Breaking News
CASA » POESIE » POESIE DELLA ROMANIA

POESIE DELLA ROMANIA

romania-cover-1La cultura romena è stata certamente fortemente influenzata dalla Chiesa ortodossa orientale. I primi libri tradotti in rumeno erano testi religiosi slavi del 15 ° secolo, ed il primo libro stampato in Romania è stato un libro religioso slavo, nel 1508. Nelle terre romene dominate dall’Impero Ottomano, essi avevano deciso di non permettere governanti romeni, ma governanti attraverso mercanti greci di Istanbul. Così, la cultura greca ha influenzato gli sviluppi della letteratura romena. Nel corso dei secoli, generazioni di scrittori romeni avevano ispirazione dall’Illuminismo europeo (tra loro, Gheorghe Asachi e Dinicu Golescu). Tra i poeti contemporanei rumeni, puoi leggere Constantin Virgil Bănescu (poeta della generazione del 2000, noto anche per la sua attività di traduzione), Ruxandra-Mihaela Cesereanu (poetessa e saggista, scrittrice di racconti, romanziera e critica letteraria, autrice di numerosi volumi di prosa e poesia), ed anche Marta Petreu (filosofa, critica letteraria, saggista e poetessa).logo-meeting-benches

Molti amano leggere. La nostra proposta invita ogni web-viaggiatore a sedere in Meeting Benches info@meetingbenches.com per condividere emozioni scritte, osservando nuovi orizzonti creativi. Nel suo libro (Come leggere e perché), Harold Bloom dice che dovremmo leggere lentamente, con amore e con il nostro orecchio interno equipaggiato. Con la lettura di una descrizione scritta, la tua mente è responsabile della creazione di quell’immagine nella tua testa, ed i mondi descritti nei libri ti aiuteranno ad espandere la tua comprensione, anche mentre sei in viaggio in Romania.

poem2-1UCCELLI ASSONNATI – Poesia di Mihai Eminescu

Tutti quegli uccelli assonnati, ormai stanchi di nascondere il volo tra le foglie. Buona notte! Solo sussurri di primavera, quando il legno dorme in silenzio. Anche i fiori nei giardini dormono tranquillamente! Cigni scivolano al loro nido, rifugio tra le canne, angeli possono essere guardia al tuo riposo. Sogni d’oro! Sopra una notte di magia, arriva luce aggraziato della luna, tutto è pace e armonia. Buona notte!

poem3-1                           FINE STAGIONE – Poesia di Nichita Stanescu

Ero così molto consapevole del fatto che il pomeriggio stava morendo nelle strutture, e tutto intorno a me suona congelato, girato a pilastri tortuosi. Ero così molto consapevole del fatto che la deriva ondulante di profumi stava crollando nel buio, e sembrava non avessi mai assaggiato il freddo. Improvvisamente mi svegliai così lontano e strano, vagando dietro la mia faccia come se avessi nascosto i miei sentimenti nel rilievo della luna. Ero così molto consapevole del fatto che io non ti avevo riconosciuto, e forse tu arrivi, sempre, ogni ora, ogni secondo, che ti muovi nella mia veglia – poi – come attraverso lo spettro di un arco di trionfo.

poem4-1E SE – Poesia di Mihai Eminescu

E se alla mia finestra senti la balbuzie del ramo di un albero di pioppo, è quella per farmi sognare una volta di più di te, stringendoti a me. E  le stelle brillano sul lago e la luce inonda la mia mente, con la pace. E se dalla mia anima torbida,  e se le nuvole si tirano indietro, per lasciare intravvedere una fiammata di luna, è quello di rendere il richiamo del mio cuore, quanto sia difficile soffrire per te.

Controllate anche

UN LEGAME TRA LA POESIA ITALIANA E QUELLA ESPAGNOLA – Adagio ma non troppo, insieme a Inma J. Ferrero

Se la poesia ci rende consapevoli di ciò che ci circonda Dal suo punto di …