Breaking News
CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » PASSEGGIATA SULLA BANCHINA DEL CANALE – Patrick Kavanagh / La vita irlandese, attraverso il riferimento al quotidiano e all’ambiente comune.

PASSEGGIATA SULLA BANCHINA DEL CANALE – Patrick Kavanagh / La vita irlandese, attraverso il riferimento al quotidiano e all’ambiente comune.

Quando un contadino è quella massa dell’umanità che vive al di sotto di un certo livello di coscienza

Lunghezza del sentiero 13,5 km circa, il percorso di Patrick Kavanagh comprende i siti resi immortali dalle sue opere (tra cui molti presenti in “Tarry Flynn” e “The Green Fool”). Puoi anche visitare un pub che era frequentato da quel poeta, durante la sua vita. Il suo interno vanta molte immagini e dipinti dedicati alla vita e all’eredità del figlio più famoso della contea di Monaghan. Daniel McNello’s Bar, https://www.facebook.com/daniel.mcnellosbar fondato nel 1710, è un tradizionale pub a conduzione familiare situato nel cuore di Inniskeen.

Per lui, quello che veniva pubblicato sui giornali era spesso nuovo, ma raramente vero. Era cresciuto in un quartiere povero, dove la vera povertà era la mancanza di illuminazione. Fu allievo alla Kednaminsha National School e divenne apprendista di suo padre come calzolaio (lavorando anche nella sua fattoria). Il suo lavoro più famoso include le poesie “On Raglan Road”. Nato nella rurale Inniskeen (contea di Monaghan) in un giorno di ottobre del 1904, PATRICK KAVANAGH divenne un poeta e un romanziere.

La sua prima collezione (notevole per il ritratto realistico della vita di campagna irlandese), fu pubblicata nel 1936. Nel libro, esprimeva un impegno per il discorso colloquiale e le vite senza fronzoli delle persone reali. Nell’aprile del 1967 sposò la sua compagna di lunga data Katherine, e si stabilirono insieme in una casa sulla Waterloo Road (Dublino). Si ammalò e morì in un giorno di novembre del 1967, a Dublino. La sua tomba è in Inniskeen, insieme alla moglie, Katherine, morta nel 1989. Quando nel 2000 l’Irish Times stilò una lista di poesie irlandesi preferite, dieci dei suoi poemi erano tra i primi 50.

PASSEGGIATA SULLA BANCHINA DEL CANALE – Banchine frondose e verdi acque del canale che riversano per me la redenzione, che faccio la volontà di Dio, rotolano nell’abituale, nel banale, crescono con la natura di nuovo come prima che crescessi. Il bastone luminoso intrappolato, la brezza che aggiungeva un terzo, la festa alla coppia che si baciava su un vecchio sedile, e un uccello che raccoglieva materiali per il nido per la Parola, eloquentemente nuova e abbandonata al suo ritmo delirante. Il mondo mai indossato mi rapisce, mi incatena in una rete di erba favolosa e voci eterne da un faggio, alimenta l’enorme bisogno dei miei sensi, mi dà la libertà di pregare inconsciamente con un discorso traboccante perché quest’anima ha bisogno di essere onorata con un nuovo vestito tessuto da cose e argomenti verdi e blu che non possono essere provati.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: https://www.amazon.com/Collected-Poems-Norton-Library-Paperback/dp/0393006948

Controllate anche

NIENTE È REALE, TRANNE I SOGNI E L’AMORE – Anna de Noailles, la piena bellezza e lo splendore nobile e pacifico della luce

Il cuore infinito di una donna di nome Anna Ebbe per tutta la vita un’amicizia …