanei più talentuosi d’America, Louise Glück https://www.newyorker.com/contributors/louise-gluck è nota per la sua intuizione sulla solitudine, le relazioni familiari e la morte.

La sua Vita Nova del 1999 le è valsa il premio Bollingen alla Yale University. Leggendo questo libro, saprai che l’argomento è l’esame delle conseguenze di un matrimonio fallito. Nel suo Averno del 2006, ospita poesie intorno ai legami tra madri e figlie. Vive a Cambridge (Massachusetts), e Louise Glück è attualmente residente alla Yale University.

IL MITO DELL’INNOCENZA – Un’estate va in campo come al solito, fermandosi un po ‘in piscina dove spesso si guarda, per vedere se rileva eventuali cambiamenti. Vede la stessa persona, l’orribile mantello della fanciullezza ancora aggrappato a lei. Il sole sembra molto vicino all’acqua. È mio zio che spia di nuovo, pensa, tutto in natura è in qualche modo suo parente. Non sono mai solo, pensa, trasformando il pensiero in una preghiera. Quindi appare la morte, come la risposta a una preghiera. Nessuno capisce più quanto fosse bello. Ma Persefone ricorda. Inoltre l’ha abbracciata, proprio lì, con suo zio a guardare. Ricorda la luce del sole che lampeggiava sulle sue braccia nude. Questo è l’ultimo momento che ricorda chiaramente. Quindi il dio oscuro la portò via. Ricorda anche, meno chiaramente, la visione agghiacciante che da quel momento non sarebbe più riuscita a vivere senza di lui. La ragazza che scompare dalla piscina non tornerà mai più. Una donna tornerà, cercando la ragazza che era. Sta in piedi accanto alla piscina dicendo, di tanto in tanto, che sono stato rapito, ma suona male, niente di simile a quello che sentiva. Poi dice che non sono stato rapito. Poi dice, mi sono offerto, volevo sfuggire al mio corpo. Anche, a volte, ho voluto questo. Ma l’ignoranza non può conoscere la volontà. L’ignoranza vuole qualcosa di immaginato, che crede esista. Tutti i nomi diversi, li dice a rotazione. Morte, marito, dio, straniero. Tutto sembra così semplice, così convenzionale. Devo essere stata, pensa, una ragazza semplice. Non riesce a ricordare se stessa come quella persona, ma continua a pensare che la piscina ricorderà e le spiegherà il significato della sua preghiera in modo che possa capire, se ha ricevuto risposta o meno. https://www.youtube.com/watch?v=5JUWTgMuVaU

La sua Vita Nova del 1999 le è valsa il premio Bollingen della Yale University. Leggendo questo libro, saprai che l’argomento è l’esame delle conseguenze di un matrimonio fallito. Nel suo Averno del 2006, ospita poesie intorno ai legami tra madri e figlie. Vive a Cambridge (Massachusetts), Louise Glück https://www.amazon.it/Poems-1962-2012-Louise-Gl%C3%BCck/dp/0374534098 è attualmente residente presso la Yale University.

L’unico scopo del sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini corrispondono ai loro autori. Se vuoi conoscere altri scrittori, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/scrittori/ per la novellistica e per la poesia https://meetingbenches.net/category/poesie/.

Controllate anche

UNA DONNA LIBERA, PADRONA DEL CUORE DI UN UOMO POTENTISSIMO – Caterina Dolfin: l’alleanza umana che diventa il polo dei fermenti di Venezia

Libertà femminile e irrequietezza dei patrizi Erano dedite a coltivare la conversazione e spesso apprezzate …