Breaking News
CASA » VIAGGI D'AUTORE » DOVE L’ASIA INDOSSA UN SORRISO – È ora di innamorarsi di un viaggio d’autore nelle Filippine

DOVE L’ASIA INDOSSA UN SORRISO – È ora di innamorarsi di un viaggio d’autore nelle Filippine

Un grande arcipelago in cui cresce la creatività

Potresti provare l’esperienza di dormire una notte nel deserto del Sahara, oppure attraversare le strade sconfinate dell’Islanda in motociclo. L’itinerario che ti proponiamo è costruito attraverso incontri con persone creative delle Filippine https://www.adventureinyou.com/philippines/complete-travel-guide/, una opportunità che vogliamo condividere con te, associandovi il ricordo dei luoghi ad artisti, suoni e sapori, natura incontaminata e antiche civiltà. Considera questo itinerario come una pietra su cui scolpire le tue preferenze di viaggio.

Famosa per le sue case ancestrali la città di Malabon https://philippinescities.com/malabon-city/ è nell’area metropolitana di Manila. Il suo zoo e l’acquario ospitano vari animali e pesci tropicali. In città puoi visitare la Galleria Angel Cacnio, conoscendo la sua migliore collezione di opere creative. Secondo la leggenda, il nome Malabon deriva dalle parole maraming labong (molti germogli di bambù). Per la tua degustazione di dolci, entra nel negozio che si trova proprio di fronte alla Ibaviosa House. Sei sotto il cielo di Benedicto Cabrera, un maestro dell’arte contemporanea filippina

Non perdere tempo a chiedere come dipingere questo o quello, apri la tua mente in un viaggio nelle Filippine. È strano, ma questo modo di viaggiare ti dà uno schema interessante soltanto conoscendo i paesaggi interiori di un artista, come il pittore nativo Benedicto Cabrera. Il suo Museo BenCab https://www.bencabmuseum.org/museum-galleries/ si trova a 15 minuti in auto dal centro di Baguio City.

L’annuale Festival di Dinagyang https://www.exploreiloilo.com/do/info/dinagyang-festival/, siti storici squisiti, frutti di mare deliziosamente freschi ti aspettano a Iloilo, la regina del sud, spesso definita il cuore delle Filippine perché la sua gente è collegata al passato della sua città. Anche tu puoi arrivare qui, alla ricerca di una vivace vita notturna e di una gita all’isola di Guimaras. Il suo ricco patrimonio è messo in mostra nella sua deliziosa cucina, tradizioni culturali e paesaggi naturali accattivanti. Entrando al Great Bar Great Music, troverai buon cibo e birra fresca, in un ambiente rilassante. In questa città nacque il cantautore Jed Madela, il cantante dei cantanti.

Le sue composizioni musicali sono un misto di diverse influenze. Infatti, la musica delle Filippine è un mix di suoni europei, americani e nativi, influenzati da secoli di eredità spagnola, dal rock degli Stati Uniti e dal Gamelan. Tra i compositori di musica indigena figura Lucio San Pedro, ma nelle regioni Tagalog e Visayan l’influenza spagnola può essere meglio osservata nella musica tradizionale. Aggiungendo anche musica folk, i filippini hanno espresso la bravura di Freddie Aguilar, ma Jed Madela resta al top della popolarità.

A causa delle piante di Amaryllis, un tempo abbondanti in questo distretto di Manila, la città di Paco era nota come Dilao. Inizia la giornata con una lezione di Tai Chi al Rizal Park https://www.lonelyplanet.com/philippines/manila/attractions/rizal-park/a/poi-sig/391109/357305, ma puoi proseguire la tua mattinata con una visita al Museo Pambata. Quando avrai fame potrai gustare un pasto vegetariano gratuito al Tempio Sikh di Khalsa Diwan (aperto a tutti, indipendentemente dalla fede). Se hai voglia di una immersione nell’arte, vai nel Museo Nazionale. Prima di rientrare in hotel, comprati un romanzo di Nick Joaquin, uno scrittore che era nato in questa città.

Forse hai sempre voluto scrivere un romanzo https://blog.reedsy.com/how-to-write-a-novel/, ma qualcosa ti ha fermato. Crea uno schema, inchioda l’idea della storia leggendo libri di genere e sviluppane i personaggi principali, insieme ai loro conflitti. Viaggiare nelle Filippine, ti offre anche un’opzione speciale, quella di osservare come uno scrittore nativo, Nick Joaquin, ha realizzato uno dei suoi romanzi più significativi.

Ora, i filippini conformano il loro modo di vestire guardando ciò che viene mostrato dai media, ma il loro abbigliamento è anche influenzato dagli antenati e dai colonizzatori spagnoli, mentre la combinazione di jeans e magliette è stata introdotta dagli americani. Prima della colonizzazione spagnola, l’abbigliamento etnico veniva indossato dai membri di diverse tribù (ancora spesso indossato durante feste e spettacoli culturali). Il tradizionale Baro’t Saya, è l’archetipo di ogni abito filippino ed include camicia e gonna. Sassa Jimenez, una stilista di Manila, preferisce creare abiti con maniche a sbuffo e silhouette basse.

Sassa Jimenez https://www.facebook.com/Sassa-Jimenez-337188901008/ è nata a Manila in un giorno del dicembre del 1987. Dopo essersi cimentata con la scrittura creativa, ha studiato presso il Fashion Institute of Design and Merchandising di Los Angeles (California). Una giornalista ha descritto molto femminile una sua collezione dallo stile classico con linee pulite, elegante e sexy. Nel 2008 ha esposto i suoi modelli alla settimana della moda filippina.

L’influenza coloniale della cultura americana ha creato un’impronta nelle sue scene delle arti e dei film. Iloilo è conosciuta come la capitale dei festival, con un’identità culturale influenzata anche dalla cultura ispanica. Non dimenticare di mangiare la scodella di La Paz Batchoy, una prelibatezza originata dal quartiere La Paz di Iloilo City. L’aspetto moderno della città è modellato dal ruolo che ha giocato per secoli, con un paesaggio urbano circondato da giochi d’acqua, giardini e parchi. Se ti piace conoscere Iloilo dei tempi antichi, ti consigliamo di conoscere Felix Lauretano, il primo artista filippino ad usare la fotografia.

Nato a Patnongon in un giorno di novembre del 1866, studiò belle arti nelle Filippine, ricevendo parte della sua formazione fotografica a Barcellona. Felix Laureano https://myspanishchronicle.wordpress.com/tag/felix-laureano/ è considerato uno dei primi fotografi di origine filippina. Le più conosciute tra le sue immagini delle Filippine provengono da Iloilo (regione di Panay). Nel 1895 pubblicò un libro-album (che è stato ristampato nel 21° secolo), con fototipi che mostrano i costumi filippini.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i nostri viaggi d’autore già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/viaggi_dautore/.

Controllate anche

CINQUE MODI PER CONOSCERE FILADELFIA

Nella città dell’amore fraterno, con occhi creativi Per ciò che riguarda luoghi di interesse e …