Breaking News
CASA » FOTOGRAFIE » IL FASCINO DELLA FOTOGRAFIA, TRA COLORI VIVIDI E ONIRICI – Mika Ninagawa, un’artista multidisciplinare che lavora nella fotografia e nel cinema

IL FASCINO DELLA FOTOGRAFIA, TRA COLORI VIVIDI E ONIRICI – Mika Ninagawa, un’artista multidisciplinare che lavora nella fotografia e nel cinema

Uno sguardo creativo che abbraccia flora, fauna, paesaggi e quadri

In Giappone, le celebrità cercano i suoi ritratti. I suoi lavori fotografici affrontano temi inerenti la cultura giovanile giapponese, nonché – tra le altre tematiche – pesci rossi e i paesaggi. Nota per il suo stile farcito di colori vivaci, il fotografo Mika Ninagawa https://mikaninagawa.com/ è nata a Tokyo dentro un giorno d’ottobre del 1972. Lavora altresì con brillanti esiti nel campo della moda e pubblicità, ma si è anche confrontata con la realizzazione di video musicali.

I suoi fotogrammi immortalano soggetti umani vestiti in abiti barocchi. Mika Ninagawa https://priskapasquer.art/mika-ninagawa/ ha fatto il suo esordio nel 2007 come regista del film Sakuran. Cinque anni più tardi ha diretto Erika Sawajiri in un film basato su un manga, Helter Skelter. Figlia d’arte (suo padre è un regista teatrale) e d’una attrice, è nata e cresciuta a Tokyo, costantemente immersa in tematiche altamente creative.

Forse anche tu, come tanti, osservando meglio il suo lavoro fotografico, vi percepirai la sua padronanza pittorica. La sua espressione creativa ha affrontato anche pittura e recitazione, arrivando anche agli studi grafici. Intrapresa la carriera di fotografa, Mika Ninagawa https://www.phillips.com/article/31623055/mika-ninagawa-in-conversation ha raggiunto chiara fama negli anni novanta, all’interno del più vasto contesto inerente la fotografia femminile.

Lodata come fotografa d’arte e regista, è rappresentata dalla galleria d’arte di Tomio Koyama. Nel 2014, Mika Ninagawa https://www.instagram.com/ninagawamika/ è stata nominata membro del comitato esecutivo del Comitato organizzatore di Tokyo per i Giochi Olimpici del 2020. Nello stesso anno, il suo debutto alla regia di una serie web è stato con i follower di Netflix . Tra i suoi premi, nel 1996 Grand Prize, 9th Shashin Hitotsubo Ten e nel 2001 The 26th Kimura Ihei Award, Asahi Shimbun Publishing Co.

Ringraziandoti per l’attenzione, ti invitiamo ad esaminare alcune delle bellissime pubblicazioni di Mika Ninagawa https://mikaninagawa.com/publications/. Al tuo ritorno a casa, certamente contribuiranno a rendere indelebile il ricordo del tuo viaggio in Giappone. Il suo The Days Were Beautiful del 2017, può essere una buona idea d’acquisto.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Se vuoi conoscere i racconti fotografici già pubblicati, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/fotografie/.

Controllate anche

UN ESPLORATORE VISIONARIO DI ZONE DALLE DUE LUCI – Bill Henson: quando le fotografie sono romantiche tavole pittoriche

Maschi e femmine, tra gioventù ed età adulta Le sue mostre sono curate da lui …