Breaking News
CASA » MUSICA » L’ARISTOCRATICO DILETTANTE CHE PERSEGUIVA LA COMPOSIZIONE MUSICALE – Benedetto Marcello: una musica caratterizzata da fantasia e tecnica raffinata

L’ARISTOCRATICO DILETTANTE CHE PERSEGUIVA LA COMPOSIZIONE MUSICALE – Benedetto Marcello: una musica caratterizzata da fantasia e tecnica raffinata

Preparare il terreno per l’era classica nella musica occidentale

Al 1713, risalgono 24 sue cantate per voce sola e basso continuo, eseguite settimanalmente in accademie private, ma lui coltivò anche la passione per la musica strumentale, comprendenti sonate per clavicembalo, violoncello e basso. Per conoscere lo splendore di Venezia, oltre ad apprezzarne la sua scuola pittorica, non potrai rinunciare a catturare la magia musicale di Benedetto Marcello https://www.youtube.com/watch?v=_ioc6sdgugo, insieme ad un suo famoso libello, il Teatro alla moda, che impartiva consigli ironici a compositori e cantanti. Il Conservatorio di Musica di Venezia, prende il nome da lui. La biblioteca del Conservatorio di Bruxelles possiede alcuni volumi interessanti delle sue cantate da camera. Ha combinato una vita in legge e un servizio pubblico con uno in musica. Compositore e scrittore italiano nato a Venezia in un giorno d’agosto del 1686, Benedetto Marcello http://www.conservatoriovenezia.net/ era membro di una nobile famiglia. Sebbene fosse uno studente di musica, suo padre voleva che si dedicasse alla legge. Nel 1711 divenne membro del Consiglio dei Quaranta, nel governo centrale di Venezia, e fu nominato capo finanziario della città di Brescia.

Attraverso la sua difesa di un ritorno alla semplicità dell’antica civiltà greco-romana, ha annullato le norme estetiche del barocco. Benedetto Marcello https://www.museodellamusica.com/ era un aristocratico che perseguiva anche la composizione musicale a Venezia.Come compositore, ora è ancora meglio ricordato per i suoi Psalmi (impostazioni musicali per voci, basso figurato e strumenti solisti). I suoi Psalmi furono ascoltati durante il XVIII secolo in concerti a Roma e Amburgo, Berlino, Lipsia e Londra. La sua musica strumentale offre un sapore vivaldiano.

Era anche un poeta e tradusse Timoteo di John Dryden come testo per una delle sue cantate. La sua musica è caratterizzata da immaginazione e una tecnica raffinata. Benedetto Marcello https://classicalmusiconly.com/composer/benedetto-marcello/works/tv ha scritto quasi 400 cantate e 100 piccoli lavori da camera per cantanti. Poco meno popolare è stato il suo trattato Il teatro alla moda, una satira che ha sconvolto il mondo dell’opera del suo tempo. La sua musica sacra era in uso nell’insegnamento fino alla fine del XIX secolo. Morì nel 1739, in un giorno di luglio, a Brescia. Una strada a Roma, prende il nome da lui.

Se ti piace approfondire la conoscenza dei musicisti che hanno contribuito ad arricchire il panorama musicale mondiale, puoi digitare: https://meetingbenches.net/category/musica/. Le proprietà intellettuali delle immagini che appaiono in questo blog corrispondono ai loro autori. L’unico scopo di questo sito è quello di diffondere la conoscenza di queste persone creative, consentendo di apprezzarne le opere.

Controllate anche

AFFARI INTIMI, PER CHITARRA E ARMONIE – Lui Collins, una delle prime e più brillanti stelle del New England

Intrecciando canzoni con storie, come una conversazione con un vecchio amico Non a caso alcuni …