Breaking News
CASA » BIOGRAFIE D'AUTORE » BARRIERE – Aislinn Hunter / Cosa significa essere uno scrittore.

BARRIERE – Aislinn Hunter / Cosa significa essere uno scrittore.

Quando ci troviamo incommensurabilmente alterati e arricchiti.

Belleville http://www.city.belleville.on.ca/ è una città situata alla foce del fiume Moira, proprio sulla baia di Quinte in Ontario. Le indicazioni per 100.000 anni indietro nel tempo? Se viaggi da Belleville, segui la Old Highway 2 fino ai terreni di Tyendinaga Cavern and Caves. Qui puoi visitare le grotte di Tyendinaga, http://tyendinagacaves.blogspot.com/ un posto pulito con alcune cose interessanti da vedere. Per rendere le grotte accessibili, hanno dovuto costruire sentieri. Per rendere amabile la poesia, qui una donna costruisce parole.  

È autrice di due libri di poesia, tre libri di narrativa e un libro di saggi lirici. Insegna scrittura creativa alla Kwantlen Polytechnic University. Scrive di impossibilità, che in qualche modo funzionano. AISLINN HUNTER https://twitter.com/aislinnhunter ti racconta le deboli interrelazioni che compongono la nostra esperienza. Il suo campo di indagine creativo? Si muove attraverso temi domestici, ecologici, letterari e filosofici. La sua prima collezione ha vinto il Gerald Lampert Award come miglior primo libro di poesia.

AISLINN HUNTER è nata a Belleville (Ontario), ma ora vive a Vancouver. Insegna a tempo parziale e studia anche per un dottorato di ricerca presso l’Università di Edimburgo. Verso la fine del 2004 ha tenuto letture e workshop nelle Highlands, per la Scottish Poetry Library. La brevità di un poema è importante, perché mette in risalto il dono per l’economia poetica e l’ingannevole semplicità. In questo modo, ci sta portando in quello che pensiamo come territorio familiare, rivelando ciò che è mancato. Nel 2017, il suo terzo libro di poesie sarà pubblicato da Gaspereau Press.

BARRIERE – Il corpo: come ci si siede dentro impaziente come api in un barattolo. La scintilla dell’intenzione, il cuore che batte contro il petto come se stesse testando la forza delle sue mura. Come una notte, prima di lasciare sua moglie, Scott contò il numero di posti toccati dal corpo mentre dormivano. Credendo che anche se fosse sopravvissuto, non si sarebbero mai più adattati in quel modo. La pergamena sottile che è la pelle, come a volte vogliamo uscirne, lasciarla come un vecchio cappotto sul bordo di un lago, e senza forma, tuffrsi dentro.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://www.aislinnhunter.com/

Controllate anche

NIENTE È REALE, TRANNE I SOGNI E L’AMORE – Anna de Noailles, la piena bellezza e lo splendore nobile e pacifico della luce

Il cuore infinito di una donna di nome Anna Ebbe per tutta la vita un’amicizia …