Breaking News
CASA » PITTORI » MAYA KOKOCINSKI MOLERO (1970), PITTRICE CONCETTUALE CILENA – Grandi maestri della pittura, ed uso delle tecniche tradizionali

MAYA KOKOCINSKI MOLERO (1970), PITTRICE CONCETTUALE CILENA – Grandi maestri della pittura, ed uso delle tecniche tradizionali

VOLTI SOSPESI, UN SIMBOLISMO ALLA RICERCA DI SIGNIFICATI

MAYA KOKOCINSKI MOLERO 1/3 – Questa artista cilena naturalizzata italiana, ha appreso i suoi primi rudimenti nello studio del padre, un pittore figurativo. Lei ha già partecipato ha partecipato a diverse mostre collettive. Volti, sguardi e corpi, sono per lei l’opportunità di dipingere analisi psicologiche, utilizzando i colori dei sentimenti sentimenti e le sfumature esistenziali. Lei è convinta che l’arte non deve iniziare da zero, perché tutte le nostre radici conservano l’impronta del passato, cioè la pittura dei Maestri e l’uso delle tecniche tradizionali.

MAYA KOKOCINSKI MOLERO 2/3 – Ha iniziato a esporre nel 1997 alla Fundación internacional Jorge Luis Borges a Buenos Aires. Essere la figlia di un’attrice di un pittore (ma anche scultore e scenografo, di origine polacca-russa), per quella bambina che era nata in Cile, è stata l’opportunità di vivere un’infanzia speciale, una piena immersione nell’arte. Crescendo aveva manifestato interesse per psicologia ed archeologia, ma aveva avuto bisogno di un lungo periodo di riflessione, prima di scoprire la sua vocazione per l’arte. All’età di vent’anni, una breve formazione accademica Londinese le aveva rivelato le opportunità dell’arte concettuale.

MAYA KOKOCINSKI MOLERO 3/3 – Osservando i suoi quadri, scoprirai che sono quelli di unapersona tecnicamente preparata, di un’artista che conosce il metodo dell’impastare i colori e fare dialogare il pennello con la tela. I suoi ritratti? Forse anche tu avrai la stessa impressione di molte altre persone che, osservando i suoi ritratti, hanno percepito memorie di pittura antica. Dopo aver partecipato a numerose esposizioni, nel 2006 ha vincto il premio Michetti, con l’opera “Passi Lontani”. Vive e lavora a Roma, sposata con un artista con cui divide lo studio in Trastevere.

Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito, è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo ad altri di conoscere le loro opere. Per approfondire questo tema, puoi digitare: http://meetingbenches.net/2017/06/viaggio-nella-creativita-cilena-vicuna-san-ignacio-cielo-un-cantautore-scrittori-pittori-cileni/

Controllate anche

I DIPINTI INTERCULTURALI DI UN ARTISTA FILIPPINO – Ronald Ventura e la sua fusione di realismo, cartoni animati e graffiti

Le complesse relazioni interculturali del paese in cui nasci Attraverso un approccio culturalmente permeabile, le …