Breaking News
CASA » SCRITTORI » DESCRIVERE VIVIDAMENTE LA VITA DI STRADA, A MANILA – L’abilità di scrivere metafore, a misura d’uomo

DESCRIVERE VIVIDAMENTE LA VITA DI STRADA, A MANILA – L’abilità di scrivere metafore, a misura d’uomo

La rappresentazione delle vite vissute, tra due mondi

Nata nelle Filippine, ma cresciuta negli Stati Uniti, si è laureata all’Harvard College e alla School of the Arts della Columbia University. Mia Alvar https://miaalvar.com/ ha ricevuto borse di studio, il suo lavoro è apparso su prestigiose riviste internazionali. Una sua raccolta di racconti, “In the Country“, ha vinto tre prestigiosi premi internazionali. Attualmente, vive in California. Perchè non leggere quella screziata raccolta di racconti sulla vita di uomini e donne, all’interno di una diaspora?

Lei ha una particolare abilità: cattura ciò che deriva dallo sradicarsi da un luogo o da un’idea. Per alcuni critici il suo modo di scrivere è stupendo, ma anche i suoi lettori ne apprezzano la sua prosa a misura d’uomo. “In the Country“, sua opera prima, Mia Alvar https://www.amazon.it/Famiglie-ombra-Alvar-Mia-ebook/dp/B0775YHXTS ha descritto le sconvenienti e disordinate vite dei lavoratori filippini in esilio. Questi lavoratori, dispersi ovunque per motivi economici, le hanno offerto lo spunto per tracciarne l’identikit concreto che accomuna le loro esistenze colme di conflitti culturali.

In quel suo libro, lei affronta il tema di un valico di confine invisibile, al di la del quale i suoi personaggi vivono l’esperienza di dover superare steccati che delimitano proprietà linguistiche, religiose e razziali. Quel suo primo libro, “In the Country”, composto da una serie di racconti sulla diaspora filippina, attingono alle sue esperienze personali, ma anche – e soprattutto – ad alcuni personaggi che Mia Alvar https://www.pw.org/content/mia_alvar ha incontrato. Anche per questo, come per quel genere di suoi connazionali, ha sperimentato sulla propria pelle quell’ansia da immigrata.

Per la sua raccolta di racconti, “In the Country“, Mia Alvar https://aaww.org/fiction-experiences-interview-mia-alvar/ è stata vincitrice del Premio PEN/Robert W. Bingham 2016 per la narrativa di debutto. Leggendo questo libro, anche tu potrai scoprire i suoi personaggi che riflettono sulla propria identità culturale, storie di vite che affrontano sfide. Le sue storie https://www.amazon.com/Country-Stories-Mia-Alvar/dp/0804171491 esplorano le esperienze di spostamento e il desiderio di connettersi oltre i confini. In questo libro, parla al cuore di tutti coloro che cercano un posto da chiamare casa.

L’unico scopo del sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini corrispondono ai loro autori. Se vuoi conoscere altri scrittori, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/scrittori/ per la novellistica e per la poesia https://meetingbenches.net/category/poesie/.

Controllate anche

RUGGINE, UN DESTINO AVVERSO E LA SOLITUDINE DI UNA DONNA – Anna Luisa Pignatelli, una donna che scrive di marginalità femminile

Testi insoliti, in contrasto con ciò che si legge odiernamente Sulle colline toscane, Siena https://www.thecrazytourist.com/15-best-things-siena-italy/ …