MORTE – Poesia di Emily Dickinson

Emily Dickinson, la poetessa della vita interiore. Niente, del suo aspetto adulto o della sua abitazione, ha rivelato un’anima così militante. Solo le poesie, scritte tranquillamente in una stanza tutta per sé, spesso cucite a mano in piccoli volumi, poi nascosti in un cassetto, hanno rivelato la sua vera natura. Lei non ha vissuto nel tempo, ma nell’universale, una natura ...

Leggi di più »

ANCHE LORO ERANO DUE STELLE – Aspettando Austerlitz / Pagina del romanzo

……………………………………….. Didier e la sua compagna, avevano deciso di andare all’Operà Bastille, dove alle quattordici e trenta di quel pomeriggio avrebbero assistito al “Don Chisciotte”, un balletto che Austerlitz considerava assolutamente imperdibile. Sarebbero tornati a notte inoltrata, perché quella prima volta restasse speciale nei loro ricordi. Si erano riproposti di aggiungere una passeggiata ai Champs-Elysées, il più grande viale di ...

Leggi di più »

CAPOLAVORI D’ARTE NEI SECOLI / Buffalo, New York – Albright-Knox Art Gallery: Convergenza, di Jackson Pollock

Alla fine del 1940, Jackson Pollock ha sviluppato una tecnica speciale, meglio conosciuta come “drip painting”. Dopo aver messo la tela sul pavimento, aveva affermato: “in questo modo posso camminare intorno ad essa, lavoro dai quattro lati e posso letteralmente essere nel dipinto.” Quel lavoro astratto di Pollock era difficile da decifrare, ma la sua natura ribelle, insieme alle espressioni ...

Leggi di più »

BISOGNO DI DIMENTICARE E VOGLIA DI VIVERE – Viaggio a Riga, senza dimenticare il bar PinUp e la spiaggia di Jūrmala

Il capitalismo cannibalizza anche questa città, come accade nel resto d’Europa, ma la capitale lettone non nasconde le cicatrici di un passato travagliato. Non bisogna farsi ingannare dalla sua apparenza austera o dalle sue piccole e silenziose strade fatte di ciottoli. Riga è un calderone di vita e divertimento, piena di locali stravaganti, centri d’arte moderna e contemporanea, ristoranti, e natura ...

Leggi di più »

SFUMATURE DI MUSICA LITUANA – Osvaldas Balakauskas, Penkios dainos

Lui, una figura di spicco nella musica della sua nativa Lituania, è attualmente a capo del Dipartimento Composizione dell’Accademia lituana di musica e teatro. La sua musica, adesso, si basa su una varietà di idiomi (dal medievale al jazz), ma Osvaldas Jonas Balakauskas è un compositore lituano di musica classica. Lui si è anche distinto come critico musicale, teorico perspicace ...

Leggi di più »

SFUMATURE LITUANE DI POESIA– Sigitas Parulskis

IL MATTINO TRAFITTO – Spalando cenere e pezzi di carbone dal camino, ho trovato un chiodo sanguinante, la cui sofferenza mi ha riscaldato attraverso i secoli. Fa freddo fuori. ERA GLACIALE – Stavamo tagliando tronchi insieme, tavole dalla stalla demolita, blocchi dello spessore di libri, pagina su pagina di schegge tagliuzzate, l’abbaiare di mio zio accanto alla sega. Sant’Antonio, padre ...

Leggi di più »

LA CITTA’ BOMBARDATA DA FEDERICO – 106 Km in poco più di 3 ore / Viaggiando attorno a Fano

VIAGGIANDO ATTORNO A FANO – 106 km in poco più di 3 ore: Fano (Arco d’Augusto: anche se costruito nel 9 d.c., ha un corpo base ben conservato che anticamente sorreggeva un attico porticato (sette finestre arcuate separate da otto semicolonne), andato distrutto nell’assedio del 1463 a causa del bombardamento di Federico da Montefeltro – Bastione Nuti e Porta Maggiore ...

Leggi di più »

MOSTRE D’ARTE A LOS ANGELES – Duchamp to Pop draws / In Focus: Electric! / Japanese Painting: From the Zen Mind

Norton Simon Museum – Duchamp al pop. Fino al 29 agosto 2016. Per molti dei più grandi operatori del ventesimo secolo, l’opera di un artista singolare che ha esercitato un’influenza potente, è quella di Marcel Duchamp. Attingendo alla collezione Pop del Norton Simon Museum (e anche dai ricchi archivi di due mostre dei primi anni 1960), viene illustrata l’influenza di ...

Leggi di più »

ASPETTANDO IL VENTO – Dastilige Nevante, poesie

NEL VENTO Come spola galleggiante attendo nuovi sguardi. Mosso da vele di emozioni io aspetto il vento. STUPORE, poesie sciolte nell’inverno. Breve raccolta poetica maturata nella stagione dove tutto sembra dormire, ma dove tutto può nascere in silenzio. Questa pagina è tratta dalla raccolta poetica, pubblicata da Meeting Benches http://meetingbenches.com/bench/book-italian-version/ e da Amazon Books https://www.amazon.com/STUPORE-Poesie-sciolte-nellinverno-Italian-ebook/dp/B01H1UGAE6/ref=sr_1_5?s=books&ie=UTF8&qid=1468219958&sr=1-5&keywords=Dante+Evangelisti nella versione di lingua italiana. ...

Leggi di più »

CON LE CUFFIE IN TESTA – David Bowie al MAMbo di Bologna, fino al 13 novembre 2016

Un museo particolare, una struttura che ti consente di ripercorre la storia dell’arte italiana dell’ultimomezzo secolo (dal secondo dopoguerra a oggi), aiutandoti a individuare nuove vie di sperimentazione dell’arte. Il Museo d’Arte Moderna MAMbo, si trova in Via Don Giovanni Minzoni 14, nel centro storico di Bologna. Per quanto riguarda gli orari di ingresso, dovrai ricodare che martedì, mercoledì, venerdì, ...

Leggi di più »

CONFINI TRA OPERE D’ARTE E OGGETTI D’USO QUOTIDIANO – Marcel Duchamp

MARCEL DUCHAMP 1/3 – Quattro dei sei figli del signor Duchamp sono diventati artisti, ma lui è quello che è nato in un giorno d’estate. Lui è l’artista francese che ha incrinato i confini tra le opere d’arte e gli oggetti di uso quotidiano. La sua irriverenza per gli standard estetici convenzionali, lo ha portato a ideare i suoi famosi ...

Leggi di più »

RISCHIANDO CONTINUAMENTE ASSURDITA’ – Poesia di Lawrence Ferlinghetti

Lawrence Ferlinghetti è uno dei più grandi poeti viventi, notissimo in tutto il mondo per essere stato il protagonista del dissenso e della controcultura americana fin dai tempi della mitica beat generation. Poesia come arte che insorge è dedicato all’impatto sociale della poesia e alla sua validità come strumento di liberazione individuale e collettivo. La raccolta comprende due parti (la ...

Leggi di più »

LASCIANDOCI TRASPORTARE DALLO SPLENDORE DELL’ORIZZONTE – LUltima Voga / Pagina del romanzo

……………………… L’orario della Biblioteca Federiciana mi consente quattro ore e mezzo di consultazione. Oggi è una strana giornata di primavera, niente vento e tante nuvole minacciose, come ormai da una settimana, che scaricano sulla vecchia Torre Carignano molta più acqua di quanta non se ne ricordi a memoria di paese, dove poche decine di famiglie abitano ininterrottamente da generazioni. Assieme ...

Leggi di più »