Breaking News
CASA » BOUTIQUE DI VIAGGIO » UNA COSA, PER ESSERE BELLISSIMA, NON DEVE ESSERE BELLA – Rei Kawakubo: non mi sento felice quando una collezione è capita troppo bene.

UNA COSA, PER ESSERE BELLISSIMA, NON DEVE ESSERE BELLA – Rei Kawakubo: non mi sento felice quando una collezione è capita troppo bene.

Quando moda è l’esprimere quello che senti nei confronti della vita.

Piccole boutique continuano ad essere trovate attraverso Aoyama e Daikanyama, dove l’atmosfera è più sommessa rispetto a Shibuya https://www.japan-guide.com/e/e3007.html, intorno alla stazione di Shibuya. Arrivando, anche tu puoi trovare in questo grande quartiere dello shopping, luogo di nascita di molte delle tendenze della moda giovanile giapponese, sede di alcuni noti negozi di abbigliamento di tendenza (come Rei Kawakubo), nonché decine di piccoli negozi di moda lungo le sue strade.

Camminando per le strade della capitale giapponese, non dimenticare di inserire nel tuo itinerario i numeri 5-2-1 Minami-Aoyama (Minato-ku), dove troverai le creazioni di moda di una donna assolutamente straordinaria. Nata a Tokio in un giorno di ottobre del 1942, ha studiato arte e letteratura, per poi diventare stilista freelance. Lei, la grande dama dell’avant-garde stilistica giapponese, con materiali sovrapposti in modo anticonvenzionale ama creare abiti tridimensionali dalle forme esagerate. Con REI KAWAKUBO http://www.comme-des-garcons.com/, il bello dell’assurdo arriva in passerella. Osservando ciò che crea, hai la percezione di ammirare una scultura, un’opera d’arte in un museo.

Decidendo di fare cose mai fatte prima, con vestiti al limite dell’assurdo, nel 1973, REI KAWAKUBO https://www.instagram.com/kawakubosan/?hl=it acquistò la maison Comme des Garçons. In poco tempo portò i suoi capi nelle sfilate parigine, diventando icona dell’anti-fashion. Dagli anni Ottanta utilizza tutti i colori, con uno stile fortemente asimmetrico e rigoroso. Nel 2017, il Metropolitan Museum di New York aveva dedicato una mostra a lei, esponendo i suoi capi più eccentrici e iconici.

Negli anni, lei è portavoce di un’idea di bellezza che contrasta con i canoni del glamour. Per molta gente, lei è la stilista più influente del pianeta. La sua impronta stilistica, è entrata nella storia della moda per la di tessuti e una capacità straordinaria di giocare con i volumi. Dal 1969 REI KAWAKUBO continua a sovvertire le regole della moda, con il suo marchio Comme des Garçons, che aveva debuttato a Tokyo nel 1973.

Se vuoi conoscere altre persone creative che hanno contribuito ad arricchire il panorama della moda internazionale, puoi digitare https://meetingbenches.net/category/boutique_di_viaggio/. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone, consentendo ad altri di apprezzarne le opere. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori.

Controllate anche

UN DESIGNER DI MODA E LA MAGIA DEI SUOI ABITI – Michael Cinco, una passione per la moda

Quando diventi un designer noto per vestiti dalla bellezza sbalorditiva Nel 1997 si era trasferito …